“Yu-Gi-Oh!” il architetto Kazuki Takahashi è governo trovato stecchito con marea con Giappone

Kazuki Takahashi, creatore di Yu-Gi-Oh! Un fumetto manga e un gioco di carte collezionabili è apparentemente morto durante lo snorkeling nel sud-ovest del Giappone, ha detto venerdì la guardia costiera.

Il corpo di Takahashi, 60 anni, è stato trovato a galleggiare a circa 330 iarde al largo della costa di Okinawa mercoledì, secondo un ufficiale della stazione della guardia costiera di Nago a Naha.

La guardia costiera e i vigili del fuoco sono andati in barca e moto d’acqua e hanno trovato il corpo a faccia in giù con una maschera da sub. Avrebbe potuto essere morto per un giorno o due, secondo un funzionario della Guardia Costiera che ha parlato in condizione di anonimato perché il loro lavoro impediva loro di essere nominato.

Il corpo ha mostrato segni di essere stato attaccato dalla vita marina, forse squali, ma la causa della morte è ancora sotto inchiesta, ha detto il funzionario.

Takahashi è stato identificato dopo che la polizia di un’altra parte di Okinawa ha contattato la Guardia Costiera giovedì per dire che un’auto a noleggio era stata trovata abbandonata su una spiaggia. L’auto era munita di patente che confermava l’identità della persona. Il vero nome di Takahashi era Kazuo. La sua famiglia è stata contattata e lui si è identificato, ha detto il funzionario della Guardia Costiera.

“Yu-Gi-Oh!” ha debuttato sulla rivista Shonen Jump nel 1996 ed è diventato un successo, vendendo più di 40 milioni di copie come manga, anche se il numero mondiale di carte è molto più alto, nell’ordine dei miliardi.

Il gioco di carte ufficiale è stato messo in vendita nel 1999. Anche uno spettacolo televisivo e videogiochi, oltre a figurine e giocattoli, hanno fatto parte del franchise.

Il lutto si è riversato sui social.

L’attore americano Eric Stuart, che ha doppiato l’animazione, si è detto rattristato dalla notizia.

“Una persona straordinariamente talentuosa. Sensei ha creato un ruolo che avrebbe aiutato a definire la mia carriera di doppiatore”, Stuart detto su Twitter.usando la parola giapponese per insegnante.

I fan di tutto il mondo hanno pubblicato le loro carte e le immagini dei manga online. Alcuni hanno notato che è così che si sono interessati al Giappone. Le persone hanno ricordato come le carte li hanno aiutati a fare i loro primi amici.

“Siamo così grati per l’incredibile universo di Yu-Gi-Oh! che ha creato e i nostri pensieri sono con la sua famiglia e i suoi amici in questo momento difficile”, ha detto YuGiOhNews, con sede a Londra, su Twitter e sul suo sito Web ufficiale.

L’ambasciatore georgiano in Giappone Teimuraz Lezhava ha detto Yu-Gi-Oh! evocava un mondo tutto suo.

“Yu-Gi-Oh!” nel 1996 ha debuttato sulla rivista Shonen Jump.
AP

“Non dimenticherò mai l’eccitazione del gioco”, ha detto sul Twitter ufficiale del Giappone.

Le creazioni di Takahashi hanno avuto bambini, e giovani nel cuore, che collezionavano carte decorate con mostri meccanici e creature simili a maghi con una frenesia. I prezzi di alcuni sono aumentati durante l’apice della moda.

Quando Yu-Gi-Oh! nel 1999 si è tenuto in uno stadio di baseball a Tokyo, così tanti bambini e genitori sono venuti a comprare le carte che l’organizzatore Konami ha dovuto chiamare la polizia antisommossa.

“Yu-Gi-Oh!” Si gioca quando due persone si affrontano e mettono carte dal proprio mazzo con poteri diversi per cercare di sconfiggere l’altro. Ogni giocatore inizia con 8.000 “punti vita”, che vengono sottratti quando le tue carte perdono.

La serie manga ha entusiasmato i fan mentre le creazioni di Takahashi presentavano bambini che mostravano i loro Yu-Gi-Oh!
La serie manga ha entusiasmato i fan mentre il lavoro di Takahashi ha fatto sfoggiare ai bambini il loro Yu-Gi-Oh! carte online in tutto il mondo.
AP

Il personaggio principale è un ragazzo dagli occhi da cerbiatto con i capelli biondi a punta chiamato Yugi Muto, un esperto di giochi di carte. Yu-Gi-Oh significa “re dei giochi”.

Le carte più costose, letteralmente con glitter, sono potenti nel gioco, chiamate “super rare” e “rare segrete”. Ma non erano così facili da trovare, quindi le persone acquistavano più pacchetti o scatole di carte.

Yu-Gi-Oh Successo! In Occidente, è stato simile al lavoro di altre animazioni e giochi giapponesi come Pokemon.

Leave a Comment