Voci della MLB: Yankees interessati al esportazione intorno a Juan Soto; A esse angeli vengono chiamati Shohei Ohtani

Fino al 2 agosto Mancano solo 10 giorni alla scadenza del trade MLB, il che significa che i team stanno cercando di capire se stanno acquistando, vendendo o trattenendo con l’avvicinarsi della scadenza. Di conseguenza, è anche la stagione delle voci nella MLB e siamo qui per ricapitolare cosa c’è là fuori. Ora passiamo al trambusto di sabato.

vista di testa

La scadenza sarà per l’interbase della superstar dei Nationals Juan Soto, indipendentemente dal fatto che sia stato scambiato o meno e dove finirà. In sintesi, il 23enne avrebbe rifiutato l’offerta di Washington di una proroga di 15 anni e 440 milioni di dollari. È possibile che aspetteranno fino alla bassa stagione, ma è anche possibile che qualcosa si risolva prima della scadenza incombente.

In poche parole, Soto è un battitore generazionale ed è ancora eccezionalmente giovane. Soto possiede una linea di battuta .250/.403/.494 in questa stagione (160 OPS+) con 20 homer e molte più passeggiate (79) che strikeout (54) in questa stagione. È un battitore in carriera .292/.427/.540 (160 OPS+), rendendolo uno dei grandi di tutti i tempi alla sua età.

Inutile dire che Soto è ambito da un certo numero di squadre, e in questo momento puoi contare tra loro i New York Yankees leader dell’AL East:

Soto sarebbe adatto a qualsiasi squadra, ma sarebbe adatto agli Yankees, che hanno lottato per ottenere una produzione adeguata dall’esterno d’angolo Joey Gallo. Inutile dire che gli Yankees, con le loro vaste risorse, possono permettersi di scambiare qualsiasi cattivo contratto che i Nationals insistono nel trasferire (Patrick Corbin, per l’esattezza) e offrire a Soto un’estensione del contratto oltre a quanto riferito dai Nats. Hanno anche un soffitto alto per fare qualcosa. Se gli Yankees decideranno di assumere un tale impegno rimane una questione aperta, ma c’è interesse a scambiare Soto, almeno a livello teorico.

Altre squadre hanno riferito di essere interessate a Soto Dodgers, Cardinali, Genitori, anno e altro.

Gli Yankees guardano anche a Benintendi

vista di testa

Il I reali Andrew Benintendi si sarebbe mosso alla scadenza e con gli Yankees che hanno bisogno di aiuto in campo esterno, è una buona scelta. Come riporta Mark Feinsand, lo prende sul serio nel Bronx:

Benintendi, 28 anni, sta colpendo .319/.389/.402 con tre fuoricampo. Questa è una buona produzione, soprattutto in un anno in cui i reati erano scarsi, ma ha mostrato pochissima potenza. Il presupposto che Benintendi sarà un aggiornamento significativo per gli Yankees dipende dalla sua capacità di continuare a colpire a nord di .300. Anche tenendo conto dei cambiamenti nel suo swing, è una scommessa rischiosa perché la media di battuta è molto incline alla fortuna.

Bendindi è idoneo per la free agency in questa prossima bassa stagione, quindi sarebbe un “affitto” se non fosse per un’estensione.

L’interesse di Ohtani per il mercato commerciale; Gli angeli non sono pronti

vista di testa

La superstar degli Angels Shohei Ohtani, l’MVP in carica dell’American League, offre un grande valore sul monte e sul piatto. Ha anche solo un posto nel roster e viene pagato una grossa somma rispetto al suo valore sul campo. Ciò ha portato a ipotizzare che gli Angels, cronicamente frustrati, avrebbero cercato di scambiarlo con una squadra più importante. Ohtani sarebbe ovviamente una grande spinta per qualsiasi roster nel baseball, e quasi tutte le squadre vorrebbero aggiungerlo all’ovile. Ma come riporta Jon Morosi, gli Angels non sembrano pronti a fare un passo così drastico:

Per anni, gli Angels non hanno potuto competere nonostante avessero Mike Trout nel roster, e questo è stato il caso sia di Ohtani che di Trout negli ultimi anni. nel 2022 la stagione non ha fatto eccezione, con Ohtani in particolare che ha reso una priorità personale giocare in una squadra vincente. Ma Ohtani non può colpire il libero arbitrio fino a dopo il 2023. a stagione, quindi ha poco controllo su di esso. Per prima cosa, quella stagione extra di controllo si aggiunge al già enorme valore commerciale di Ohtani. D’altra parte, gli Angels sono certamente tentati di tenerlo in giro nella speranza che possano finalmente fare un salto nella prossima stagione. Se il rapporto di cui sopra è una guida, gli Angels sono inclini allo status quo, almeno durante la bassa stagione.

Naturalmente, vale anche la pena riconoscere l’ovvio: tutto è una trattativa e può essere un atteggiamento angelico.

L’anno aggiunge l’assistenza alla cattura

vista di testa

I Mets hanno fatto una piccola mossa sabato quando hanno acquisito il catcher di riserva Michael Perez dai Pirates in cambio di denaro. Perez, che è stato recentemente designato per l’incarico, è un battitore in carriera .175/.244/.305 in cinque stagioni della MLB con i Rays e i Pirates. È solo un gioco profondo per i Mets, che sono tornati con il ricevitore titolare James McCann (obliquo). Perez compie 30 anni ad agosto.

Per fare spazio a Perez nel roster di 40 uomini, i Mets hanno designato Travis Blankenhorn per l’incarico.

Leave a Comment