Victor Valere la pena decide tra riferire durante un decorso secondo emozione e stupro

Lunedì i giurati si sono trovati faccia a faccia con l’accusato per la prima volta in un processo per rapimento e stupro. Con una mossa a sorpresa, Victor Pena, 42 anni, ha deciso di testimoniare in tribunale sulla presunta aggressione sessuale di una donna che aveva incontrato in una strada di Boston nel 2019. mese di gennaio. notte, rapimento e stupro. È accusato di sequestro di persona e 10 reati. stupro per aver presumibilmente tenuto la vittima di 23 anni contro la sua volontà e per averla aggredita sessualmente per tre giorni nella sua casa di Walford Way. Durante la testimonianza, non era in aula, ma osservava a distanza da un’altra stanza. Pena è stato rimosso dall’aula per la sua condotta durante il processo di selezione della giuria. L’accusa non ha interrogato Pena. Pena è entrata nell’aula vestita di nero, vestita di rosa e con in mano due libri. Gli agenti lo hanno portato direttamente in tribuna, Pena, che parla spagnolo, ha parlato con gli avvocati attraverso un interprete. Durante la sua testimonianza mattutina, la corte spesso si fermava e reindirizzava la sua tortuosa testimonianza. Ha affermato che la vittima gli aveva chiesto aiuto e voleva andare nel suo appartamento. Pena ha anche testimoniato che la loro relazione sessuale era consensuale e ha affermato di essere stato aggredito dalla polizia quando gli agenti sono entrati nell’appartamento. Venerdì, avvocati e giurati si sono recati nell’appartamento di Charlestown per vedere di persona dove sono avvenuti i presunti crimini. Giovedì, uno specialista della scientifica digitale ha detto che 322 foto e sei video della vittima sono stati trovati sul telefono di Pena. Mercoledì, la vittima ha testimoniato che Pena l’ha aggredita sessualmente più volte e l’ha minacciata se avesse cercato di andarsene. “Non volevo morire”, ha detto la vittima alla corte. La vittima dice di aver temuto per la sua vita. “Non mi ha permesso di andarmene e dopo che ho detto: ‘No, devo andarmene’, ha minacciato di uccidermi”, ha detto, “Penso che l’abbia appena detto. , ad esempio, non puoi uscire. Non alzarti o ti uccido.” La vittima ha testimoniato che Pena le aveva detto che l’aveva salvata e che avrebbero messo su famiglia. Ha detto ai giurati che ha tentato due volte di scappare senza successo. Ha anche considerato di colpire lui o accoltellato qualcuno, ma temendo cosa sarebbe successo se avesse fallito. Pena l’ha tenuta contro la sua volontà per tre giorni nel suo appartamento di Charlestown. La donna è stata poi trovata viva. I pubblici ministeri hanno detto che la vittima ha detto alla polizia. Pena l’ha costretta a bere alcolici e Le hanno dato da mangiare solo ananas in scatola. Martedì, due detective della polizia che sono stati i primi ad entrare nell’appartamento e trovare la vittima hanno descritto ciò che hanno incontrato. era sconvolta e il suo viso era inorridito”, ha detto il detective della polizia di Boston in pensione Michael Talbot. La scorsa settimana, mentre il giudice si rivolgeva a un gruppo di potenziali giurati, Pena è apparsa inaspettatamente nuda su un monitor in aula. me è stato mostrato mentre eseguiva un atto osceno. Ad un certo punto si gira verso la porta dove è apparso un funzionario del tribunale. Dopo circa 16 secondi, il monitor in aula è stato spento. I potenziali giurati in aula sono stati esonerati da ciò che avrebbero potuto vedere e Pena è stata giudicata competente a sostenere un processo dopo una degenza al Bridgewater State Hospital. Il processo a Pena è stato più volte rinviato. Si è dichiarato non colpevole.

Lunedì i giurati si sono trovati faccia a faccia con l’accusato per la prima volta in un processo per rapimento e stupro.

Con una mossa a sorpresa, Victor Pena, 42 anni, ha deciso di testimoniare in tribunale sulla presunta aggressione sessuale di una donna che aveva incontrato in una strada di Boston nel 2019. mese di gennaio. notte, rapimento e stupro. È accusato di sequestro di persona e 10 reati. stupro per aver presumibilmente tenuto la vittima di 23 anni contro la sua volontà e per averla aggredita sessualmente per tre giorni nella sua casa di Walford Way.

Non era presente in aula durante la testimonianza, ma osservava a distanza da un’altra stanza. Pena è stato rimosso dall’aula per la sua condotta durante il processo di selezione della giuria.

L’accusa non ha interrogato Pena.

Pena è entrata nell’aula vestita di nero, vestita di rosa e con in mano due libri. Gli agenti lo hanno portato direttamente in tribuna.

Pena, che parla spagnolo, ha parlato con gli avvocati tramite un interprete. Durante la sua testimonianza mattutina, la corte spesso si fermava e reindirizzava la sua tortuosa testimonianza.

Ha affermato che la vittima gli aveva chiesto aiuto e voleva andare nel suo appartamento. Pena ha anche testimoniato che la loro relazione sessuale era consensuale e ha affermato di essere stato aggredito dalla polizia quando gli agenti sono entrati nell’appartamento.

Di venerdìavvocati e giurati si sono recati nell’appartamento di Charlestown per vedere di persona dove si sono verificati i presunti crimini.

“Prestare attenzione a dove si trovano la cucina, il bagno e la porta d’ingresso”, hanno detto i pubblici ministeri ai giurati.

Giovedì, uno specialista della scientifica digitale ha detto che 322 foto e sei video della vittima sono stati trovati sul telefono di Pena.

Mercoledì, la vittima ha testimoniato che Pena l’ha aggredita sessualmente più volte e l’ha minacciata se avesse cercato di andarsene. “Non volevo morire”, ha detto la vittima alla corte.

La vittima dice che temeva per la sua vita.

“Non mi ha permesso di andarmene e poi quando ho detto: ‘No, devo andarmene’, ha minacciato di uccidermi”, ha detto “Penso che abbia appena detto: ‘Non puoi andartene.’ Non alzarti o ti ammazzo”.

La vittima ha testimoniato che Pena le aveva detto che l’aveva salvata e che avrebbero messo su famiglia.

Ha detto ai giurati di aver fatto due tentativi di fuga senza successo. Ha anche detto che pensava di colpirlo o pugnalarlo con qualcosa, ma ha deciso di non farlo perché aveva paura di cosa sarebbe successo se non lo avesse fatto.

Pena l’ha trattenuta contro la sua volontà per tre giorni nel suo appartamento di Charlestown. La donna è stata poi ritrovata viva.

I pubblici ministeri hanno detto che la vittima ha detto alla polizia che Pena l’ha costretta a bere alcolici e le ha dato da mangiare solo ananas in scatola.

Martedì, due detective della polizia che sono stati i primi ad entrare nell’appartamento e trovare la vittima hanno descritto ciò che hanno incontrato.

“Stava tremando, piangeva, le sue mani si coprivano il viso, era confusa e aveva un’espressione di orrore sul viso”, ha detto il detective della polizia di Boston in pensione Michael Talbot.

Nell’ultima settimana, il giudice si è rivolto a una giuria di potenziali giurati, Pena è apparso improvvisamente nudo su un monitor in aula ed è stato mostrato mentre eseguiva un atto osceno. Ad un certo punto si gira verso la porta dove è apparso un funzionario del tribunale.

Dopo circa 16 secondi, il monitor in aula è stato spento.

I potenziali giurati in aula sono stati sollevati da ciò che potevano vedere.

Pena è stato ritenuto competente per essere processato dopo una degenza al Bridgewater State Hospital. Il processo a Pena è stato più volte rinviato.

Si è dichiarato non colpevole.

Leave a Comment