US Turning Point riprovazione i manifestanti neonazisti indietro la convenzioni conservatrice le quali ha portato Trump

Il gruppo conservatore Turning Point USA ha condannato un gruppo di neonazisti che si è riunito sabato sera alla sua convention a Tampa, in Florida, che includeva anche l’ex presidente Trump e altri eminenti repubblicani.

Secondo i media locali, un gruppo di neonazisti ha sventolato bandiere con la svastica e ha mostrato segni antisemiti al Turning Point USA (TPUSA) Student Action Summit al Tampa Convention Center.

Il portavoce della TPUSA, Andrew Kolvet, ha detto domenica che il gruppo “condanna al 100% quelle ideologie nei termini più forti possibili” e ha detto che i neonazisti “non hanno nulla a che fare” con l’organizzazione.

“Poiché queste persone erano in luoghi pubblici, la nostra sicurezza ha cercato di rimuoverle, ma non erano autorizzate a farlo”. Non abbiamo idea di chi siano o perché fossero qui”, ha detto Colvet in una nota.

“I nostri studenti, dopo averli incontrati inizialmente, alla fine hanno scelto il percorso maturo e hanno liberato lo spazio. Quando ciò accadde, questi individui se ne andarono.

Lo Student Action Summit, iniziato venerdì e terminato domenica, dichiarazioni da Trump, Florida Gov. Ron DeSantis (R), Rep. Marjorie Taylor Greene (R-Ga), Sen. Rick Scott (R-Fla.) e Rep. Matt Gaetz (R-Fla.) e altri.

Sabato sera un gruppo neonazista si è scontrato verbalmente con manifestanti di sinistra, che per lo più stavano manifestando contro la decisione della Corte Suprema degli Stati Uniti del mese scorso di rovesciare Roe v. Wade e il diritto costituzionale all’aborto.

Le foto vengono scattate outlet locale di Tampa Creative Loafing. mostra neonazisti in maglietta rossa che sventolano bandiere con la svastica e altre bandiere blu con la scritta “DeSantis Country”.

Hanno anche distribuito volantini in cui affermavano falsamente che gli ebrei erano favorevoli all’aborto. Volantini creati Lega di difesa dei Goyimun gruppo di odio antisemita, ha riferito Creative Loafing.

Secondo la pubblicazione, nessuno è stato ferito o arrestato ei gruppi di protesta si sono dispersi silenziosamente.

Mike Igel, presidente del Florida Holocaust Museum, ha affermato sabato che “l’esposizione aperta e orgogliosa dei simboli del genocidio rappresenta una minaccia diretta per la comunità ebraica” e ha invitato tutti i paesi a condannare i neonazisti.

“Non si tratta di politica o religione. Riguarda l’umanità”, ha affermato la dichiarazione di Igel. “Dovrebbe essere rilevante per tutti”.

Gli account Twitter di Greene, Gaetz, DeSantis e altri che hanno parlato alla manifestazione non hanno menzionato i neonazisti e ne hanno condannato la presenza. Trump ha condiviso clip del suo discorso su Truth Social, ma non ha menzionato i neonazisti.

Leave a Comment