Un imbeccata presso “cittadini martire” ha leggero una spari in terra pianificata il 4 luglio a Richmond, a causa di Virginia, ha facezia la questura.

Il consigliere dell’eroe ha sentito per caso una voce secondo cui una sparatoria di massa era stata pianificata al Dogwood Dell Amphitheatre durante i festeggiamenti e il 1° luglio. ha chiamato le informazioni alla polizia, ha detto il capo della polizia di Richmond Gerald Smith in una conferenza stampa. Anfiteatro può ospitare 2400 personesi dice sul sito web della città.
Il sindaco di Richmond Levar Stoney parla in una conferenza stampa nel 2022.  6 luglio

Lo stesso giorno della soffiata, la polizia si è recata in una residenza nell’isolato 1000 di Columbia Ave., dove hanno trovato pistole e munizioni. In totale, la polizia ha trovato due fucili d’assalto, una pistola e 223 proiettili in casa, ha detto Smith.

Un uomo è stato arrestato venerdì e la polizia ha iniziato a rintracciare una seconda persona che è stata arrestata martedì, ha detto il capo. Entrambi gli indagati sono accusati di essere cittadini stranieri e possesso di arma da fuoco.

“In realtà, stavano progettando di celebrare la nostra celebrazione del 4 luglio”, ha detto Smith. “Sappiamo qual è la loro intenzione, ma non abbiamo il loro motivo, sappiamo che vivevano nello stesso posto.

Entrambi gli uomini sono detenuti nella prigione di Richmond City, ha detto Smith.

“I nostri agenti hanno indagato in silenzio e hanno lavorato con i loro partner delle forze dell’ordine e la comunità per fermare quella che avrebbe potuto essere una giornata terribile per la città di Richmond”, ha affermato il sindaco Levar Stoney. “Mentre continuiamo a vivere in un’era, un’epoca e in tutto il nostro paese di sparatorie di massa, nessuna comunità è immune”.

La lotta americana contro le sparatorie di massa ha cambiato la vita di queste persone

Anche il Dipartimento per la sicurezza interna degli Stati Uniti e l’FBI sono stati coinvolti nelle indagini, ha detto Smith. La polizia non ha elaborato i piani per la sparatoria di massa, ma ha ribadito l’importanza dell’avviso.

“Non si può dire quante vite ha salvato questo cittadino eroe con una telefonata”, ha detto Smith. “Siamo tutti responsabili della sicurezza pubblica. Il 4 luglio, una telefonata ha salvato molte vite”.

La notizia da Richmond arriva appena due giorni dopo la sparatoria di massa sette sono stati uccisi e dozzine sono rimaste ferite durante la parata del Giorno dell’Indipendenza a Highland Park, Illinois.
La carneficina di Highland Park punteggia una già sanguinosa primavera e un’estate americana – negli ultimi 186 giorni, più di 300 sparatorie di massa È successo negli Stati Uniti, secondo i dati raccolti dal Gun Violence Archive, un’organizzazione no profit che tiene traccia di tali incidenti.

Leave a Comment