Un fulmineo negozio su “modo di pensare” può assecondare a bloccare ciò adolescenziale

chiudi gli occhi Torna al liceo e goditi il ​​corso più impegnativo con l’insegnante più difficile. Andrò per primo: : Esame finale di fisica senior Mr. Trice AP. Ricordo dove ero seduto. Ricordo di aver guardato il foglio e di essermi sentito come se non conoscessi nessuna delle risposte. Il mio cuore batteva forte; i miei palmi stavano sudando. Ero sicuro che avrei fallito.

Superare le avversità non è stato un lieto fine per me. Sono stato in grado di eliminare il mio punteggio finale del test sostenendo l’esame AP vero e proprio, che ho anche bombardato. Non c’è da stupirsi se penso che questa esperienza sia una brutta vergogna permanente. Ma forse non doveva esserlo. Ricordare tali esperienze sotto una nuova luce è un passo in un nuovo promettente intervento per aiutare gli adolescenti ad affrontare lo stress e l’ansia. Il secondo passo è fornire loro informazioni chiare e accessibili in modo che la prossima volta che si sentono in questo modo, vedano l’esperienza come un percorso di apprendimento e crescita e persino una fonte di prosperità.

Articolo pubblicato il 6 luglio natura segnala che questo intervento online una tantum, della durata di circa 30 minuti, migliorato l’atteggiamento dei giovani nei confronti di eventi stressanti (es. il mio test di fisica) e le loro risposte nervose (es. il mio battito cardiaco). L’intervento combina una mentalità di crescita, la convinzione che le capacità non sono fisse ma possono essere sviluppate attraverso lo sforzo e il supporto, e una mentalità che promuove lo stress, la convinzione che le risposte fisiologiche allo stress possano essere un vantaggio. Quando gli studenti fanno l’esercizio da soli, leggono di come il cervello si basa sull’esperienza e di come il corpo usa lo stress: un cuore che batte fornisce sangue extra ossigenato al cervello, così puoi pensare meglio. Vedono che funziona nel mondo reale: c’è una storia su un professore di analisi matematica che saluta gli studenti il ​​primo giorno di lezione ricordando loro la frustrazione che sicuramente proveranno e assicurando loro che la lotta sta imparando. L’intervento suggerisce strategie per il successo in situazioni stressanti (“Ricorda a te stesso che ti senti confuso e faticherà quando i compiti scolastici difficili non dureranno per sempre”). Inoltre, ai partecipanti viene chiesto di scrivere cosa potrebbero fare diversamente la prossima volta.

In una serie di esperimenti che hanno coinvolto migliaia di studenti delle scuole superiori e universitari prima e durante la pandemia, questo intervento breve e scalabile sembra cambiare qualcosa di fondamentale: il modo in cui interpretiamo e rispondiamo al mondo che ci circonda. Rispetto ai partecipanti al gruppo di controllo, i partecipanti al gruppo di intervento hanno pensato allo stress in modo diverso, trasformandolo in uno strumento che promuove la motivazione al raggiungimento di un obiettivo. Ma l’intervento ha anche cambiato in meglio le loro risposte fisiologiche, spingendo il corpo a rispondere agli eventi come una sfida piuttosto che una minaccia. Ha ridotto i livelli di cortisolo e migliorato la funzione cardiovascolare. Ha anche ridotto i livelli complessivi di ansia e in alcuni casi ha avuto effetti di lunga durata.

“Le avversità e la lotta sono tue amiche”, afferma Christopher Bryan, psicologo sociale dell’Università del Texas ad Austin e autore del nuovo studio. Dice che questa esperienza non è buona in questo momento, ma è il percorso che tutti coloro che sono diventati veramente grandi hanno dovuto percorrere.

L’intervento non è solo un esercizio ipotetico. Lo stress vissuto dagli adolescenti ha raggiunto proporzioni allarmanti. Lo scorso dicembre, il chirurgo generale Vivek Murthy dichiarata salute mentale adolescenziale una crisi di salute pubblica esacerbata dalla pandemia e i disturbi d’ansia portano a problemi di salute mentale affrontati dai giovani. “Se puoi cambiare il modo in cui pensi a cos’è e non è l’ansia, come preoccuparti in modo appropriato, tutto cambia”, afferma Tracy Dennis-Tiwary, professore di psicologia all’Hunter College della City University di New York. e l’autore Tempo futuro: perché preoccuparsi fa bene (anche se fa male), che non ha partecipato allo studio. “Questo documento è una bella dimostrazione empirica di tale potenziale”.

Una critica di alcune ricerche precedenti sulla mentalità ha evidenziato la mancanza di rigore statistico o di effetti significativi dell’intervento sui partecipanti. Il nuovo lavoro utilizza l’analisi bayesiana, che è ampiamente considerata una misura più affidabile degli effetti degli interventi comportamentali rispetto ad altri metodi, come i test di ipotesi nulla di significatività statistica. Le dimensioni degli effetti, misurate come un risultato robusto, variavano da piccole a grandi nei sei esperimenti. E, come ci si potrebbe aspettare, erano più grandi negli esperimenti di laboratorio che nel mondo reale. Ma erano costantemente significativi. “[The study] ha avuto effetti ampi e multilivello su misure importanti e ben convalidate di stress e ansia”, afferma Dennis-Tiwary.

È interessante notare che l’intervento non ha funzionato ugualmente bene per tutti. “Le persone più vulnerabili traggono i maggiori benefici durante i periodi più stressanti”, afferma David Yeager, psicologo dello sviluppo presso UT Austin e coautore del documento. Sottolinea che l’intervento non è destinato ai sopravvissuti a traumi e abusi, ma che la sua somministrazione è in gran parte innocua. Oltre ad affrontare i problemi di salute mentale, l’intervento mira ad aiutare gli adolescenti a partecipare a corsi e progetti impegnativi. In una scuola charter in uno degli esperimenti, il 63% dei partecipanti ha superato le lezioni di matematica e scienze, rispetto al 47% degli studenti in un gruppo di controllo.

I ricercatori hanno scoperto che dovevano riprogettare un precedente intervento di mentalità di crescita. Gli esercizi precedenti si sono dimostrati efficaci, soprattutto per gli studenti poveri, in uno studio nazionale di oltre 12.000 studenti riportato a natura nel 2019 Tuttavia, le farfalle viscerali nello stomaco non sono state considerate. “Questa è una limitazione dei precedenti interventi sulla mentalità, perché ci siamo dimenticati o non abbiamo attinto a quelle emozioni stressanti”, afferma Yeager.

I benefici del nuovo intervento “sinergico” possono essere significativi, ha affermato, sebbene siano necessarie ulteriori ricerche sui suoi effetti a lungo termine. L’esercizio è attualmente incentrato sul rendimento scolastico, ma potrebbe essere adattato per l’uso nell’atletica o sul posto di lavoro. È già in uso per gli studenti del primo anno in arrivo nelle lezioni di matematica e scienze all’UT Austin. Una volta che sarà più approfondito, Yeager vorrebbe rendere l’intervento disponibile gratuitamente alle scuole superiori e ai college di tutto il paese. Un altro modo per espandere l’idea, dice, è mostrare a professori e amministratori non solo come utilizzare l’intervento, ma anche come supportare le idee che esplora quando parlano con i giovani che entrano nella vita o nel posto di lavoro.

Questi ricercatori non vogliono solo che gli adolescenti cambino il modo in cui pensano allo stress; vogliono che gli adulti cambino il modo in cui pensano agli adolescenti. “Offriamo una narrativa alternativa che enfatizza il ruolo dei giovani nell’affrontare le grandi sfide del futuro”, scrivono nel giornale. “La nostra ricerca mostra che non possiamo insegnare agli adolescenti che sono troppo fragili per superare dure lotte, ma invece fornire loro le risorse e la guida di cui hanno bisogno per sbloccare le loro capacità e creatività nel risolvere grandi problemi”.

Leave a Comment