Trump e DeSantis stanno combattendo per errore il coraggio del GOP sopra Florida

“Se dovessi annunciare che non mi candiderò, la persecuzione di Donald Trump finirebbe immediatamente”, ha detto Trump al Turning Point US Student Action Summit. «Ma è quello che vogliono che faccia. E tu sai cosa? Non c’è modo in cui lo farò”.

Alcuni recentemente sondaggi ha mostrato gli elettori repubblicani allontanarsi da Trump e verso DeSantis. Il governatore della Florida, che ha ha detto più volte si sta concentrando anche sul suo 2022 candidatura per la rielezione battere Trump a una raccolta fondi.

A Hollywood, sulla costa atlantica della Florida, il Partito Repubblicano della Florida ha tenuto il suo annuale Sunshine Summit, un evento di due giorni in gran parte finanziato dai fondi raccolti dal GOP della Florida di DeSantis. I repubblicani statali, tra cui DeSantis, si sono riuniti al Seminole Hard Rock, dove alcuni dei massimi funzionari repubblicani dello stato tenevano affari ufficiali del partito a pochi metri dagli ospiti dell’hotel in bikini e dai giocatori d’azzardo che giocavano alle slot machine.

A più di 250 miglia di distanza, a Tampa, anche l’organizzazione studentesca conservatrice Turning Point USA ha tenuto un vertice in cui il Rep. Marjorie Taylor Greene (R-Ga.), Fox News presenta Laura Ingraham e Trump, tra gli altri. L’apparizione dell’ex presidente è avvenuta appena un giorno dopo aver tenuto una manifestazione a Prescott, in Arizona, per sostenere Kari Lake nella sua candidatura a governatore.

“Ci riprenderemo la nostra libertà”, ha detto Trump durante un discorso di quasi due ore a Tampa. “Riprenderemo la nostra libertà. Rivendicheremo il nostro destino. Lo prenderemo, molto veloce, il nostro Paese.”

Il pubblico all’evento di Trump era composto principalmente da giovani provenienti da tutto il paese e durante il suo discorso ha applaudito e applaudito. Ha ricevuto i più grandi applausi quando ha accennato alla sua partecipazione alle elezioni, sebbene non abbia fornito informazioni più specifiche.

“Tutto ciò che questa istituzione corrotta mi sta facendo è mantenere il controllo sul popolo americano”, ha detto Trump a una folla di circa 5.000 persone. “Vogliono corrompermi in qualsiasi forma in modo che non possa più rappresentarti. Ovviamente mi vogliono fuori dalla corsa perché non parlano mai di nessun altro.

DeSantis si è rivolto allo stesso pubblico di Tampa venerdì.

L’evento repubblicano della Florida a Hollywood, in Florida, è stato molto più piccolo della conferenza di Turning Point ed è stato fortemente influenzato da DeSantis.

Per la prima volta nei sette anni di storia dell’evento, ha limitato i media che potevano partecipare, consentendo l’accesso in sala ai punti vendita di destra che forniscono una copertura positiva al governatore. Le figure tradizionali del partito sono state anche in gran parte sostituite da influencer conservatori dei social media con un ampio seguito che si è recentemente trasferito in Florida e sono diventati alcuni dei più importanti sostenitori di DeSantis, tra cui il commentatore conservatore Dave Rubin e la personalità di Fox News Lisa Boothe.

“Noi nello stato della Florida non permetteremo ai vecchi media di partecipare alle nostre primarie”, ha detto DeSantis aprendo l’evento GOP della Florida sabato. “Non avrò un gruppo di giornalisti di sinistra che faranno domande ai nostri candidati”.

Un potenziale scontro tra i due è uno dei maggiori punti di tensione nei circoli repubblicani nazionali, come DeSantis, che si è candidato alla presidenza nel 2018. ha cavalcato l’approvazione di Trump per vincere la nomination del suo partito per il governatore repubblicano della Florida ha visto la sua popolarità salire alle stelle, come dimostrano i suoi fan. nella manifestazione repubblicana di stato.

“Amo il presidente Trump, ma è un mostro che i Democratici stanno usando contro di lui. Senza di lui, non hanno niente. Nessuna piattaforma”, ha detto il partecipante al Sunshine Summit James Lefebvre mentre sedeva in uno dei ristoranti Hard Rock e chiedeva ai passanti se sostenevano DeSantis per la presidenza.

“Come presidente, mi piacciono gli asini, quindi questo non ha nulla a che fare con questo”, ha aggiunto. “Penso che DeSantis possa riunire un po’ di più le persone e senza di lui i Democratici non avrebbero nulla”.

Ha detto che la lotta contro le scelte di DeSantis a livello statale ha risuonato per lui e per i conservatori a livello nazionale, soprattutto dopo che la legislatura della Florida guidata dai repubblicani ha spinto a privare la Disney del suo status municipale dopo aver espresso opposizione a una legge sostenuta da DeSantis che vieterebbe le lezioni sul genere identità e orientamento sessuale nelle classi fino alla terza elementare. Gli oppositori hanno chiamato il disegno di legge “Non dire gay”.

Ma la presenza di Trump in uno stato che ha vinto per più di tre punti nel 2020 non è andata da nessuna parte. Anche coloro che hanno affermato di sostenere la candidatura di DeSantis per il 2024 non condannerebbero l’ex presidente. Nonostante la stampa negativa quasi quotidiana che circonda le rivolte del 6 gennaio al Campidoglio che hanno causato almeno cinque morti, i repubblicani non sono ancora disposti a lasciare andare Trump.

Diana Jimenez, una 25enne residente nel New Jersey che ha partecipato all’evento Tampa Turning Points USA, ha detto di essere rimasta colpita da DeSantis ma non pronta a sostenerlo come presidente.

“Ero molto vicino a lui, ho avuto modo di parlargli di persona”, ha detto. “Non credo che dovrebbe andare a Washington, dovrebbe semplicemente restare qui”

Invece, ha detto che Trump dovrebbe candidarsi alla presidenza.

Leave a Comment