Trigun Stampede ha rilasciato il consueto elementare trailer

Non molto tempo fa, i fan sono stati informati della prossima era di Trigun, e ora hanno bisogno di altre chicche. Dopotutto, Anime Expo è qui e lo studio della nuova serie ha assegnato ai netizen un premio speciale. Ecco un nuovo trailer di Trigun: Stampede che vede Vash the Stampede tornato nel suo elemento.

Se sei stato al passo con la serie, dovresti sapere che Orange ha fatto un grande annuncio all’inizio di quest’estate sul ritorno di Trigun. Lo studio ha confermato che sta lavorando a un nuovo anime, che dovrebbe debuttare nel 2023. Al momento non si conoscono dettagli concreti sulla serie, ma questo primo pezzo di filmato ci dà un’idea di cosa accadrà.

Per quanto riguarda la stessa Trigun, la serie ha dovuto fare un ritorno. La serie è iniziata nel 1995. ad aprile sotto la guida di Yasuhiro Nightow. Dark Horse Comics ha portato lo spazio occidentale negli Stati Uniti, mentre Madhouse ha gestito la corsa originale dell’anime Trigun. La serie è stata mostrata dal 1998. in Aprile fino a settembre, prima che il film uscisse nel 2010.

Vuoi saperne di più su Trigun? Puoi controllare la sinossi ufficiale dell’episodio qui sotto:

“Vash Striker è un uomo ricercato con l’abitudine di ridurre intere città in macerie. La taglia sulla sua testa è una fortuna e il suo percorso di distruzione si estende attraverso le aride lande desolate di un pianeta desertico. Sfortunatamente, la maggior parte degli incontri con gli spinosi Hair Hunters che lo raggiunge non finisce bene; quasi sempre cosa succede anche se si fa male, e non è mai Vash. Stranamente, non ci sono prove che un fuggitivo così famigerato si sia mai suicidato. È un pacifista ossessionato dalle ciambelle che è più delirante C’è molto di più in lui che come suggerisce la sua reputazione, Vash, il jammer, non è sicuramente il tipico criminale.

Sei entusiasta del debutto di Trigun: Stampede? Cosa vorresti vedere della serie? Condividi i tuoi pensieri con noi nella sezione commenti qui sotto o contattami su Twitter @MeganPetersCB.

Leave a Comment