Tesla sta iniziando a emendarsi quanto a Cina successivamente un tetragono delle vendite


Hong Kong
Affari CNN

Dopo una coppia miserabile mesi in Cina, Tesla le vendite nel più importante mercato internazionale hanno registrato un forte rimbalzo nel mese di giugno.

Il salto arriva quando la seconda economia più grande del mondo inizia ad allentare le restrizioni legate al Covid dopo mesi di blocchi nelle principali città e si impegna a incrementare le vendite di auto per sostenere la crescita.

Il produttore di auto elettriche statunitense ha venduto circa 78.000 veicoli costruiti a Shanghai il mese scorso, in aumento del 142% rispetto a maggio, secondo le stime preliminari pubblicate mercoledì dalla China Passenger Car Association (CPCA). CPCA ha aggiunto che i dati sulle vendite di giugno sono aumentati del 135% rispetto a un anno fa.

BYD, Produttore cinese di auto elettriche Secondo un annuncio della società sostenuta da Warren Buffett all’inizio di questa settimana, nell’ultimo mese sono state vendute 69.544 auto completamente elettriche.

Veduta aerea della Tesla Shanghai Gigafactory nel 2021  29 marzo  a Shanghai, Cina.

All’inizio di quest’anno, le vendite dei veicoli prodotti in Cina di Tesla sono state forti, mettendo la casa automobilistica al primo posto tra i marchi completamente elettrici. A marzo ha consegnato 65.814 veicoli dal suo stabilimento di Shanghai, la maggior parte dei quali è stata venduta nel mercato cinese. Rispetto a un anno fa, questo numero è aumentato dell’85%.

Era contro il governo ha chiuso Shanghai per due mesi per contenere la peggiore epidemia di Covid in città. La fabbrica di Shanghai di Tesla è stata chiusa per diverse settimane ad aprile. La produzione dell’azienda è rimasta limitata anche dopo la riapertura dello stabilimento, poiché ha lottato per ottenere parti dai fornitori.

Vendite Tesla ad aprile Il 98% si è immerso a marzo fino a 1512 veicoli. Maggio. le spedizioni sono rimbalzate a 32.165, ma sono rimaste ben al di sotto all’inizio dell’anno.

Nel frattempo, BYD evitato massicci blocchi del paese. BYD ha dominato il mercato ad aprile, vendendo un record di 106.000 veicoli a nuova energia (NEV), in aumento di oltre il 300% rispetto a un anno fa. Di questi, il 54% era completamente elettrico e il resto erano ibridi plug-in. Maggio. Le vendite del BYD NEV hanno continuato ad aumentare, raggiungendo oltre 114.000 unità.

Analisti BYD ha attribuito la resilienza delle vendite a una “catena di approvvigionamento integrata verticalmente”. Il modello di business ha reso BYD meno vulnerabile alle interruzioni della catena di approvvigionamento durante gli arresti rispetto ai concorrenti ridurre la produzione per mancanza di chip e batterie.

Il mercato automobilistico globale della Cina rallentato in aprile e maggio, poiché i gravi arresti hanno colpito la produzione di veicoli e ostacolato le vendite. Ora il mercato ha iniziato a crescere mentre il paese si sta gradualmente aprendo.

Le vendite di autovetture sono aumentate del 22% a giugno rispetto a un anno fa, dopo essere scese del 17% a maggio, secondo le stime preliminari CPCA di mercoledì.

Tesla ha anche aumentato la produzione nella sua fabbrica di Shanghai. In una dichiarazione della scorsa settimana, la società ha affermato che i problemi che Tesla ha dovuto affrontare nei primi mesi del trimestre erano ormai per lo più al di fuori del suo controllo.

“Nonostante le continue sfide della catena di approvvigionamento e la chiusura degli impianti al di fuori del nostro controllo, 2022 Giugno è stato il più grande mese di produzione di veicoli nella storia di Tesla”, si legge nella nota.

Le autorità cinesi si stanno affrettando a stimolare la crescita poiché il blocco del Covid-19 ha scosso l’economia e causato un’impennata della disoccupazione.

Il ministero del Commercio ha annunciato giovedì che il governo sta esaminando la possibilità di ampliare gli incentivi fiscali per le auto elettriche.

Pechino dal 2014 Settembre. esentato gli acquirenti NEV dall’imposta di acquisto del 10%. Tuttavia, questa politica scadrà nel 2014. la fine di quest’anno.

— Chris Isidore della CNN ha contribuito a questo rapporto.

Leave a Comment