T-Asportabile rimunerazione 350 milioni proveniente da dollari USD ai clienti a proveniente da una contaminazione dei dati

T-Mobile ha accettato di pagare 350 milioni di dollari venerdì. USD ai clienti interessati da una class action intentata dopo che la società ha annunciato lo scorso agosto che dati personali, come i numeri di previdenza sociale, erano stati rubati in un attacco informatico. (Alan Diaz, foto AP)

Tempo di lettura stimato: 1-2 minuti

NEW YORK — T-Mobile ha accettato di pagare 350 milioni di dollari dati personali come i numeri di previdenza sociale sono stati rubati in un attacco informatico.

Alla Securities and Exchange Commission deposito venerdì, la compagnia di telefonia mobile ha affermato che i fondi pagheranno le cause legali dei membri della classe, le spese legali degli avvocati dei querelanti e il costo dell’amministrazione dell’accordo. Lo ha anche indicato l’anno prossimo e nel 2023 spenderà 150 milioni di dollari per rafforzare la sicurezza dei dati e altre tecnologie.

T-Mobile ha affermato che l’accordo non ammette alcun illecito o responsabilità da parte di nessuno degli imputati.

La società ha affermato di aspettarsi l’approvazione del tribunale dei termini di transazione già a dicembre 2022.

Quasi 80 milioni di residenti negli Stati Uniti sono stati colpiti dalla violazione. Oltre ai numeri di previdenza sociale, altre informazioni compromesse includevano nomi e informazioni provenienti da patenti di guida o altri documenti di identificazione.

Con sede a Bellevue, Washington, T-Mobile è entrata a far parte di AT&T e Verizon come uno dei maggiori operatori di telefoni cellulari della nazione nel 2020. dopo aver acquisito il concorrente Sprint. Ha riferito di aver avuto un totale di 102,1 milioni dopo la fusione. Clienti statunitensi.

T-Mobile ha dichiarato che prevede di registrare un totale di circa $ 400 milioni nel secondo trimestre di quest’anno. Tassa al lordo delle imposte in USD.

Immagini

Storie correlate

Le ultime storie di business e tecnologia

Altre storie che potrebbero interessarti

Leave a Comment