Rep. Andy Harris del Maryland il 21 dicembre. ha partecipato a un circostanza della Edificio Bianca come Trump come disciplinare il 6 gennaio.

commentare

Il rappresentante Andy Harris (Md.) era tra almeno 10 repubblicani della Camera che hanno partecipato alle primarie del 2020. Dicembre. In un incontro alla Casa Bianca con il presidente Donald Trump per discutere le misure che potrebbero essere adottate per mantenere Trump al potere nel 2021. 6 gennaio l’attacco al Campidoglio rivelato nell’ultima udienza.

Il coinvolgimento di Harris suggerisce che fosse più coinvolto nello sforzo di abrogazione del 2020. risultati elettorali rispetto a quanto precedentemente noto, rendendolo uno dei più stretti alleati di Trump al Congresso mentre il presidente cerca disperatamente di aggrapparsi al potere, nonostante gli avvocati della Casa Bianca e il Dipartimento di Giustizia gli abbiano detto che non c’erano prove di una diffusa frode elettorale.

La testimonianza del comitato di selezione del 6 gennaio ha descritto il 2020 18 dicembre incontro in cui i funzionari della campagna di Trump si sono scontrati con il personale della Casa Bianca. (Video: Il Washington Post)

“Nelle settimane successive alle elezioni, la Casa Bianca ha lavorato a stretto contatto con gli alleati del presidente Trump al Congresso per diffondere le sue false affermazioni e incoraggiare i membri del pubblico a combattere i risultati del 6 gennaio”, ha affermato la rappresentante Stephanie Murphy (D-Fla .), che insieme al rappresentante Jamie B. Raskin (D-Md.) ha presieduto l’udienza di martedì. “Sappiamo che il presidente ha incontrato vari membri per discutere il 6 gennaio ben prima della sessione congiunta.

‘Facile’: la riunione della Casa Bianca prima del tweet di Trump ‘sarà selvaggia’

Murphy ha detto che i registri dei visitatori della Casa Bianca mostrano che il presidente era il 21 dicembre. ha avuto un “incontro privato con i membri repubblicani del Congresso” che includeva anche il vicepresidente Mike Pence, il capo di stato maggiore della Casa Bianca Mark Meadows e l’avvocato di Trump Rudy Giuliani. L’incontro è stato annunciato in precedenza nel rapporto in quel momento e in atti giudiziari più recenti.

Il rappresentante Mo Brooks (R-Ala.) ha inviato un’e-mail, secondo il comitato. inviare un’e-mail a Meadows per organizzare un incontro con l’oggetto “Riunione alla Casa Bianca del 21 dicembre. entro il 6 gennaio”. Nella lettera, Murphy ha osservato che Brooks ha affermato di non aver chiesto a nessuno di unirsi allo “sforzo del 6 gennaio” perché credeva che “solo i cittadini possono esercitare l’influenza necessaria su senatori e membri del Congresso per unirsi a questa lotta contro la massiccia frode elettorale e il furto elettorale”. .

Testimoni il 6 gennaio. ha detto al comitato che la riunione riguardava in parte “il ruolo del vicepresidente nel conteggio dei voti elettorali”, ha detto Murphy. I partecipanti hanno discusso quella che divenne nota come la “Teoria dell’Eastman”: che Pence potesse decidere unilateralmente quale voto elettorale rifiutare o approvare di mantenere Trump al potere. Trump e il suo avvocato, John Eastman premuto ripetutamente Pence o rilasciare i risultati negli stati contesi o ritardare il caso in modo che gli stati contesi possano riesaminare i risultati e possibilmente inviare elettori alternativi a Trump – Piano degli avvocati della Casa Bianca hanno dimostrato di considerarlo illegale.

Gli aiutanti di Trump gli hanno detto che usare Pence per ribaltare le elezioni era illegale

Murphy ha detto che le richieste di grazia sono arrivate da Brooks e “altri membri del Congresso che erano a questo incontro”. 6 gennaio commissione prima ha nominato cinque repubblicani che avrebbero chiesto clemenza a Trumpsebbene Harris non fosse tra loro.

Il 6 gennaio, la giuria ha nominato cinque repubblicani che avrebbero chiesto la grazia a Trump

Harris non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento mercoledì.

L’ex avvocato del Dipartimento di Giustizia Richard Donoghue ha testimoniato il mese scorso che, secondo le trascrizioni che ha firmato, Trump il 27 dicembre gli ha detto che il Dipartimento di Giustizia dovrebbe farlo “Dì solo che le elezioni sono corrotte + lascia il resto a me e R [Republican] membri del Congresso”.

Harris, che in precedenza aveva detto che avrebbe cercato sei mandati, quest’anno sta cercando un settimo mandato al Congresso. Egli non è concorso il 19 luglio. Alle primarie del Maryland, tuttavia, due democratici stanno combattendo per sconfiggerlo a novembre. Ognuno ha definito Harris un “traditore” dopo che è stato rivelato il suo coinvolgimento negli incontri con Trump intorno al 6 gennaio.

“Ieri abbiamo appreso che il mio avversario Andy Harris alla Casa Bianca stava cospirando con Trump per ribaltare elezioni libere ed eque”, ha detto Heather Mizeur, ex rappresentante della Maryland House a Takoma Park che ha raccolto quasi 2 milioni di dollari nella sua corsa. in un tweet mercoledì mattina. “È un traditore del nostro paese e, con il tuo aiuto, lo licenzierò a novembre”.

Harris “ha disonorato il suo dovere, ha infranto il suo giuramento e ha scelto la ricerca del potere sullo stato di diritto”, ha detto l’ex funzionario dei servizi esteri Dave Harden, sperando di sconfiggere Mizeur alle primarie democratiche. in un tweet di mercoledì. “Ci ha messo in imbarazzo.”

Con Harris, Rep. Brian Babin (Tex.), Andy Biggs (Ariz.), Matt Gaetz (Fla.), Louie Gohmert (Tex.), Paul A. Gosar (Ariz.), Jody Hice (Ga.), Jim Jordan (Ohio) e Scott Perry (Pa.) hanno partecipato il 21 dicembre. In un incontro alla Casa Bianca personalmente. C’era anche Marjorie Taylor Greene (Ga.) eletta repubblicana.

In un’intervista registrata a marzo, Cassidy Hutchinson, un ex aiutante di Meadows, ha detto che molti altri membri che non erano fisicamente presenti hanno chiamato durante la riunione. Ha detto di non essere stata alla riunione per tutto il tempo, ma durante le parti che ha visto “diversi membri il 6 gennaio. hanno espresso le loro opinioni e pensieri su quello che pensavano potesse essere il ruolo del vicepresidente”. una trascrizione della sua conversazione negli atti del tribunale.

Il viaggio di Cassidy Hutchinson da insider affidabile a testimone esplosivo

“Sentivano che avesse il diritto … di rimandare i voti agli stati o gli elettori negli stati, più sulla falsariga della teoria di Eastman”, ha detto Hutchinson.

Hutchinson ha detto che, per quanto ne so, nessun legislatore era in disaccordo, secondo la trascrizione.

Harris ha contestato i risultati delle elezioni, poche ore dopo le elezioni del 6 gennaio. Una folla di sostenitori di Trump ha preso d’assalto Capitol Island e nelle prime ore del 7 gennaio. entra in un acceso conflitto verbale con un democratico alla Camera, così sono intervenuti i colleghi.

democratici voleva sconfiggere Harris a novembre, soprattutto dopo che l’Assemblea generale del Maryland ha elaborato una mappa di riorganizzazione dei distretti del Congresso che avrebbe consentito ai Democratici di vincere il 1 ° distretto della costa orientale di Harris. Ma quelle speranze erano sostanzialmente in bancarotta quando un giudice del Maryland ha scoperto che quella mappa era un gerrymander illegale e ne ha ordinato uno nuovo.

La mappa finale ora mostra il distretto solidamente rosso e gli analisti politici ritengono che Harris sia al sicuro a novembre.

Leave a Comment