Rage Against The Machine dice “ferma la Cortile Suprema”

RATM 2007  (non molte foto recenti)

RATM 2007 (non molte foto recenti)
Foto: Bryan Bedder (Getty Images)

I Rage Against The Machine hanno suonato il loro primo spettacolo dal vivo insieme in 11 anni nel locale musicale Alpine Valley del Wisconsin questo fine settimana –un incontro che è stato annunciato nel 2019 (vedi il titolo prevedibile di quella storia) e avrebbe dovuto coincidere con le elezioni presidenziali prima di essere posticipato a causa del COVID. E come ti aspetteresti da Rage Against The Machine, c’è stata una furia. (Oh, non lasciarmi alcune persone incredibilmente stupide scoprire!)

Come riportato Milwaukee Journal Sentinel, la serie non presentava quasi nessuna chiacchierata o battuta sul palco, ma lo schermo dietro il nastro continuava a mostrare immagini rilevanti come “un agente di pattuglia di frontiera in posa minacciosa con un pastore tedesco che abbaia”, “un furgone della polizia di El Paso che brucia al rallentatore” e “un ragazzo bendato ha strappato una piñata che sembrava un agente ICE.” Tuttavia, il messaggio più diretto (sì, più diretto di un bambino che colpisce la piñata di un agente ICE) è stata la dichiarazione sullo schermo sulla decisione della Corte Suprema di ribaltare Roe v. Wade:

Parto forzato in un paese in cui il tasso di mortalità materna per le madri nere è da due a tre volte superiore a quello per le madri bianche. Parto forzato in un Paese in cui la violenza armata è la prima causa di morte per bambini e adolescenti. INTERROMPERE LA CORTE SUPREMA.

Altrove nello spettacolo, c’è stato un momento apparentemente “eccitante” in cui Zack de la Rocha “ha ripetuto tranquillamente” la frase “Penso di aver sentito uno sparo” durante il testo di “Wake Up” e “Killing In The Name”. ” (che di recente diffuso come parte del programma di marketing della stazione radiofonica) sono stati modificati per indicare che non solo la polizia, ma anche alcuni politici “bruciano croci”.

Il Rivista Sentinella rileva inoltre che Rage sta donando $ 475.000 dalla vendita dei biglietti per quello spettacolo e altri due presso lo United Center vicino a Chicago a “organizzazioni per i diritti riproduttivi in ​​Wisconsin e Illinois”.

Leave a Comment