Per convenzione dunque, a lui Stati Uniti prudenti stanno calpestando l’acqua morta da un COVID-19 trasformato

Il coronavirus in rapido movimento ha dato il via all’estate negli Stati Uniti con una raffica di infezioni ma relativamente pochi decessi rispetto alle precedenti incarnazioni.

Il COVID-19 sta ancora uccidendo centinaia di americani ogni giorno, ma non è così pericoloso come lo era lo scorso autunno e inverno.

“Sarà una bella estate e ci meritiamo questa pausa”, ha affermato Ali Mokdad, professore di scienze metriche della salute presso l’Università di Washington a Seattle.

Poiché sempre più americani sono stati protetti da malattie gravi attraverso vaccinazioni e infezioni, il COVID-19 si è trasformato, almeno per ora, in una preoccupazione spiacevole e scomoda per molti.

“Ci sentiamo cauti ora”, ha affermato il dottor Dan Kaul, specialista in malattie infettive presso l’Università del Michigan Medical Center di Ann Arbor. “Per la prima volta che posso ricordare, quasi da quando è iniziato, non abbiamo pazienti (COVID-19) nella nostra unità di terapia intensiva.

Mentre il paese segna il 4 luglio, il bilancio medio giornaliero delle vittime di COVID-19 negli Stati Uniti si aggira intorno a 360. L’anno scorso, durante una simile pausa estiva, era di circa 228 all’inizio di luglio, rimanendo il più basso numero di vittime giornaliere negli Stati Uniti dal 2020 . Marzo, quando il virus ha iniziato a diffondersi negli Stati Uniti.

Tuttavia, in questo periodo dell’anno scorso, ci sono stati molti meno casi a meno di 20.000 al giorno. Ora sono circa 109.000 e probabilmente un numero insufficiente perché non ci sono rapporti regolari a casa.

Oggi, al terzo anno di pandemia, è facile sentirsi confusi per il quadro misto: aumenta la probabilità di infezioni ripetutee una percentuale significativa di persone infette sperimenterà sintomi prolungati di COVID-19.

Tuttavia, l’enorme rischio di morte è diminuito per molte persone.

“E questo perché ora siamo in una situazione in cui il sistema immunitario di tutti ha visto il virus o il vaccino due o tre volte”, ha affermato il dottor David Dowdy, un epidemiologo di malattie infettive presso la Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health. “Col tempo, il corpo impara a non reagire in modo eccessivo quando vede questo virus.

“Stiamo vedendo persone ammalarsi in media sempre meno”, ha detto Dowdy.

Secondo un modello influente, ben 8 persone su 10 negli Stati Uniti sono state infettate almeno una volta.

Il tasso di mortalità per COVID-19 è stato un obiettivo in movimento, ma di recente è sceso a metà stagione influenzale, secondo i dati analizzati da Mara Aspinall, ricercatrice del settore sanitario dell’Arizona State University.

All’inizio, alcune persone hanno detto che il coronavirus non era mortale come l’influenza, “e non è stato vero per molto tempo”, ha detto Aspinall. Allora, le persone non avevano l’immunità. Il trattamento era sperimentale. Non c’era il vaccino.

Ora, secondo Aspinall, l’immunità risultante ha ridotto il tasso di mortalità a quello di una tipica stagione influenzale. Negli ultimi dieci anni, il tasso di mortalità per influenza è stato di circa il 5-13% degli individui ricoverati.

Grandi differenze separano l’influenza dal COVID-19: il comportamento del coronavirus continua a sorprendere gli esperti di salute e non è chiaro se seguirà un andamento stagionale simile all’influenza.

Una raffica di onde delta è seguita la scorsa estate, quando le vaccinazioni sono diventate ampiamente disponibili per la prima volta negli Stati Uniti, e poi è arrivata l’omicron, che ha ucciso 2.600 americani al giorno al suo picco lo scorso febbraio.

Gli esperti concordano sul fatto che potrebbe emergere una nuova variante in grado di evitare l’immunità accumulata nella popolazione. E anche i sottotipi di omicron BA.4 e BA.5 a rapida diffusione possono contribuire al cambiamento dei decessi.

“Pensavamo di averlo capito fino a quando non sono arrivate queste nuove sottovarianti”, ha affermato il dottor Peter Hotez, specialista in malattie infettive al Baylor College of Medicine in Texas.

Secondo lui, sarebbe lecito presumere che una nuova variante arriverà entro la fine dell’estate e raggiungerà la nazione.

“E poi un’altra ondata di tardo autunno-inverno”, ha detto Hotez.

Il bilancio delle vittime potrebbe aumentare in molti stati nelle prossime settimane, ma è probabile che gli Stati Uniti nel loro insieme vedranno un leggero calo, ha affermato Nicholas Reich, che compila le previsioni del coronavirus per i Centers for Disease Control and Prevention in collaborazione con i Centers for Disease Controllo e prevenzione. e prevenzione.

“Abbiamo visto il numero di ricoveri per COVID aumentare a circa 5.000 nuovi ricoveri ogni giorno da poco più di 1.000 all’inizio di aprile. Ma nello stesso periodo c’è stato solo un leggero aumento dei decessi a causa del COVID”, ha affermato Reich, professore di biostatistica all’Università del Massachusetts Amherst.

Il CDC stima, sulla base dei dati disponibili di aprile, che le persone non vaccinate hanno un rischio sei volte maggiore di morire per COVID-19 rispetto alle persone che hanno ricevuto almeno la serie di vaccinazioni primarie.

Quest’estate, considera la tua vulnerabilità e le persone intorno a te, specialmente nei grandi raduni perché il virus si diffonde così rapidamente, ha detto Dowdy.

“Ci sono ancora persone che corrono grandi rischi”, ha detto.

___

L’Associated Press Department of Health and Science riceve il sostegno del Department of Research Education presso l’Howard Hughes Medical Institute. AP è l’unico responsabile di tutti i contenuti.

Leave a Comment