L’S&P 500 ha avuto la peggior minima 50 , tuttavia il borsa di pelle 60/40 né è inutilizzabile

Operatore di borsa al piano della Borsa di New York.

Spencer Platt | Notizie Getty Images | Getty Images

Il Indice S&P 500Il barometro azionario statunitense aveva il suo il peggior primo tempo risale a più di 50 anni fa.

Secondo gli investitori, l’indice è sceso del 20,6% negli ultimi sei mesi dal picco di inizio gennaio, il calo più grande dagli anni ’70. preoccupazioni per decenni di inflazione.

Nel frattempo, anche le obbligazioni hanno sofferto. Il Bloomberg aggregato statunitense l’indice obbligazionario è sceso di oltre il 10 per cento durante l’anno.

La dinamica potrebbe indurre gli investitori a ripensare la loro strategia di asset allocation.

Altro da Finanza personale:
I rollover dell’IRA spesso comportano commissioni di investimento più elevate
Gli studenti si assumono “debiti insopportabili” per il college
Solo l’1% delle persone ottiene un punteggio perfetto in questo quiz sulla sicurezza sociale

Mentre il portafoglio 60/40, una classica strategia di asset allocation, può essere criticato, i consulenti finanziari e gli esperti non pensano che gli investitori dovrebbero chiederlo a gran voce. Ma probabilmente dovrà essere regolato.

“È stretto, ma non è morto”, ha affermato Allan Roth, un pianificatore finanziario certificato con sede a Colorado Springs, Colorado e fondatore di Wealth Logic.

Come funziona la strategia di portafoglio 60/40

La strategia assegna il 60% alle azioni e il 40% alle obbligazioni, un portafoglio tradizionale che comporta un livello di rischio moderato.

In generale, 60/40 è un’abbreviazione per il tema più ampio della diversificazione degli investimenti. Il pensiero va così: quando le azioni (il motore di crescita di un portafoglio) hanno prestazioni scarse, le obbligazioni fungono da zavorra perché spesso non si muovono in tandem.

Il classico mix 60/40 include azioni statunitensi e obbligazioni investment grade (come titoli del Tesoro USA e debito societario di alta qualità), ha affermato Amy Arnott, stratega di portafoglio di Morningstar.

Le condizioni di mercato hanno enfatizzato il mix 60/40

Fino a poco tempo, questa combinazione era difficile da battere. Secondo uno studio recente, gli investitori con un mix core 60/40 hanno avuto rendimenti più elevati in ciascuno dei periodi di tre anni dal 2009. metà del 2021 Dicembre. analisi di Arnott.

I bassi tassi di interesse e l’inflazione al di sotto della media hanno rafforzato le azioni e le obbligazioni. Ma le condizioni di mercato sono cambiate radicalmente: i tassi di interesse sono in aumento e l’inflazione è in aumento 40 anni.

Le azioni statunitensi hanno risposto tuffarsi in un mercato ribassistae anche le obbligazioni sono diminuite in una certa misura non si vede da molti anni.

Di conseguenza, il portafoglio medio 60/40 è in difficoltà: secondo Arnott, quest’anno fino al 30 giugno è diminuito del 16,9%.

Se fosse vero, quel tasso seguirebbe solo le due flessioni dell’era della Depressione, nel 1931 e nel 1937, quando le perdite superarono il 20%. analisi Ben Carlson, direttore della gestione patrimoniale istituzionale presso i rendimenti storici annuali 60/40 della Ritholtz Wealth Management con sede a New York.

“Non c’è ancora alternativa migliore”

Certo, l’anno non è ancora finito; ed è impossibile prevedere se (e come) le cose andranno meglio o peggio.

I consulenti finanziari affermano che l’elenco di altre buone opzioni è scarso in un momento in cui la maggior parte delle classi di attività è sotto pressione.

Se hai contanti in questo momento, stai perdendo l’8,5% all’anno.

Jeffrey Levine

Responsabile della pianificazione, Buckingham Wealth Partners

“Okay, quindi pensi che il portafoglio 60/40 sia morto”, ha affermato Jeffrey Levine, CFP e chief planning officer di Buckingham Wealth Partners. “Se sei un investitore a lungo termine, cos’altro farai con i tuoi soldi?”

“Se stai detenendo contanti in questo momento, stai perdendo l’8,5% all’anno”, ha aggiunto.

“Non c’è ancora alternativa migliore”, ha detto Levine, che vive a St. Louis. “Di fronte a un elenco di opzioni scomode, scegli la meno scomoda”.

Gli investitori potrebbero dover ricalibrare il loro approccio

Sebbene il portafoglio 60/40 potrebbe non essere obsoleto, gli investitori potrebbero dover ricalibrare il loro approccio, affermano gli esperti.

“Non si tratta solo del 60/40, ma di cosa sia il 60/40”, ha detto Levine.

Ma prima, gli investitori dovrebbero rivedere la loro asset allocation complessiva. Forse 60/40 – una strategia media, non troppo conservatrice o aggressiva – non fa per te.

La scelta di quella giusta dipende da molti fattori che bilanciano l’emotivo e il matematico, come i tuoi obiettivi finanziari, quando prevedi di andare in pensione, la tua aspettativa di vita, il tuo livello di comfort con la volatilità, quanto intendi spendere in pensione e il tuo desiderio ritirarsi. recuperare quei costi quando il mercato si riprenderà, ha detto Levine.

La diversificazione è come una polizza assicurativa

Il mercato attuale ha anche mostrato il valore di una più ampia diversificazione degli investimenti nel mix di azioni e obbligazioni, ha affermato Arnott.

Ad esempio, quando la diversificazione è inclusa nelle categorie di azioni e obbligazioni nell’ambito della strategia 60/40, la perdita totale di quest’anno fino al 30 giugno è era del 13,9%, una perdita del 16,9% rispetto alla versione classica, che comprende azioni statunitensi e obbligazioni investment grade. secondo Arnot.

(Il portafoglio di prova più diversificato di Arnott ha allocato il 20% ciascuno a titoli statunitensi a grande capitalizzazione e obbligazioni investment grade; il 10% ciascuno a titoli dei mercati sviluppati ed emergenti, obbligazioni globali e obbligazioni ad alto rendimento; e il 5% a small cap. limit azioni, materie prime, oro e investimenti in fondi immobiliari.)

“Non abbiamo visto tali [diversification] benefici per molti anni”, ha detto. La diversificazione “è come una polizza assicurativa, nel senso che costa denaro e potrebbe non ripagare sempre.

“Ma quando lo fa, probabilmente sei contento di averlo avuto”, ha aggiunto Arnott.

Leave a Comment