Le obbligazioni scendono in quel mentre l’crescita dell’stagnazione aumenta le scommesse su un crescita del rapporto della Fed 100 punti fondamento

(Bloomberg) — I rendimenti dei Treasury USA sono aumentati dopo che un altro rapporto sull’inflazione più caldo del previsto ha acceso le scommesse secondo cui la Federal Reserve potrebbe aumentare i tassi di interesse fino a un intero punto percentuale questo mese.

I più letti da Bloomberg

I titoli a breve termine, che sono sensibili ai cambiamenti di politica, hanno guidato i guadagni, con il rendimento delle obbligazioni a due anni che è salito di ben 16 punti base al 3,21%, dopo essere diminuito prima del balzo. Ciò ha spinto il rendimento più alto del rendimento delle obbligazioni a 10 anni dal 2006, segnalando un rischio crescente che tassi di interesse più elevati fermino la crescita economica.

L’aumento annuale dell’indice dei prezzi al consumo del 9,1% è stato il più grande dal 1981. e l’ultimo di una serie di aumenti più rapidi del previsto che stanno costringendo la Fed ad agire in modo più aggressivo per impedire che l’inflazione prenda piede.

Dopo l’annuncio, i trader hanno valutato con una quasi certezza che la Fed avrebbe aumentato il tasso di interesse di riferimento di tre quarti di punto percentuale nelle riunioni di luglio e settembre, con aspettative per un terzo nella riunione di questo mese. Mercoledì, la Bank of Canada ha sorpreso i mercati alzando i tassi di interesse dell’importo.

“I dati principali saranno molto problematici per la messaggistica della Fed e lo saranno per molto tempo”, ha affermato David Robin, stratega di TJM. “Luglio. Un aumento di 75 punti base è una certezza, e ora i 75 punti base stanno tornando ad essere una certezza reale a settembre, poiché la Fed continua a rimanere più indietro rispetto alla curva.

L’inflazione persistente arriva dopo che la Fed ha alzato il tasso di interesse di riferimento di 75 punti base a giugno, il più grande aumento dal 1994, e una politica monetaria più restrittiva ha raffreddato i settori dell’economia sensibili ai tassi di interesse come le vendite di case. Un altro aumento di tre quarti di punti a luglio era già stato prezzato in swap prima dei dati CPI; contratti successivi hanno valutato la probabilità di un passaggio ancora più grande.

I titoli del Tesoro hanno ridotto le perdite negli scambi mattutini poiché le azioni sono scese poco dopo la campana di apertura. Il rendimento a due anni è aumentato di circa 13 punti base, mentre il rendimento a 10 anni è aumentato di 5 punti base al 3,02%.

Mentre i prezzi di hotel e biglietti aerei, nonché di autonoleggio, sono diminuiti da maggio a giugno dopo la crescita storica degli ultimi mesi, le pressioni sui prezzi sono aumentate e sono persistite in altri settori, come quello immobiliare.

Questi dettagli suggeriscono che il rapporto sull’inflazione non è così forte come sembrava, poiché il calo di cose come la spesa per i viaggi suggerisce che i consumatori si stanno riducendo, ha affermato Gang Hu, managing partner di Winshore Capital Partners, specializzato in spazi protetti dall’inflazione. investimenti.

È probabile che componenti più forti come le abitazioni si indeboliscano nei prossimi mesi a causa dell’aumento dei tassi, ha affermato Hu.

“Ciò potrebbe aumentare le aspettative di inflazione delle persone e costringere la Fed a superare i limiti”, ha affermato Hu. Non è un “numero favorevole al mercato”, ha detto.

Il mercato degli swap suggerisce che gli oneri finanziari di riferimento della Fed potrebbero raggiungere circa il 3,75% nel primo trimestre dall’attuale livello dell’1,75%. Gli operatori si aspettano quindi che la Fed inizi a tagliare i tassi di interesse.

Gli investitori seguiranno da vicino nei prossimi giorni i segnali dei funzionari della Fed sull’eventuale aumento dei rialzi dei tassi di interesse il 27 luglio. all’incontro.

Priya Misra, responsabile globale della strategia dei tassi di interesse presso TD Securities, ha affermato di aspettarsi che la Fed manterrà aumenti di tre quarti di punto, date le indicazioni anticipate del presidente Jerome Powell.

“La Fed è molto agile e punta incondizionatamente sull’inflazione. Ma pensiamo che stiano compiendo 75 anni”, ha detto a Bloomberg Television. “Vedremo se il loro messaggio cambia.”

I più letti da Bloomberg Businessweek

© 2022 Bloomberg LP

Leave a Comment