Le metropolitane Colorado, Utah e Idaho hanno avuto il maggior esibizione venditori a falciare i prezzi delle case a giugno

Un certo numero di venditori negli Stati Uniti stanno tagliando i prezzi tassi ipotecari elevati e i timori di una potenziale recessione tengono a bada molti aspiranti acquirenti.

Un recente rapporto Redfin ha rilevato che oltre il 25% dei venditori di case in tre quarti delle aree metropolitane monitorate da intermediari a livello nazionale ha abbassato i prezzi richiesti a giugno.

In alcune aree, oltre il 60% dei venditori ha ridotto i prezzi, cosa che secondo il rapporto è “diventata una caratteristica comune di un mercato immobiliare in raffreddamento, specialmente nelle aree che erano popolari tra gli acquirenti di case all’inizio della pandemia”.

immobiliare

nel 2019 4 gennaio Un cartello “In vendita” viene visualizzato fuori da una casa a Pittsburgh, in Pennsylvania. (Foto AP/Keith Srakocic, File/Ufficio stampa AP)

I tassi dei mutui a trent’anni sono molto più alti di quanto non fossero all’inizio di quest’anno, il che ha “veramente assorbito i budget degli acquirenti di case”, ha detto a FOX Business Daryl Fairweather, capo economista di Redfin.

Secondo l’acquirente di mutui Freddie Mac, tassi ipotecari fissi a 30 anni una media del 5,54 per cento. questa settimana rispetto al 5,51% di una settimana fa.

I TASSI DI MUTUO SALTO COME CREME A CASA CONVENIENTE

Alcuni acquirenti di case hanno dovuto ritirarsi del tutto dal mercato degli acquisti e affronta il mercato degli affittimentre altri sono ancora in gioco ma “hanno molte meno probabilità di fare offerte al di sopra del prezzo richiesto o intrattenere case troppo care”, ha aggiunto Fairweather.

Poiché gli acquirenti sono “più nervosi”, i venditori stanno scontando e abbassando i prezzi. Fairweather ha affermato che i venditori non hanno più il lusso di scegliere tra dozzine di offerte come hanno fatto all’inizio dell’anno.

Secondo l’analisi, Boise, nell’Idaho, aveva la quota più alta di acquirenti, il 61,5%, che ha abbassato i prezzi richiesti. Questo è in aumento dal 25,7% nel 2021. nel mese di giugno

cartello in vendita davanti all'edificio

nel 2022 14 marzo Un cartello “In vendita” è esposto davanti a una casa a Washington. (Stefani Reynolds/AFP tramite Getty Images/Getty Images)

Denver, Colorado e Salt Lake City, Utah non erano molto indietro, con il 55,1% e il 51,6% dei venditori che hanno ridotto i loro prezzi, afferma il rapporto.

Quasi la metà dei venditori a Tacoma, Washington; Anche Grand Rapids, Michigan e Sacramento, California, hanno tagliato i prezzi.

Boise, Salt Lake City, Sacramento e Tampa erano hotspot popolari nel 2020. estate fino al 2022 Marzo. gli acquirenti di case si sono trasferiti dai costosi centri di lavoro costieri, approfittando dei bassi tassi di mutuo e del telelavoro”, secondo Redfin.

LA CRISI DEI PRODOTTI INDUSTRIALI DEL MERCATO IMMOBILIARE STATUNITENSE PEGNA, NUOVA ANALISI

Ma la loro popolarità era contro di loro.

“La loro popolarità ha portato a una forte concorrenza per a offerta limitata di case in vendita, aumentando i prezzi e rendendoli inaccessibili per molti acquirenti”, continua il rapporto.

Ad esempio, la tipica casa di Boise è stata venduta per $ 550.000 a maggio, il 60% in più rispetto a due anni fa, secondo il rapporto. Allo stesso modo, i prezzi medi delle case a Sacramento sono aumentati del 44% a $ 610.000.

“Il sentimento dei consumatori sta anche rendendo gli acquirenti di case più riluttanti ad allungare i propri budget”, ha aggiunto Fairweather.

Secondo Fairweather, gli acquirenti di case sono preoccupati non solo per il continuo aumento dell’inflazione, ma anche per ciò che accadrebbe se l’economia cadesse in recessione e la disoccupazione aumentasse.

Ticker Sicurezza L’ultimo Modificare Modificare %
RDFN REDFIN CORP. 9:30 del mattino -0,51 -5,20%
RLGY bene bene bene bene
ZG ZILLOW GROUP INC. 36.45 -1.22 -3,24%

CLICCA QUI PER LEGGERE DI PIÙ SU FOX BUSINESS

“Gli acquirenti di case non vogliono trovarsi in una situazione in cui non possono permettersi il mutuo perché non hanno il reddito che pensavano di avere”, ha aggiunto Fairweather.

Ecco le prime dieci metropolitane che hanno visto il maggior calo delle venditeping i loro prezzi a giugno:

  1. Boise, Idaho: 61,5%
  2. Denver, Colorado: 55,1%
  3. Salt Lake City, Utah: 51,6%
  4. Tacoma, Washington: 49,5 per cento.
  5. Grand Rapids, Michigan: 49,3%.
  6. Sacramento, California: 48,7%
  7. Seattle, Washington: 46,3 per cento.
  8. Portland, Oregon: 45,7%
  9. Tampa, Florida: 44,5%
  10. Indianapolis, Indiana: 44,1%

Leave a Comment