Le domande rimangono una volta che la scarica Renton uccide 1, di quello ferisce sei

La polizia di Renton afferma che stanno ancora indagando su ciò che ha portato all’argomento che ha portato alla sparatoria.

La polizia di Renton ha detto che intorno all’una di notte di sabato. mattina a più chiamate 9-1-1 che riportavano spari vicino a Logan Avenue South e 2nd Street, vicino al Music Hall dove si è tenuto l’evento.

“Le unità hanno effettivamente sentito degli spari quando sono arrivate”, ha detto il detective della polizia di Renton Robert Onishi. “Tutti i sospetti erano spariti, ci sono state più vittime di colpi di arma da fuoco, alcuni sono stati curati sulla scena, altri sono stati trasportati da soli negli ospedali della zona”.

Secondo la polizia, un uomo di 32 anni di Tacoma è stato ucciso a colpi di arma da fuoco e altre sei persone sono state colpite da colpi di arma da fuoco e ferite. Le loro condizioni non sono ancora note.

“Crediamo che sia tutto legato a una sorta di disputa avvenuta qui – non è un incidente casuale – non ce l’abbiamo ancora, ma i tiratori sono stati identificati”, ha detto il detective Onishi.

La polizia di Renton sta chiedendo a chiunque abbia informazioni sul caso di contattare Scott Barfield al 425-430-7534 e fare riferimento al caso n. 22-7518.

Viene meno di un mese dopo che otto persone sono state uccise a un rave a Tacoma e settimane dopo che le persone sono state uccise a una parata a Highland Park, Illinois.

Tremayne Edwards con Alleanza per la responsabilità delle armi ritiene che la ripetuta violenza armata nei luoghi pubblici colpisca sia i feriti che gli astanti.

“Ogni volta che quegli spazi vengono violati con un’arma insensata, risuona con le persone”, ha detto Edwards. “Potrebbe avere un effetto domino”.

Incoraggia le persone a imparare e impegnarsi.

“Aiutiamo davvero a condividere l’istruzione pubblica perché non dobbiamo vivere in questo modo”, ha detto Edwards. “Non dobbiamo preoccuparci costantemente del fatto che lo sia o meno, non è questo l’atteggiamento della nostra comunità e sappiamo di poter avere una cultura che equilibri diritti e responsabilità”.

Leave a Comment