La sbalorditiva abbondanza su BA.5 crea la pericolosa su COVID con California

Poiché la California subisce un’altra intensa ondata di coronavirus, la sbalorditiva prevalenza della sottovariante BA.5 è oggetto di un crescente controllo scientifico e gli esperti affermano che può riprodursi in modo molto più efficiente rispetto alle versioni precedenti di Omicron.

Rispetto ai suoi antenati, l’ultima sottovariante di Omicron BA.5 potrebbe avere maggiori possibilità di fare più copie del coronavirus una volta che entra nelle cellule umane, il che potrebbe essere un fattore nella problematica ondata di Omicron quest’estate.

Molto molto Lontano versione dominante Secondo i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie, il coronavirus a livello nazionale ha rappresentato il 65% dei nuovi casi nella settimana conclusasi sabato. famiglia Omicron altamente contagiosa, ha affermato il dott. Eric Topol, direttore dello Scripps Research Translation Institute di La Jolla.

“Puoi ricordare il termine Deltacron usato prematuramente molti mesi fa durante la pandemia. Tuttavia, la capacità di BA.5 di infettare le cellule è più simile a Delta rispetto alla precedente famiglia di varianti di Omicron”, ha scritto Topol. articolo del blog.

In molti modi, questa ondata di pandemia era diversa dalle altre onde di Omicron all’inizio di quest’anno. Gli esperti sanitari affermano che il comportamento del ceppo altamente contagioso suggerisce che dovrebbero essere prese precauzioni prudenti.

Citando la prestampa rapporto dall’Australia, Topol ha citato i dati di uno studio di laboratorio che mostrano che BA.5 produce molte più copie del coronavirus rispetto al precedente Sottovariante Omicron, BA.2.

“Ci sono più copie del virus perché BA.5 ha una capacità molto migliore di entrare nelle cellule … il che potrebbe aiutare a spiegare perché questa versione del virus ha causato così tanti problemi, più di altre sottovarianti di Omicron”, ha scritto Topol nel suo inviare. .

Se BA.5 mantiene la sua posizione di principale variante dominante per un po’, potrebbe eventualmente stabilizzare la situazione in California e alla fine segnalare una situazione in cui i casi alla fine diminuiranno, ha affermato il medico delle malattie infettive Peter Chin-Hong. – esperto di malattie presso la UC San Francisco.

Ma la potenziale chiave in questo scenario sta emergendo altro Una sottovariante di Omicron, BA.2.75, era una preoccupazione in India.

“E lo so, è molto scoraggiante”, ha detto Chin-Hong. Tuttavia, dice, ci sono modi per vivere la vita adottando misure per ridurre il rischio.

I passaggi comuni raccomandati dai funzionari della sanità pubblica includono tenersi aggiornati su vaccinazioni e richiami, sottoporsi a test prima di partecipare a raduni o eventi e indossare maschere quando si è al chiuso o in luoghi pubblici affollati.

Separatamente, BA.5 sembra raddoppiare la precedente funzione di “fuga immunitaria” di Omicron, la capacità del virus di sfuggire alla risposta immunitaria del corpo umano innescata da vaccinazioni o precedenti infezioni.

Tra l’inizio di marzo e l’inizio di maggio, la California ha registrato circa 2.300 reinfezioni a settimana. Tra metà maggio e metà giugno, lo stato ha riportato circa 10.400 reinfezioni settimanali, nel periodo in cui BA.5 e un’altra sottovariante strettamente correlata, BA.4, hanno iniziato a diffondersi ampiamente.

La prima sottovariante di Omicron BA.1, che si è diffusa rapidamente negli Stati Uniti dopo il Ringraziamento, presentava già una serie di mutazioni che rendevano più difficile riconoscerla da parte del nostro sistema immunitario.

“Quindi quello che è successo ora è che con BA.5, ci sono mutazioni su BA.1 che rendono più difficile per il nostro sistema immunitario riconoscerlo”, ha detto Topol.

Preoccupanti sono stati anche i dati iniziali dello studio australiano, che hanno mostrato una ridotta efficacia Evusheld, un anticorpo monoclonalecontro BA.5.

“Quindi questa è un’altra caratteristica della fuga immunitaria è che i nostri anticorpi monoclonali non funzionano altrettanto bene”, ha detto Topol.

La questione se BA.5 causi malattie più gravi negli esseri umani non è stata risolta.

I dati provenienti dal Sud Africa hanno mostrato che BA.5 non ha modificato il rischio di ricovero rispetto alle versioni precedenti di Omicron, ha affermato Chin-Hong.

Il numero di casi di coronavirus nello stato è rimasto alto per mesi, infettando molte persone e interrompendo le operazioni commerciali. Sempre più pazienti contagiati dal coronavirus sono ricoverati in ospedale.

Nella settimana terminata giovedì, la California ha registrato più di 15.500 nuovi casi di coronavirus al giorno. Su base pro capite, si tratta di circa 278 casi a settimana per 100.000 abitanti. È in calo di circa il 12% rispetto alla scorsa settimana, ma funzionari ed esperti affermano che l’apparente calo potrebbe essere stato in parte dovuto all’interruzione dei dati durante il fine settimana festivo del 4 luglio.

Il numero di casi di coronavirus nella contea di Los Angeles è stato relativamente stabile nell’ultima settimana, ma rimane alto a circa 5.400 casi al giorno. Su base pro capite, si tratta di 373 casi di coronavirus ogni 100.000 residenti a settimana.

I totali ufficiali sono quasi sicuramente molto bassi per via dei test casalinghi ampiamente utilizzati con risultati non riportato in modo affidabile.

In tutto lo stato, 4.227 pazienti sono stati infettati dal coronavirus furono ricoverati in ospedale lunedì, il numero di un giorno più alto dalla fine di febbraio. Nella contea di Los Angeles, l’ultimo numero di pazienti è stato di 1.153, con un aumento del 54% rispetto a due settimane fa.

Sebbene un numero significativo di questi pazienti non sia ricoverato in ospedale a causa di complicazioni dovute al COVID-19 e possa essere risultato positivo dopo aver cercato assistenza per un altro motivo, i funzionari affermano che stanno comunque mettendo a dura prova le risorse a causa dei servizi aggiuntivi necessari alla diffusione del virus.

E finché le velocità di trasmissione rimangono elevate, è improbabile che i sistemi sanitari vedano molto sollievo.

“Con l’aumento dei casi, è chiaro che sempre più persone hanno bisogno di cure mediche, e non solo nei nostri ospedali, ma anche nei pronto soccorso e nei centri di assistenza urgente pieni di persone che necessitano di cure per malattie legate al COVID”, LA. Lo ha detto il direttore della sanità pubblica della contea, Barbara Ferrer, durante un recente briefing.

Anche il numero di decessi per COVID-19 sta iniziando ad aumentare nella contea di Los Angeles, da circa 50 decessi a settimana all’inizio di giugno a quasi 100 decessi a settimana ora. Al culmine dell’impennata invernale di Omicron, la contea di Los Angeles ha riportato più di 500 decessi a settimana.

In precedenti focolai, i ceppi dominanti, come Delta la scorsa estate o Alpha, in precedenza persistevano per un periodo piuttosto lungo e non venivano rapidamente sostituiti dai loro successori, il che significa che una persona infetta poteva godere di un alto livello di protezione forse per diversi mesi.

Questo termine è stato notevolmente abbreviato nell’area di Omicron. Solo da aprile, tre diversi sottovarianti — BA.2, BA.2.12.1 e ora BA.5 — è stato stimato essere il ceppo dominante in tutto il paese. Questa rapida successione significa che qualcuno può essere infettato da una versione precedente di Omicron ed essere nuovamente infettato da una versione successiva poche settimane dopo.

“Molte persone che sono state infettate di recente possono essere infettate di nuovo entro tre o quattro settimane, rispetto ai vecchi tempi quando avevano una finestra di tre mesi” quando la reinfezione è meno probabile, ha detto Chin-Hong.

Chin-Hong ha detto di conoscere persone che, dopo essere state infettate, hanno ritenuto di aver dato loro il permesso di “uscire di più e non preoccuparsi” di essere reinfettate. “Questo pensiero non è eccezionale quando la protezione delle sottovarianti Omicron sta cambiando”, ha aggiunto.

Mentre alcune persone rimangono asintomatiche o hanno sintomi lievi, altre riferiscono un grave disagio, tra cui febbre alta, mal di gola infuriato e nebbia cerebrale e affaticamento che possono durare per settimane, oppure potrebbe essere l’inizio di un lungo COVID-19, quando i sintomi può persistere. mesi o anni.

È anche probabile che alcuni di coloro che hanno evitato l’infezione fino ad ora non stiano più adottando alcune delle misure protettive che erano soliti adottare, o incontrino familiari e amici che hanno abbandonato le misure di protezione.

Le persone “si prendono più rischi; si muovono; viaggiano”, ha detto Chin-Hong. Anche a San Francisco, un numero significativo di persone non indossa maschere nei luoghi in cui una volta la maschera era onnipresente, il che significa che c’è meno pressione da parte dei pari a indossare una maschera nei luoghi in cui era comune, ha detto Chin-Hong.

Attualmente, le misure rimangono in gran parte volontarie in molti luoghi pubblici, ma un recente aumento dei ricoveri a causa del coronavirus ha spinto la contea di Los Angeles a emettere un nuovo mandato per la maschera che si applicherebbe ai luoghi pubblici al chiuso. La contea richiede già maschere sui trasporti pubblici e negli aeroporti, nelle strutture sanitarie e nelle case di cura, nonché ambienti di lavoro quando ci sono stati tre o più casi di coronavirus in due settimane.

Se le tendenze attuali continuano, LA County potrebbe uscire dal mezzo COVID-19 a livello di comunità — definito dai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie e tassi di casi e ricoveri — a livelli elevati già giovedì.

Se la contea sperimenta livelli elevati di COVID-19 acquisito in comunità per i prossimi tre giovedì consecutivi, i funzionari sanitari sono pronti per iniziare il 29 luglio. implementare un nuovo mandato di maschera universale negli spazi pubblici dai 2 anni in su.

Leave a Comment