La Reggia Suprema degli Stati Uniti chiede al Maryland nel corso di impedire le proteste verso l’esterno dalle case dei giudici

Il capo della sicurezza della Corte Suprema degli Stati Uniti ha chiesto al governatore del Maryland Larry Hogan di far rispettare le leggi che vietano il picchettaggio fuori dalla casa dei giudici della più alta corte del Maryland, affermando che le proteste e le “attività minacciose” sono aumentate.

Il 1° luglio il maresciallo della Corte superiore Gail Curley ha presentato la mozione. in una lettera a Hogan, osservando che la legge del Maryland vieta alle persone di riunirsi intenzionalmente “in un modo che violi il diritto di un individuo alla pace nella casa dell’individuo”.

“Sto scrivendo per chiedere che la polizia di stato del Maryland, insieme alle autorità locali, applichi le leggi contro il picchettaggio nelle case dei giudici della Corte suprema che risiedono nel Maryland”, ha detto Curley a Hogan, secondo la lettera, che è stata pubblicata sul sito web di Fox News .

Iscriviti ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Gli attivisti per i diritti dell’aborto hanno iniziato a protestare fuori dalle case del giudice capo John Roberts e del giudice Brett Kavanaugh nel Maryland e dalla casa del giudice Samuel Alito Jr. in Virginia dopo che una bozza di parere è trapelata a maggio suggerendo che la corte avrebbe ribaltato Roe v. Wade, il 1973 dominante. garantire alle donne il diritto all’aborto.

La corte ha emesso un parere definitivo il mese scorso in tal senso.

Curley ha ricordato al governatore di aver detto a maggio di essere “molto preoccupato” per il picchettaggio delle case dei giudici nel suo stato. Hogan ha fatto l’annuncio in una lettera congiunta con il governatore della Virginia Glenn Youngkin al procuratore generale degli Stati Uniti Merrick Garland cercando di far rispettare una legge federale che vieta le manifestazioni volte a influenzare i giudici nei casi pendenti.

“Da allora, l’attività di protesta a casa del giudice e l’attività minacciosa sono solo aumentate”, ha detto Curley a Hogan, aggiungendo che i manifestanti hanno usato le corna dell’esca, cantato slogan e suonato i tamburi per settimane.

La lettera indicava anche “tentativo alla vita del giudice”, un apparente riferimento all’arresto di un uomo californiano armato di pistola, coltello e spray al peperoncino vicino alla casa di Kavanaugh il mese scorso. leggi di più

Iscriviti ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Segnalazione di Jonathan Landaus; A cura di David Gregorio

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Leave a Comment