La nato da un mediatore nato da pubblica sicurezza caduto nato da Detroit sta parlando

DETROIT – Suo marito è stato ucciso mentre era in servizio. Ora una vedova Scaffale di Detroit l’ufficiale Loren Courts parla della sua vita e della sua eredità.

Nonostante lo shock e il dolore, la famiglia dell’agente Courts vuole che tu sappia che era un marito, un padre e un agente di polizia eccezionali.

Tutto ciò che è accaduto dalla notte di mercoledì (6 luglio) è stato surreale e, soprattutto, incredibilmente ingiusto per la famiglia.

È tutto travolgente e così molto, molto difficile.

“Sono arrabbiata, ma sono più triste”, ha detto Kristine Courts. “Sono triste di non poterlo più vedere, di non poterlo più abbracciare. sono triste Non so se ho tempo per arrabbiarmi adesso.

Kristine e Loren Courts hanno due bellissimi bambini, Devin Courts di nove anni, che indossa una maglietta di Batman, e Darien Courts di 15 anni, che indossava le maglie della Michigan State University quando suo padre frequentava la scuola.

Pubblicità

Leggi: “Erano sotto attacco”: la polizia di Detroit descrive gli eventi che hanno portato all’uccisione dell’ufficiale, elogiando l’eroismo del partner

Vogliono che tu sappia del loro padre.

“Qual era la tua cosa preferita da fare con tuo padre”, ha chiesto Mara MacDonald.

“Parla con lui”, disse Devin Courts. “Guarda un film o gioca insieme”.

“Avrebbe messo giù qualsiasi cosa se avessimo bisogno di qualcosa”, ha detto Darien Courts. “Era sempre lì per quello di cui avevamo bisogno”.

Leggi: L’ufficiale caduto di Detroit segue il padre nella carriera di polizia: “Ho appena amato la sua famiglia”

Loren Courts amava essere un agente di polizia di Detroit, ma Devin e Darien Courts erano il suo numero uno.

Pubblicità

“Continuo a chiedermi perché”, ha detto Kristine Courts. “Pregavo così tanto, e quando eravamo in ospedale, era irreale. Ho quasi perso il mio corpo perché quando sono arrivati, hai capito subito quando è arrivato il dottore. non andava bene”.

Kristine Courts era circondata dalla sua famiglia allargata e dai suoi amici. Quando Local 4 ha visitato, la casa è stata riempita fino alle travi.

Ma per molti versi lei e i suoi figli sono al centro del turbine. Con una grande sensazione di vuoto. Come si riempie quello che ora è un enorme vuoto doloroso?

“C’è molto che non posso fare per loro che lui può fare, e avrebbe dovuto essere qui, e ora ci sono alcune cose che non sarò in grado di fare, ma farò del mio meglio”. Io posso.”

Se vuoi aiutare la famiglia, clicca qui.

Copyright 2022, WDIV ClickOnDetroit – Tutti i diritti riservati.

Leave a Comment