La mutui subprime è per mezzo di contrazione dato che le case rimangono costose

Un cartello “In vendita” a Crockett, in California, martedì 2022. 14 giugno

David Paul Morris | Bloomberg | Getty Images

Man mano che i consumatori diventano più preoccupati per l’inflazione, sempre meno acquistano case e, se stanno acquistando, stanno acquistando case più economiche. La domanda di mutui per la casa è diminuita la scorsa settimana rispetto alla settimana precedente e anche la dimensione media del prestito è diminuita.

Secondo l’indice destagionalizzato della Mortgage Bankers Association, le domande per la casa sono diminuite del 4% per la settimana ed erano inferiori del 18% rispetto alla stessa settimana di un anno fa. L’MBA includeva anche un adeguamento per la vacanza del 4 luglio.

Gli acquirenti si sono ritirati in parte a causa dei tassi ipotecari più elevati, ma i tassi sono rimasti stabili la scorsa settimana. Il tasso medio del contratto per i mutui fissi a 30 anni con saldi di prestito ammissibili ($ 647.200 o meno) è rimasto al 5,74%, con punti che sono scesi a 0,59 da 0,65 (compresa la commissione di origine) per i prestiti con acconti del 20%.

“Le richieste di prestiti sia convenzionali che governativi rimangono deboli a causa dei tassi ipotecari molto più elevati e del deterioramento delle prospettive economiche”, ha affermato l’economista dell’MBA Joel Kan. “Nel 2022 dopo aver raggiunto un massimo record di $ 460.000 a marzo, l’importo medio del prestito è stato di $ 415.000 la scorsa settimana, in calo a causa del possibile rallentamento della crescita dei prezzi delle case e dell’attività di acquisto più debole nella fascia alta del mercato.

Le richieste di rifinanziamento dei mutui, che sono state incredibilmente deboli a causa dei tassi di interesse più elevati, sono aumentate del 2% per la settimana, ma sono state inferiori dell’80% rispetto alla stessa settimana di un anno fa. Allo stesso tempo l’anno scorso, il tasso di interesse medio sui mutui era del 3,09 per cento. Sono rimasti pochissimi mutuatari che non hanno già tassi ipotecari più bassi e potrebbero beneficiare di un rifinanziamento.

Leave a Comment