La “” del parapendio Nick Neynens né sa spostarsi, potrebbe stare fermo al di là un accidente

Il parapendio australiano Nick Neynens potrebbe non camminare mai più dopo essere atterrato duramente su una scogliera mentre scivolava nelle Alpi francesi.

Il 39enne, di Brisbane, si è incontrato con altri tre amici ad Annecy, nel sud-est della Francia, a metà giugno, dove avevano in programma di volare sulle colline.

Nick ha detto che era un’atmosfera rilassata e amichevole con cieli azzurri, niente vento e nessun pericolo.

“Ho volato in molti luoghi e condizioni in tutto il mondo e non sembrava più pericoloso”, ha detto a news.com.au.

Ma solo un giorno dopo l’inizio del viaggio, il pilota d’avventura veterano ha subito un incidente con un aliante e ha colpito duramente una roccia, e la sua vela di riserva non ha avuto il tempo di dispiegarsi a sufficienza.

Nick ha detto che era un'atmosfera rilassata e amichevole con cieli azzurri, niente vento e nessun pericolo.
Nick ha detto che era un’atmosfera rilassata e amichevole con cieli azzurri, niente vento e nessun pericolo
nneynen / Instagram

Nick ha subito gravi ferite nell’incidente aereo dell’orrore. Ora la sua colonna vertebrale è colpita ed è immobile dalla vita in giù.

“Ricordo qualche minuto prima dell’incidente. Non ricordo l’incidente reale, ma so di essere caduto a terra due volte”, ha detto Nick a news.com.au dal suo letto di terapia intensiva al Princess Alexandra Hospital di Brisbane.

“Dopo l’incidente sono rimasto a terra per un po’ per la prima volta e poi in qualche modo sono stato catturato da una raffica di vento che penso abbia gonfiato il mio paracadute causando il secondo incidente, che ha causato la maggior parte dei danni.

Nick si è rivolto a Facebook per condividere un lungo post ringraziando coloro che hanno donato e tutti i messaggi di sostegno che ha ricevuto da tutto il mondo.
Nick ha subito gravi ferite nell’incidente aereo dell’orrore. Ora la sua colonna vertebrale è colpita ed è immobile dalla vita in giù.
nneynen / Instagram

“Il mio amico, che è stato l’ultimo a decollare, ha visto lo schianto dall’alto e ha immediatamente organizzato un elicottero di soccorso.

Nick ricorda di essere salito in alto per attraversare il Col des Aravis, poi di aver notato un vento da ovest vicino all’altezza della cresta e di aver deciso di saltare da quella parte.

“Poco dopo mi trovavo in una boccia di fronte al vento e l’ultima che ho sparato a meno di 400 metri dal luogo dell’incidente ha girato alcune volte nel caldo mite.

Ha detto che ha avuto alcuni colpi di scena in cerca di un passaggio e poi, “Sono caduto dal cielo”.

Il suo amico lo ha visto tirare fuori una scorta che non si è schierata.

Nick è stato trasportato in aereo all’ospedale di Annecy in Francia, dove i medici gli hanno operato la schiena per stabilizzare la frattura vertebrale L1, con altre sue lesioni tra cui un ematoma subdurale (impatto alla testa), lacrima dell’intima aortica e lievi contusioni polmonari (impatto polmonare).

Il 39enne era in ospedale in Francia prima che gli amici si radunassero intorno a lui per aiutarlo a raccogliere più di $ 67.000 per tornare in Australia settimane fa.

Ci è voluto molto tempo per convincere Nick ad accettare l’aiuto finanziario di GoFundMe, ma ora è felice di essere tornato in Australia.

Oltre ai voli di emergenza e di rimpatrio, i contributi verranno utilizzati per coprire le ulteriori spese mediche di Nick, le spese di soggiorno mentre si riprende senza reddito e qualsiasi attrezzatura specializzata di cui potrebbe aver bisogno.

Il 39enne, di Brisbane, si è incontrato con altri tre amici ad Annecy, nel sud-est della Francia, a metà giugno, dove avevano in programma di volare sulle colline.
Il 39enne, di Brisbane, si è incontrato con altri tre amici ad Annecy, nel sud-est della Francia, a metà giugno, dove avevano in programma di volare sulle colline.
nneynen / Instagram

Nick, originario della Nuova Zelanda, ora ha intenzione di tornare lì per essere curato nell’unità spinale.

Ha detto che ha una lunga strada davanti a sé, ma anche se non è sicuro delle sue prospettive di guarigione, è ancora fiducioso.

“La considero una rinascita, ma non so esattamente quante funzioni riprenderò.

Il 39enne era in ospedale in Francia prima che gli amici si radunassero intorno a lui per aiutarlo a raccogliere più di $ 67.000 per tornare in Australia settimane fa.
nneynen / Instagram

“Sono paziente, ci lavoro e non sono troppo emotivo. Ho avuto delle esperienze incredibili con il parapendio ed è successo che è stato un giorno di fallimento.

Parapendio da 15 anni, Nick ha più volte gareggiato nella Red Bull X-Alps, la gara più dura della Terra, stabilito voli da record nazionali ed esplorato angoli del mondo che la maggior parte delle persone si sarebbe solo sognata.

Viene spesso descritto come una “leggenda” del mondo del parapendio.

Parapendio da 15 anni, Nick ha gareggiato numerose volte nella Red Bull X-Alps, la gara più dura della Terra, ha stabilito voli da record nazionali ed esplorato gli angoli del mondo.
Parapendio da 15 anni, Nick ha gareggiato numerose volte nella Red Bull X-Alps, la gara più dura della Terra, ha stabilito voli da record nazionali ed esplorato gli angoli del mondo.
nneynen / Instagram

Nick si è rivolto a Facebook per condividere un lungo post ringraziando coloro che hanno donato e tutti i messaggi di sostegno che ha ricevuto da tutto il mondo. Ha anche discusso se fosse probabile che volasse mai più.

“Ho sempre pensato che fosse uno sport rischioso quando quel genere di cose faceva parte dell’accordo, ma il giorno in cui ricordo che era rilassato e divertente da volare”, ha detto.

“Da pochi minuti prima dell’incidente a pochi giorni dopo, non ricordo. Volerò di nuovo? Non ho mai avuto un attaccamento dogmatico al volo, ho appena scoperto che è il miglior rapporto qualità-prezzo per esplorare e vivere esperienze uniche e speciali nella natura. Ma ora la situazione è cambiata ed è troppo presto per dire cosa porterà il futuro.

Leave a Comment