La bisogno tra Kevin Durant tra permutare Kyrie Irving ha determinato ai Lakers?

Kevin Durant scioccato NBA mondo, ore prima dell’inizio del libero arbitrio, chiedendo uno scambio reti di Brooklyn. Giovedì pomeriggio secondo L’Atletico.di Shams Charania.

La raffica di domanda per uno scambio Durant potrebbe cambiare il campionato, inclusa Los Angeles Lakers‘ futuro. Sono passati solo due giorni dalla controparte Nets Kyrie Irving ha deciso di aderire all’ultimo anno del suo accordo poiché il ronzio in tutto il campionato sulla potenziale richiesta di scambio di Durant si è attenuato e molti osservatori della lega credevano (erroneamente) che la situazione di Brooklyn fosse stabilizzata per la prossima stagione.

Ma ora che Durant ha ufficialmente richiesto uno scambio, è sorta un’altra domanda naturale: significa un’opportunità per Irving di riunirsi con LeBron James e i Lakers sono di nuovo vivi?

Sì. Così tanto.

Una fonte vicina alla situazione lo ha detto dopo la richiesta di scambio di Durant, e la decisione di Durant sembra aumentare le possibilità dei Lakers. Come L’Atletico. segnalato lunedìIrving era molto concentrato sull’atterraggio con i Lakers nei giorni e nelle settimane precedenti la sua selezione.

Come L’Atletico. riportato all’inizio di questa settimana, i Lakers dovrebbero iniziare la prossima stagione Russell Westbrook nella lista. Non volevano allegare una scelta del primo round (2027, 2028 e/o 2029) al contratto di Westbrook da 47,1 milioni di dollari in scadenza.

Tuttavia, la prospettiva di aggiungere un giocatore simile a Irving potrebbe sicuramente cambiare quella mentalità interna, in quanto potrebbe aumentare il tetto dei Lakers e riportarli allo stato di contendente.

Uno scambio uno contro uno di Irving e Westbrook non funziona finanziariamente. I Nets avrebbero dovuto firmare un contratto aggiuntivo per far funzionare la matematica o aggiungere una terza e/o una quarta squadra per pareggiare le cose.

La struttura dell’accordo potrebbe andare più o meno così: Irving and the Nets seconda base (Seth Curry, Royce O’Neale o Day’Ron Sharpe appena acquisiti) in cambio delle scelte del primo round di Westbrook e dei Lakers per il 2027 e il 2029. Se i Nets non vogliono accollarsi lo stipendio di Westbrook, una terza squadra potrebbe entrare nel mix con una delle scelte dei Lakers e possibilmente Talen Horton-Tucker e/o Kendrick Nunn in presenza di

Irving sarebbe molto più pulito con James e Davis di quanto lo fosse Westbrook la scorsa stagione e progetti che lo saranno in questa stagione.

Irving è una minaccia 50-40-90 ogni anno. È al 39,3 percento per la sua carriera. un tiratore da tre punti che ha tirato meglio del 40 percento in sei delle ultime otto stagioni. Il suo tiro d’élite e la capacità di navigare sugli schermi e muoversi senza palla lo rendono adattabile alla vita come terza opzione, cosa che ha fatto a volte a Brooklyn con Durant e James Harden.

La gravità di Irving allevierebbe alcune delle preoccupazioni sulla gamma dei Lakers (soprattutto rispetto a Westbrook). Ha già dimostrato la sua chimica in campo con James, il famoso leader Cleveland Cavaliers. fino al 2016 Rimonta delle finali NBA 3:1. Sarebbe diventato un partner dinamico di pick-and-roll con James, che ha operato più come un regista la scorsa stagione che mai quando si è spostato più al centro, e Davis, che non ha affrontato Westbrook e Dennis Schröder tanto quanto lui. Irving, visto che i due ex nomi non sono una minaccia come tiratori.

In difesa, Irving e Westbrook stanno per essere spazzati via. Entrambi i giocatori sono difensori meno. Irving non ha le dimensioni o l’atletismo di Westbrook, ma generalmente si concentra maggiormente su quell’obiettivo e commette meno errori evidenti e costosi. Irving può muovere bene i piedi e fare pressione sulla palla nel punto di attacco, e le sue mani veloci lo aiutano a rimbalzare e deviare i passaggi.

Per quanto riguarda la possibilità che i Lakers cerchino di partecipare loro stessi alle lotterie dei Durant, magari mettendo a disposizione Davis, una fonte vicina alla situazione ha ridotto le probabilità a “zero”. La loro attenzione sembra essere su Irving. E viceversa.

Giovedì, i Lakers hanno affrontato alcune preoccupazioni sul loro roster, diventando più giovani e più atletici con l’aggiunta di Damian Jones. Juan Toscano-Anderson, Lonnie Walker IV e Troy Brown Jr. Tuttavia, il talento generale, le dimensioni e il tiro da 3 punti sono ancora evidenti punti deboli. Irving soddisferebbe due di questi tre bisogni, dando ai Lakers un legittimo terzo All-Star e uno che si adatta molto meglio di quello attuale.

Irving arriverà senza difetti. La precedente debacle con James a Cleveland, le sue brutali uscite a Cleveland, Boston e ora Brooklyn, la follia fuori dal campo della scorsa stagione, la sua frenesia quotidiana e il dramma generale lo hanno seguito nelle ultime stagioni. . Ma i Lakers, messi alle strette dalle proprie azioni, non hanno alternative migliori.

Il commercio di Irving potrebbe esplodere in faccia come l’accordo di Westbrook, ma il basket è molto più pulito. Irving è molto meglio di Westbrook nelle rispettive fasi della sua futura carriera nella Hall of Fame.

I Lakers sono la destinazione più logica per Irving. Irving vuole esserci. Resta da vedere se i Nets siano interessati a ritirare il contratto di Westbrook con più scelte future al primo turno.

Ma con una finestra di campionato stretta – James entrerà nella sua 20a stagione in autunno – è tempo che i Lakers facciano di tutto per rendere la squadra di questa stagione il più competitiva possibile e correggere gli errori della scorsa offseason.

(Foto di LeBron James e Kyrie Irving: Mike Ehrmann/Getty Images)

Leave a Comment