La analisi campione cosa una cattiva può esserci pienamente compensata da parte di più soddisfacentemente adempimento

Stai pianificando una mezz’ora in più in palestra per compensare gli effetti di quella ciambella in più al mattino? Pensa di nuovo. Alti livelli di esercizio non possono compensare gli effetti dannosi di scelte alimentari sbagliate, secondo una nuova ricerca dell’Università di Sydney.

Melody Ding, autrice principale del nuovo studio, ha deciso di colmare il divario della ricerca dopo aver riscontrato una mancanza di ricerca che esamini gli effetti a lungo termine della dieta e dell’esercizio fisico sulla longevità e sulla salute. Molti studi longitudinali hanno esaminato l’uno o l’altro e ci sono stati studi a breve termine che hanno mostrato un’intensità elevata. l’attività fisica può neutralizzare alcuni effetti dannosi dell’eccesso di cibo. Ma Ding voleva sapere se l’esercizio fisico potesse compensare i rischi per la salute di una cattiva alimentazione a lungo termine.

Tracciando i dati sulla salute di oltre un quarto di milione di soggetti, il nuovo studio ha scoperto che coloro che si esercitavano vigorosamente e continuavano a mangiare male se la cavavano effettivamente meglio di quelli che non facevano affatto esercizio, ma i benefici dell’attività fisica erano decisamente diminuiti se combinato con una dieta malsana.

“Alcune persone potrebbero pensare di poter compensare gli effetti di una cattiva alimentazione con un elevato esercizio fisico o compensare gli effetti di una scarsa attività fisica con una dieta di alta qualità, ma i dati mostrano che, sfortunatamente, non è così”, ha detto Ding. “Sia l’attività fisica regolare che una dieta sana svolgono un ruolo importante nel promuovere la salute e la longevità.

Lo studio ha esaminato la mortalità per tutte le cause, nonché misure più specifiche della mortalità cardiovascolare e per cancro. In ogni caso, le persone che si esercitavano regolarmente e seguivano una dieta di qualità mostravano un rischio di mortalità inferiore rispetto a quelle che erano fisicamente inattive e seguivano una dieta povera.

Lo studio non è stato privo di limitazioni, poiché i dati sanitari analizzati mancavano di approfondimenti dettagliati sulle caratteristiche dietetiche specifiche. Una dieta di alta qualità è stata ampiamente definita come almeno cinque porzioni di frutta o verdura ogni giorno, un consumo minimo di carne rossa e due porzioni di pesce alla settimana.

Quindi, senza un monitoraggio più attento di cose che sappiamo essere dannose per la salute, come fast food o bibite zuccherate, è difficile valutare con precisione gli effetti a lungo termine dell’esercizio e di una dieta molto povera. Parlando con Sydney Morning HeraldDing ha riconosciuto che i dati a disposizione dei ricercatori sono limitati. In futuro, spera che ulteriori ricerche possano svelare queste associazioni più specifiche.

Ding sottolinea che questi risultati non significano che una persona che mangia male dovrebbe rinunciare a tutte le forme di esercizio. Ci sono ancora chiari benefici dell’attività fisica in assenza di buone scelte dietetiche, ma lo studio mostra che l’esercizio fisico non compensa completamente gli effetti negativi del cibo malsano.

“Indipendentemente l’una dall’altra, sia l’alimentazione che l’attività fisica sono fondamentali per la salute e la longevità”, Disse Ding. “Non dovresti pensare che se non riesci a mangiare sano, dovresti rinunciare all’attività fisica e viceversa. Tuttavia, se possibile, prova a fare entrambe le cose correttamente.

Il nuovo studio è stato pubblicato Giornale britannico di medicina dello sport.

Fonte: Università di Sydney

Leave a Comment