L’ britannico David Warner, durante The Omen e Tron, è esanime all’secolo durante 80 età

Attore britannico veterano David Warner morì all’età di 80 anni. La BBC ha riferito che Warner era morto per una “malattia correlata al cancro” e che la sua famiglia ha confermato la notizia “con il cuore estremamente pesante”.

La variegata carriera della Warner ha abbracciato film, teatro, televisione e radio. Considerato il miglior Amleto della sua generazione sul palcoscenico, in seguito è passato al cinema come personaggio che ha viaggiato dal cinema britannico degli anni ’60 all’universo fantascientifico di Tron. Dottor chi e Star Trek al Titanic di James Cameron, in cui interpretava il malvagio sicario Spicer Lovejoy.

In una dichiarazione alla BBC, la famiglia di Warner ha dichiarato: “Negli ultimi 18 mesi ha mostrato la grazia e la dignità che lo hanno caratterizzato… Gli mancheremo molto da noi, dalla sua famiglia e dai suoi amici e sarà ricordato come un gentile- uomo generoso e generoso». e un compassionevole marito, partner e padre la cui eredità di lavoro straordinario ha toccato la vita di molti nel corso degli anni. Abbiamo il cuore spezzato”.

Warner è nato nel 1941. a Manchester. I suoi genitori non erano sposati e ha trascorso del tempo crescendoli entrambi, descrivendo la sua infanzia come “difficile” e “disordinata”. Suo padre ebreo russo lo mandò in collegio. Ha rivelato che sua madre è scomparsa dalla sua vita quando era un adolescente.

Dopo la scuola, ha studiato presso la prestigiosa Royal Academy of Dramatic Arts di Londra. Fin dall’inizio, Warner era insicuro riguardo alle sue capacità di recitazione e al suo aspetto. Alto (6 piedi-2) e tozzo, non si è mai immaginato come un leader. Ma dopo essere entrato a far parte della Royal Shakespeare Company all’età di 21 anni, è stato scelto come protagonista nel film acclamato dalla critica di Karel Reisz. Morgan, un caso adatto per il trattamentoe la RSC gli diede il ruolo di Amleto nel 1965.

Il ritratto della Warner del principe di Shakespeare come uno studente intellettuale radicale ha inorridito i critici tradizionali ma ha risuonato con il pubblico più giovane. “Quando ero un bambino e ho visto Shakespeare, non ho mai sentito gli attori a causa di tutte le pose e le recitazioni”, ha detto in seguito. “Pensavo che i ragazzi di oggi fossero uguali a me, non volevo che Shakespeare gli venisse spinto in gola. Volevo farli tornare di loro spontanea volontà.

David Warner, a sinistra, con Gregory Peck in The Omen.
David Warner, a sinistra, con Gregory Peck in The Omen. Foto: Ronald Grant

Dopo la disastrosa produzione di I, Claudius del 1973, la Warner ha spaventato a morte il palco. Si è concentrato sulla recitazione cinematografica e spesso ha interpretato i cattivi, come in Time Bandits di Terry Gilliams, nel film di fantascienza sui viaggi nel tempo Time After Time e nell’innovativa avventura per PC Tron. Ha lavorato con Sam Peckinpah in tre film: The Ballad of the Cable Hog, Straw Dogs e Iron Cross. Sono inclusi anche altri ruoli importanti Un segno e L’uomo con due cervelli.

Nel 1987, la Warner si è trasferita a Hollywood, dove ha vissuto per 15 anni. Durante quel periodo, oltre a Titanic, era un habitué della TV americana, apparendo in tutto, da Star Trek (interpretava tre diversi personaggi del franchise) a Doctor Who, Twin Peaks e The League of Gentlemen Apocalypse”. Nei suoi 70 anni, era ancora richiesto. Di recente ha interpretato l’ammiraglio Boon in Disney Revamp, Il ritorno di Mary Poppins. Anche lui nel 2005 tornato in scena giocare re Lear a Chichester.

Questo articolo è stato modificato nel 2022. 25 luglio Il cast della Warner era The Genie Apocalypse, non The League of Extraordinary Gentlemen, come sosteneva la versione precedente.

Leave a Comment