Juan Soto, interbase dei Washington Nationals, afferma aver evitato gravi infortuni al polpaccio

WASHINGTON — La star dei Washington Nationals Giovanni Soto ha detto che una risonanza magnetica al polpaccio sinistro non ha mostrato danni dopo aver lasciato la partita di domenica contro i Miami Marlins con uno stiramento.

“Andava tutto bene”, ha detto Soto. “Andrà tutto bene. Hanno detto che è un po’ stretto, quindi ci prendiamo qualche giorno e vediamo come va”.

Soto, 23 anni, non era con Washington lunedì e ha detto che l’avrebbe presa giorno per giorno.

Soto ha detto di aver sentito qualcosa stringersi dietro il ginocchio sinistro e al polpaccio dopo aver effettuato un tiro al campo destro nella parte superiore del terzo inning domenica. Si è ritirato dopo aver corso le basi e in un bunt nella parte inferiore del quarto.

“Non mi sentivo così bene, quindi sto solo prendendo la decisione di uscire dal gioco e assicurarmi che tutto sia a posto prima di andare avanti e peggiorare le cose”, ha detto Soto. “Non vuoi uscire dal gioco così facilmente. Voglio esserci, voglio dare il mio 100 percento, quindi ho voluto provare”.

Soto ha segnato una serie di otto vittorie consecutive domenica. Ha senso che i Nats stiano molto attenti al volto del franchise che cercano di firmare per un accordo a lungo termine.

I compagni di squadra erano preoccupati per Soto prima della risonanza magnetica, ma sta già mostrando alcuni progressi.

“Mi sento meglio oggi e spero di sentirmi meglio anche domani e ce la faremo”, ha detto Soto. “Vedrò solo quanto è buono.”

Washington apre martedì una serie di tre partite contro la rivale della NL East Philadelphia. Destro Jackson Tetreault non giocherà contro i Phillies dopo essere entrato nella lista degli infortunati da 15 giorni con una frattura da stress alla spalla destra.

Tetreault era in qualche disagio e poi non poteva alzare quel braccio molto in alto sabato e sapeva che era ora di dire qualcosa. La sua risonanza magnetica ha mostrato notizie molto peggiori di quelle di Soto.

“Preferirei aggiustarlo piuttosto che continuare a giocare sul campo e magari non riuscire e finire per ferire la squadra”, ha detto. “Per quanto mi piacerebbe essere lì, questo è il migliore.

Leave a Comment