Incendi sopra California: l’ della rimane perlustrazione quando il governatore dichiara egli classe a causa di caso | Incendi boschivi

Domenica un incendio ha imperversato ai piedi della Sierra Nevada, costringendo migliaia di residenti a fuggire dalle loro case alle porte del Parco Nazionale di Yosemite.

L’incendio di Oak è scoppiato venerdì vicino alla città di Midpines, Californiaed è esploso nel fine settimana.

Bruciando attraverso la vegetazione densa e secca sui pendii ripidi e accidentati della regione, l’incendio è stato alimentato da raffiche di vento e temperature che si aggiravano intorno ai 100 F (38 C). La natura estrema dell’incendio ha trasformato alberi ad alto fusto in fiammiferi e un fumo nero fluttuante si è levato sul bellissimo centro storico di Mariposa.

È rimasto allo 0% di contenimento domenica notte nonostante un pesante sforzo antincendio delle risorse. A partire da venerdì, ha consumato più di 15.000 acri. A più di 3.000 persone è stato ordinato di evacuare.

Più di 2.000 soccorritori delle agenzie statali e federali hanno combattuto l’incendio, attaccandolo sia da terra che dall’aria. Almeno 10 case e altre strutture sono state distrutte, lasciando migliaia di persone a rischio.

“La crescita di questo incendio è piuttosto notevole considerando la rapidità con cui abbiamo avuto le risorse qui”, ha affermato Mike van Loben Sels, capo della divisione Madera Merced Mariposa di Madera Merced Mariposa, California Fire and Forestry (Cal Fire). Notò braci e fuochi d’artificio che bruciavano più di un miglio prima dell’incendio. “Abbiamo davvero messo tutto in questa cosa dall’inizio”, ha detto.

Il il fuoco è uno delle dozzine che bruciano in tutto il West americano mentre la regione si prepara per i mesi di picco del pericolo di incendi che ci attendono ancora. Quest’anno, gli Stati Uniti hanno già bruciato più di 5,5 milioni. acri, circa il 70% al di sopra della media decennale.

La California, uno stato che ha dovuto affrontare crescenti minacce da incendi negli ultimi anni, ha avuto un inizio più facile del solito per la stagione ad alto rischio. Le piogge primaverili hanno fornito tregua e ritardato quello che i funzionari ancora temono sarà un altro anno di fuoco devastante. Il fuoco della quercia ha mostrato quanto velocemente le cose possono cambiare.

Il governatore della California Gavin Newsom domenica dichiarato lo stato di emergenza zona, consentendo il dispiegamento di migliaia di operatori umanitari.

La causa dell’incendio è ancora oggetto di indagine.

Migliaia di residenti e visitatori hanno ricevuto l’ordine di evacuare quando è scoppiato l’incendio, alcuni sono fuggiti così velocemente da non poter mettere in valigia i loro beni essenziali. Nel caos, un uomo del posto di nome Ron, che ha rifiutato di dare il suo cognome, ha lasciato le medicine e il suo cane, Duke, un vecchio Labrador misto con una cattiva anca.

“Quando è stato lasciato non ho potuto fare nulla”, ha detto Ron, aggiungendo che aveva subito un ictus ed era ancora disorientato. “Ma è il mio bambino, amico.”

I capitani dei vigili del fuoco Shayon Ascarie e David Jessen si sono precipitati in aiuto di Ron e hanno riportato l’uomo alla casa sulla collina evacuata mentre il fuoco si avvicinava. Gli elicotteri zigzagavano sopra la testa e gli aerei lanciavano ignifughi sui pendii mentre i vigili del fuoco aiutavano Ron a spingere il terrorizzato Duke sul retro del loro camioncino e ad afferrare i suoi portapillole prima di riportare i due in salvo giù per la montagna.

Jessen e Ascarie, che provengono da diverse parti della California ma sono stati assegnati come partner dell’incidente, hanno trascorso il resto della mattinata viaggiando da una città all’altra per pubblicare le mappe più recenti e rispondere alle domande del pubblico affamato di informazioni. Oltre a fornire informazioni essenziali, gli incendi di incidenti gravi spesso richiedono anche servizi di soccorso come Duke’s. “Fa parte del lavoro, ti capita di essere nel posto giusto al momento giusto”, ha detto Jessen, aggiungendo: “Ho la sensazione che non sarà l’ultimo”.

In tutta Mariposa, le persone si sono accalcate attorno alle loro bacheche A-frame, condividendo storie e ringraziandole per i loro continui sforzi per combattere l’incendio. Le bandiere sventolavano sopra la testa, trasformando quella che altrimenti sarebbe stata una ventilata e calda giornata estiva in un altro segno premonitore che il fuoco era in arrivo.

Più avanti lungo l’autostrada, un ristorante lungo la strada chiamato Steve’s Sportsman’s Café è diventato di fatto un hub per i locali, sia quelli sfollati dall’incendio che gli altri che guardano e aspettano. All’esterno, il pilota ha condiviso i video del suo terrificante incontro ravvicinato con il fuoco. Ha risparmiato la sua casa, ma ha reclamato il suo capanno, che conteneva ricordi inestimabili delle canne da pesca e dei fucili di suo nonno. “Poteva essere molto peggio, però”, ha detto, scuotendo la testa mentre entrava nel ristorante.

Da dietro il bancone, Tracy Heidseck ha descritto come l’interruzione di corrente causata dall’incendio abbia avuto un impatto. “Abbiamo già perso tutto il cibo nel frigorifero e nei congelatori”, ha detto, aggiungendo che anche il suo pozzo si era prosciugato e non c’era nemmeno l’acqua per tirare lo sciacquone. È stata una delle minacce di incendi boschivi, che secondo lei si verificano in gran numero ogni anno, a prendere un pedaggio. “Sono solo esausta”, ha detto. “Non ho acqua né energia.”

Ma la comunità – e il ristorante – si sono uniti in questo momento difficile. Il proprietario del ristorante Steve Knauf è venuto a offrire il suo supporto. “Ci sono stati molti abbracci e lacrime negli ultimi giorni”, ha detto, aggiungendo: “Ma qui è come una grande famiglia”.

Leave a Comment