Il senatore per mezzo di potenza Roland Gutierrez definisce il principale della pubblica sicurezza della CISD per mezzo di Uvalde un “capro espiatorio”. fa divampare il governatore Abbott, DPS per errore fallimenti sistemici

Il senatore di stato Roland Gutierrez afferma di ritenere che il capo della polizia della CISD di Uvalde, Pete Arredondo, non sia altro che un capro espiatorio per i fallimenti sistemici che hanno portato a una sparatoria di massa in una scuola che ha ucciso 21 persone.

“Pete Arredondo è stato ovviamente il capro espiatorio del massiccio fallimento avvenuto a tutti i livelli.Gutierrez ha detto in un’intervista del 4 luglio alla CNN.

Gutierrez ha detto che era il direttore del Dipartimento di Pubblica Sicurezza Steve McCraw punta velocemente il dito ad Arredondo quando sulla scena i soldati erano più numerosi degli agenti di polizia del distretto.

“Non conosco Peter Arredondo. Non hai bisogno di conoscerlo; Non voglio conoscerlo”, ha detto Gutierrez. “Ma alla fine della giornata, c’erano così tanti soldati DPS sulla scena, 12 dei 19 che erano in quel corridoio, dodici erano soldati DPS”. Cosa sono i guasti di sistema?

Pubblicità

Gutierrez ha detto che era eccitato Arredondo si è dimesso dal suo seggio nel consiglio comunale, dicendo che è ciò che i suoi elettori vogliono che accada.

“Penso che questo inizierà almeno quella parte del processo di guarigione per questo gentiluomo.” Ma credo sia necessario (non) dimenticare che la responsabilità non ricade solo su di lui”, ha affermato.

Gutierrez ha affermato che l’indagine deve essere trasparente perché non crede alla risposta sbagliata al 24 maggio Arredondo è l’unico responsabile della sparatoria.

“Appartiene all’operazione Lonestar, ai 91 soldati che erano sulla scena e alle altre otto agenzie che erano in quel corridoio”, ha detto.

Gutierrez l’ha definita forse la peggiore sparatoria di massa, non per il numero di persone uccise, ma per la risposta delle forze dell’ordine.

Pubblicità

“Probabilmente è l’attesa più lunga per il coinvolgimento delle forze dell’ordine”, ha detto. “Non sappiamo quanti bambini possano essere morti dissanguati, ma qui ci sono stati molti fallimenti sistemici ed errori umani.

Gutierrez lo è presentare un reclamo al DPS per l’accesso ai documenti relativi al massacro alla Robb Elementary School, dicendo che voleva vedere i fatti di persona perché non si sarebbe fidato di un’altra “presentazione ricoperta di zucchero” del DPS.

“Se fosse qualcosa come la presentazione del DPS al Senato, non posso credere che mi fiderei di questa conclusione”, ha detto Gutierrez.

Il senatore dello stato ha detto che lo spera Il governatore Greg Abbott ha condiviso informazioni imprecise durante la sua prima conferenza stampa perché aveva una storia da raccontare.

Pubblicità

“E quella storia era la storia di questo eroe e di come il Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Texas (e) la sua Operazione Lone Task Force è intervenuta e ha salvato la situazione”. Non è così che è successo”, ha detto Gutierrez alla CNN. “La sua stessa task force faceva parte dei fallimenti sistemici e gestionali.

“Non abbiamo nemmeno iniziato a tracciare i livelli di responsabilità di cui abbiamo bisogno qui”. E inizia in cima al Texas. Le persone devono continuare a chiedere e chiedere il cambiamento e la responsabilità”, ha affermato.

Gutierrez ha anche criticato aspramente il procuratore distrettuale della contea di Uvalde Christina Mitchell Busbee per la mancanza di trasparenza.

“E lei, il procuratore distrettuale, è stata la prima a uscire allo scoperto e a urlare ‘fermati’ a tutti e a dire alla gente che era stato ordinato loro di stare alla larga”, ha detto Gutierrez. “Continua a dire al sindaco che non può parlare con i media. Continua a dire ai funzionari della città che se parlano con i media, stanno commettendo un crimine e potrebbero essere accusati. Per me è solo una parodia. E se non abbiamo trasparenza nella governance, allora non abbiamo democrazia”.

Pubblicità

Maggiori informazioni su KSAT:

Copyright di KSAT, 2022. – Tutti i diritti riservati.

Leave a Comment