Il principio in fondamento congegno degli emerito aiutanti i quali affrontano Trump: altre gentil sesso

Le donne si sentivano sbalordite mentre guardavano. Erano anche preoccupati per Hutchinson, rendendosi conto che una volta che avesse lasciato l’aula delle udienze, avrebbe dovuto affrontare un intenso controllo da parte dei media, cattivi messaggi e incontri online e talvolta di persona, nonché la solitudine di essere repubblicana a Washington. che sta parlando contro l’ex presidente Donald Trump. Dopotutto, tutti l’hanno sperimentato da soli.

Una volta completato il processo, hanno anche contattato Hutchinson.

“Ero così nervoso guardandola”, ha detto Griff. “Ma è stata subito così imponente: ero così orgoglioso che la mia amica si fosse opposta al mondo e avesse detto la verità quando così tanti altri erano troppo codardi.

6 gennaio Le audizioni della commissione sono state tra le indagini congressuali più drammatiche e significative sulla condotta della Casa Bianca nella storia della nostra nazione. Riflettono mesi di ricerca, lavoro scrupoloso degli investigatori e testimonianze di dozzine di funzionari Trump, funzionari delle forze dell’ordine ed esperti elettorali. Ma un componente chiave è stato un piccolo club di donne che ha fornito una testimonianza critica e ha creato una struttura di supporto reciproca per combattere l’intenso contraccolpo che ha provocato.

Il piccolo gruppo comprende membri attuali ed ex del Congresso, assistenti da tempo banditi da Trumpland e coloro che più recentemente hanno deciso che è ora di prendersi una pausa. Attraverso telefonate e messaggi, hanno condiviso suggerimenti su come segnalare molestie sui social media, fornito suggerimenti su misure di sicurezza e protezione come i vantaggi di indossare un cappellino da baseball mentre si cammina in un aeroporto e si sono calmati a vicenda. membri della famiglia.

“È uno spazio solitario in cui voglio essere, e parte di questo per me è stato assicurarmi che sapessero che anche se si sentono soli, fanno il bullo, ti stanno spaventando, stanno cercando di farti sentire come se non c’è più niente al mondo”. questa è una specie di conclusione: per me era importante che sapessero che non vacillerò per loro e che ce ne saranno altri”, ha detto Troye.

Il “piccolo club di ragazze single”, come lo ha descritto una donna, è composto principalmente da ex aiutanti di Trump disillusi dalla sua presidenza. Griffin, il suo ex direttore delle comunicazioni, si è dimesso nel 2020. a dicembre e da allora ha criticato Trump. Troye è crollato all’inizio del primo processo di impeachment dopo che è stato rivelato che Trump ha fatto pressioni sui funzionari ucraini per sporcare Hunter Biden. La spaccatura di Hutchinson arriva dopo che Trump ha lasciato l’incarico dopo che il comitato l’ha citata in giudizio per conoscenza diretta di ciò che è accaduto alla Casa Bianca il 6 gennaio. Matthews, che ha servito come vice segretario stampa di Kayleigh McEnany, si è separato dalla Casa Bianca di Trump. il giorno in cui Trump non è riuscito a sedare le rivolte a Capitol Hill.

Trovati essenzialmente nello stesso spazio politico – persona non grata nell’infrastruttura professionale attraverso la quale hanno fatto la loro carriera – hanno formato quasi la propria rete di supporto.

Non esiste una linea centrale di comunicazione. Tuttavia, sono rimasti in contatto costante per telefono e SMS per tutto il 6 gennaio. audizioni in commissione. Durante l’intervista, hanno sottolineato che non stanno cercando informazioni o cercando di influenzare il lavoro del comitato. Invece, continuano a ricordarsi l’un l’altro che in uno dei momenti più intensi della loro giovane vita — Hutchinson ha 26 anni, Matthews ne ha 27, Griffin ne ha 33 e Troye e Grisham ne hanno 45 — non sono soli.

Dopo la testimonianza di Hutchinson, diverse donne hanno affermato di aver formato un’unità informale di “risposta rapida” per difenderla in televisione e su Twitter dagli attacchi della destra che vedono le donne come traditrici di Trump e di sinistra. che si chiedono come potrebbero mai servire un presidente i cui difetti erano così facilmente evidenti per loro in tempo reale.

“È un gruppo davvero unico che ha attraversato insieme un momento così specifico e critico nella storia, e penso che ci sentiamo legati da questo e siamo incredibilmente protettivi l’uno con l’altro”, ha detto Griffin.

Al centro della creazione del gruppo c’è la convinzione, particolarmente specifica in queste circostanze, ma valida in altri punti di crisi a Washington, DC, che le donne politiche portano un peso diverso rispetto alle loro controparti maschili. Ciò si è manifestato nelle minacce di morte e negli insulti che hanno dovuto affrontare, a volte da utenti casuali dei social media.

“Sei un traditore. Hai bisogno di essere violentata. Sappiamo dove vivi, cagna. Ur af—ing Rino”, si legge in uno di una serie di recenti messaggi Instagram lasciati dagli account delle donne, condivisi con POLITICO.

Ci sono anche messaggi denigratori che lo stesso Trump ha condiviso sui social media.

“Il suo linguaggio del corpo è quello di un toro totale… un artista. Fantasyland! Durante la testimonianza di Hutchinson, Trump ha postato sulla sua piattaforma di social media, Truth Social.

Ma il gruppo ha anche attribuito alla frustrazione il fatto che donne come Hutchinson e Matthews, che solo di recente hanno iniziato la loro carriera con gli occhi sbarrati e impegnate nella causa conservatrice, si stiano prendendo le redini mentre le loro controparti maschili più anziane. tornò in vita a Washington. Sono stati particolarmente rosicchiati dal fatto che l’ex consigliere della Casa Bianca Pat Cipollone ha ritardato la testimonianza (e solo in privato, sebbene fosse registrato) fino a quando Hutchinson non è stato il primo.

“È rafforzante, ma è anche deludente vedere questi uomini al Congresso che hanno così paura di una persona da non fare la cosa giusta”, ha detto Stephanie Grisham, l’ex addetta stampa scontenta di Trump che era in contatto con Troye. ed è apparso in successi mediatici con altri membri della band. “E poi hai questo piccolo gruppo di noi che è in qualche modo guidato da Liz Cheney – non formalmente – che conosce e sperimenta tutti i tipi di minacce. Sono completamente empatico con ciò che ciascuna di queste donne sta attraversando. È una forte tempesta. Ti senti come se il mondo fosse contro di te.

Per aiutarli a navigare in queste acque, il gruppo ha fatto affidamento su coloro che avevano già visto acque agitate. L’ex rappresentante repubblicana Barbara Comstock, una delle prime critiche di Trump, ha detto di aver conosciuto Troye e Griffin come altre donne conservatrici nell’ultimo anno. Un avvocato della Virginia, ha detto a Griffin che sarebbe stata felice di aiutare Hutchinson con qualsiasi aiuto legale che potesse ottenere per il discorso.

“Ho avuto amiche donne che mi hanno contattato dicendo che vogliono supportare queste donne perché sono il tipo di donne in piedi che tutti vorremmo avere nello staff e speriamo di avere come staff o membri”. E sanno che alzarsi in piedi può essere solo”, ha detto Comstock. Ha notato che come madre sarebbe stata “molto solleticata” dal fatto che Cipollone, che ha una figlia nella fascia di età di Hutchinson, “avrebbe dovuto essere trascinata a testimoniare dopo Cassidy”.

“Ma penso che ripulire il pasticcio di Trump – ketchup e tutto il resto – sia un lavoro da donne!” Comstock ha aggiunto, sulla base della testimonianza di Hutchinson, che Trump ha lanciato un piatto di ketchup sul pavimento in un impeto di rabbia il 6 gennaio, che Hutchinson stava cercando di ripulire. Trump ha negato l’episodio.

Oltre a Comstock, il gruppo ha ispirato anche la deputata repubblicana Liz Cheney, il 6 gennaio. vicepresidente del comitato. La deputata ha parlato sia con Griffin che con Hutchinson. E in un discorso all’inizio di questo mese alla Biblioteca Reagan a Simi Valley, in California, ha elogiato loro, anche se non per nome, e altri per aver parlato apertamente.

“Soprattutto giovani donne, giovani donne che sembrano capire istintivamente i pericoli di questo momento per la nostra democrazia e giovani donne che sanno che dovranno salvarla”, ha detto Cheney. “E sono stato incredibilmente commosso dalle giovani donne che ho incontrato che si sono fatte avanti per testimoniare al comitato del 6 gennaio. Alcune di loro sono giovani donne che hanno lavorato alla campagna di Trump, alcune che hanno lavorato alla Casa Bianca di Trump, alcune che hanno lavorato negli uffici di Capitol Hill, tutte hanno capito subito che quello che è successo quel giorno non sarebbe mai più accaduto.

Nonostante il supporto di Cheney, l’esperienza è stata del tutto insoddisfacente. Le donne sono state accusate di parlare apertamente per far avanzare le loro carriere o apparizioni in TV via cavo. I loro colleghi di una volta e persino alcuni membri della famiglia hanno smesso di parlare con loro. Le loro prospettive di lavoro sono diminuite, anche se hanno affermato che Comstock ha cercato di aiutare con la questione. Ora un filo di paura si intreccia nelle loro vite, ad esempio quando i compagni offrono le loro case come luogo di rifugio in attesa dell’esito dell’udienza.

Ci sono momenti migliori, edificanti. Troye ha detto di essere stata sopraffatta dalle madri casuali che si sono avvicinate a lei ed hanno espresso la loro ammirazione per la testimonianza di Hutchinson.

“Signora Troye, per favore dica alla signora Hutchinson che voglio che le mie due figlie crescano con il suo coraggio”, si legge in un tweet diretto.

Ma in fondo, il 6 gennaio. man mano che gli incontri procedevano, prevaleva un senso di surrealismo. Sono giovani. In tempi normali, avrebbero iniziato una carriera o si sarebbero spostati verso circoli di risultati professionali. Invece, sono stati inseriti in ruoli centrali in un dramma storico che potrebbe benissimo determinare il futuro del governo degli Stati Uniti.

Trascorsero la loro carriera da repubblicani, senza mai immaginare di trovarsi su un’isola politica, distanti dal loro partito e per lo più soli.

“Quando mi sono imbattuto in Alyssa prima di intervistare Jake Tapper, prima che andassi all’udienza di Cassidy, ne abbiamo parlato”, ha ricordato Troye. “Avresti mai immaginato che saremmo stati qui seduti in questa situazione?” Mai.”

Leave a Comment