Il la parte migliore del 2022 ancora

A poco più della metà del 2022, è già stato un anno intrigante al cinema una delle edizioni più votate è finora in testa al botteghino. Sarebbe Top Gun: Maverick. Ma se l’hai già visto e vuoi aggiornarti su altri film importanti, ho chiesto ai principali critici del Times AO Scott e Manohla Dargis i loro preferiti. Eccoli senza alcun ordine particolare. —Stephanie Goodman

Storia: La proprietaria della lavanderia a gettoni (Michelle Yeoh) è sotto stress. Suo marito chiede il divorzio. Sua figlia è depressa e arrabbiata con lei. Inoltre è in fase di verifica da parte dell’IRS. Mentre si propone di combattere l’audit, il suo incontro con un burocrate inflessibile dà il via a un divertimento multiforme che rivela la vita che avrebbe potuto vivere (e le dita da hot dog che avrebbe potuto avere) e, soprattutto, i diversi percorsi che ha intrapreso le sue relazioni. .

AO Scott: “Un’intelligenza incredibile serve un cuore sincero e generoso”, ha scritto il nostro critico del film, diretto da Daniel Kwan e Daniel Scheinert, che lavorano sotto il nome di Daniels. “Sì, il film è un multiverso metafisico e un cervello, ma in fondo, e anche in superficie, è un dramma domestico agrodolce, una commedia matrimoniale, una storia di aspirazioni di immigrati e una ballata materna straziante”. l’amore di una figlia”.

Leggere a panoramicae interviste con e Ke Huy Quan, che interpreta suo marito. Potresti ricordare Quan che ha iniziato come attore bambino come Short Round in Indiana Jones and the Temple of Doom.

Guadare: È ancora in programmazione in alcuni cinema o puoi acquistarlo in quelli principali piattaforme digitali. Vedi anche un Anatomia del palcoscenico con i direttori.

Storia: Nel sud-ovest della Francia all’inizio degli anni ’60, Anne (Anamaria Bartolomei) è una studentessa di 23 anni che spera di diventare una scrittrice. Ma quando rimane incinta, i suoi sforzi per ottenere un aborto, poi criminalizzato di recente, diventano disperati. Il film è basato sulle memorie di uno scrittore francese Annie Ernaux.

Il commento di Manohla Dargis: Lo sguardo del regista Audrey Diwan “rimane chiaro, diretto, senza paura”, ha scritto il nostro critico. “Ti mostra una parte della vita che raramente vedi nei film. Voglio dire, ti mostra una donna che vuole, desidera imparare, fare sesso, avere figli alle sue condizioni, essere sovrana, una donna che, scegliendo di vivere la sua vita, rischia di diventare una criminale e osa essere libera . “

Leggere a panoramica e articolo su come il film sia diventato parte del più ampio dibattito in Francia.

Affitta o compra abilitato Amazon Prime. e altro principali piattaforme digitali.

Storia: Nel mondo creato dallo scrittore e regista Peter Strickland, le delizie culinarie possono anche essere musicali, con le band che si esibiscono premendo la purea su un frullatore o facendo cadere il cibo nell’olio bollente. Nella casa padronale, dove si sono riuniti giocatori e devoti, ego e principi forti ribollono. (Chi potrebbe resistere?)

AO Scott: “Il film non è tanto un’allegoria o una fantasia quanto un’arguta speculazione filosofica su alcune questioni umane fondamentali”, ha scritto Scott. “Siamo animali guidati da lussuria, fame e aggressività, ma anche esseri delicati che amano la bellezza e l’astrazione. Questi due lati della nostra natura si scontrano in modi inaspettati e infiniti.

Storia: La pandemia potrebbe allontanarsi, ma Angela Childs (Zoë Kravitz) continua a lavorare dalla sua soffitta, forse per agorafobia, un lavoro che include i bug di KIMI, un assistente digitale simile a Siri. Mentre lavora su uno di quei bug, pensa di sentire un crimine violento. I suoi sforzi per seguirla la mettono in pericolo.

Il commento di Manohla Dargis: Il nostro critico ha scritto che il thriller “attinge deliberatamente da un’ampia gamma di riferimenti cinematografici”, tra cui La finestra sul cortile. Tuttavia, il regista Steven Soderbergh “tira fuori tutti i suoi trucchi con un evidente brusio”. Anche se la trama diventa più minacciosa, “mantiene una leggerezza del tocco e una giocosità visiva che mantiene il film al sicuro nel regno del piacere pop”.

Leggere a panoramica.

Trasmettilo in streaming abilitato HBO Max.

Storia: In questa visione afrofuturistica dell’artista multidisciplinare americano Saul Williams e della regista ruandese Anisia Uzeyman, una minatrice burundese (Kaya Free) e una rifugiata intersessuale (Cheryl Isheja ed Elvis Ngabo) si incontrano in una comunità africana dedita all’immaginazione e alla solidarietà.

AO Scott: La trama è “vaga ed evocativa”, ha scritto, descrivendo il film come “un collage di immagini vivide, suoni e parole che trasmettono i temi del film come hashtag. Williams e Uzeyman sposano la politica anarchica con l’estetica anarchica, creando qualcosa che sembra sia artigianale che high-tech, digitale e analogico, poetico e punk rock.

Leggere a panoramica.

Guardare è dentro teatri.

Storia: A N’Djamena, in Ciad, la quindicenne Maria (Rihane Khalil Alio) è stata espulsa da scuola perché incinta. Sua madre single, l’intraprendente Amina (Achouackh Abakar Souleymane), riesce a sbarcare il lunario vendendo stufe a carbone che inventa da pneumatici di recupero. Quindi entrambe le donne hanno interesse a ottenere un aborto sicuro.

Il commento di Manohla Dargis: Direttore Mahamat-Saleh Haroun “Mostra donne in movimento e ribelli, che corrono e fuggono e, a volte, girano furbi e gioiosi intorno agli uomini nelle loro vite”, ha scritto un critico. “E se guardi i titoli di coda, sentirai anche i suoni delle donne che ridono, una coda divina e trionfante”.

Leggere a panoramica e colloquio con il regista e protagonista del film.

Guadare: Trasmettilo in streaming Male; affittare o acquistare principali piattaforme digitali.

Storia: In un progetto iniziato prima della pandemia e portato a termine nel corso di essa, i registi Pietro Marcello (“Martin Eden”), Francesco Munzi (“Anime nere”) e Alice Rohrwacher (“Felice come Lazzaro”) si è recato in Italia per intervistare i giovani su tutto, dalle loro aspirazioni professionali al significato della felicità.

AO Scott: “Sarebbe un errore imporre troppa coerenza a un ritratto collettivo così caleidoscopico e aperto”, ha scritto. Tuttavia, il film è “una testimonianza della durata di un approccio al cinema basato sulla curiosità, sui principi democratici e sull’idea che le persone possono parlare da sole”.

Storia: La giovane Nelly è andata con sua madre e suo padre nella campagna francese per pulire la casa della nonna recentemente scomparsa. Nel bosco, Nelly fa amicizia con un’altra ragazza che sta costruendo una capanna come aveva fatto una volta la madre di Nelly. Quando due bambini che si somigliano (interpretati dalle gemelle Joséphine e Gabrielle Sanz) si avvicinano, la loro misteriosa connessione suggerisce una connessione più profonda.

Il commento di Manohla Dargis: “Parte del mistero è che non è chiaro quale sia la storia e dove, con un bambino affascinante e una malinconia contenuta, potrebbe essere diretta”, ha scritto il nostro critico. In nessun segreto, la regista Céline Sciamma “ti incoraggia a guardare questo luogo e la storia con gli occhi aperti di un bambino, il che significa lasciar andare le tue aspettative su come funzionano i film”.

Leggere a panoramica.

Affitta o compra abilitato principali piattaforme digitali.

Storia: In un documentario girato nell’anno scolastico 2016-2017 Maria Spet segue il personaggio del titolo, un carismatico insegnante di prima media con un debole per la controcultura, e i suoi studenti per lo più immigrati in un villaggio tedesco a nord di Francoforte.

AO Scott: Anche se non impariamo molto sulla vita dei soggetti al di fuori della scuola, alcuni studenti “rivolgono un’attenzione speciale, quasi elevando il loro insegnante e aumentando la ricchezza emotiva del film”, ha scritto il nostro critico. “Questo non è il dramma di un insegnante eroico sull’idealismo di fronte alle avversità. È un riconoscimento del duro lavoro di apprendimento e della magia della decenza comune.

Storia: Una giovane svedese, nome d’arte Bella Cherry (Sofia Kappel), è appena arrivata a Los Angeles ed è determinata a diventare una porno star. Mentre recita in scene estreme, cercando di spingersi oltre i suoi limiti, osserva come il pezzo influenzi l’umanità dei suoi colleghi interpreti, maschi e femmine.

Il commento di Manohla Dargis: “Questo è un film intelligente, coraggioso e completamente inaspettato incentrato sulla storia vecchio stile di un combattente ambizioso che supera le probabilità per diventare un’altra storia di successo americana”, ha scritto il critico. Il regista Ninja Thyberg “conosce l’horror, come evidenzia la scena straziante. Ma le donne fanno porno e le donne lo guardano per una serie di motivi, anche perché gli piace. Perché è una loro scelta”.

Leggere a panoramica.

Affitta o compra abilitato principali piattaforme digitali.

Leave a Comment