Il della scarica nel della esempio che Uvalde sarà classificato domenica alle famiglie delle vittime

“Ci incontreremo prima con i membri della comunità e daremo loro l’opportunità di vedere il video del corridoio e discutere il nostro rapporto preliminare. Rilasceremo entrambi al pubblico molto presto”, ha detto Burrows. presidente del comitato. “Riteniamo fortemente che i membri della comunità di Uvalde dovrebbero avere l’opportunità di vedere il video e ascoltare la nostra opinione prima che venga resa pubblica”.

Il comitato e il suo staff professionale intendono incontrare privatamente le famiglie delle 21 vittime a Uvalde e fornire loro una copia cartacea del rapporto preliminare e un collegamento al video, ha affermato una fonte vicina al comitato. Il comitato prevede anche di rispondere alle domande delle famiglie sui risultati, ha affermato la fonte.

Il mese scorso, il Dipartimento di Pubblica Sicurezza (DPS) del Texas Il direttore colonnello Steven McCraw ha criticato il ritardo come un “fallimento insensato”, citando prove in parte dal video di sorveglianza del corridoio. Ho ricevuto alcune immagini dal video Texas Tribune e Statista americano di Austin e ha mostrato che gli ufficiali avevano equipaggiamento tattico e notevole potenza di fuoco… compresi fucili e uno scudo tattico – molto prima che finalmente sfondassero la porta.
Una foto ottenuta dall'Austin-American Statesman mostra almeno tre ufficiali in un corridoio della Robb Elementary alle 11:52, 19 minuti dopo che l'uomo armato è entrato nella scuola.  Un ufficiale ha quello che sembra essere uno scudo tattico e due ufficiali impugnano i fucili.

Burrows ha insistito affinché il video fosse rilasciato al pubblico, con la risposta della polizia strettamente monitorata.

“Posso dire alle persone tutto il giorno ciò che ho visto, il comitato può dire alle persone tutto il giorno ciò che abbiamo visto, ma la differenza è che lo vedrai di persona e pensiamo che sia molto importante”, ha detto Burrows.

Ma ha detto la scorsa settimana che gli è stato impedito di farlo perché ha firmato un accordo di non divulgazione con DPS. Ha anche rilasciato una lettera in cui il DPS ha affermato di essere d’accordo che il video avrebbe portato “chiarezza” su ciò che è accaduto, ma ha spiegato che il procuratore distrettuale della contea di Uvalde “si è opposto alla pubblicazione del video”.

La CNN ha contattato il procuratore distrettuale della contea di Uvalde Christina Mitchell Busbee per un commento venerdì e domenica sul motivo per cui si oppone alla pubblicazione del video, ma non ha ricevuto risposta.

Le famiglie delle vittime reagiscono al seguente video

Berlina Irene Arreola, nonna della scuola Uvalde vittima di tiro Amerie Jo GarzaLa CNN ha detto che la sua famiglia ha “emozioni contrastanti” sul fatto che vogliano vedere il video di sorveglianza del corridoio.

“Sì, voglio vedere il video”, ha detto. “Allo stesso tempo, ho paura di come mi sentirò perché abbiamo così tanta rabbia in questo momento, abbiamo così tante emozioni contrastanti. . Quello che è successo ha ferito più di ogni altra cosa. Poi rabbia perché non otteniamo le risposte di cui abbiamo bisogno.

“Vedere questo, penso, farà arrabbiare tutti gli altri perché sanno che sono rimasti lì e praticamente non hanno fatto nulla per così tanto tempo”. Potrebbero dire che stavano aspettando o si stanno preparando. Settantasette minuti sono troppi per prepararsi”, ha detto.

Il patrigno di Amerie Jo, Angel Garza, ha detto alla CNN che sente di sapere di più sui tempi degli eventi. La scorsa settimana c’è stata una sparatoria alla parata a Highland Park né della sparatoria a Uvalda di maggio.

“Ed è sbagliato, è così sbagliato”, ha detto Garza. “Abbiamo avuto molte persone che ci hanno detto di non aver mai visto niente del genere – agenzie che litigano, litigano, si puntano il dito contro. Nessuno vuole ammettere che si sbagliavano e nostra figlia non è più qui. Meritiamo di sapere cosa è successo”.

Cosa mostreranno il video e il report

Il video e il rapporto preliminare dovrebbero chiarire cosa stava effettivamente facendo la polizia mentre aspettava nel corridoio e contraddire precedenti dichiarazioni pubbliche e rapporti ufficiali.

Ad esempio, il rapporto della scorsa settimana del Center for Advanced Law Enforcement Rapid Response Training (ALERRT). ha indicato che l’ufficiale di polizia di Uvalde era armato ha visto l’aggressore vicino alla scuola e ha chiesto il permesso di sparare.

Tuttavia, una fonte vicina al comitato ha affermato che queste informazioni non erano vere e non sono avvenute. Anche il sindaco di Uvalde Don McLaughlin ha negato l’informazione in quanto falsa.

E lunedì sera, il vicedirettore di ALERRT John Curnutt ha affermato che i loro risultati si basavano su due dichiarazioni dell’ufficiale, che sono state successivamente contraddette da una terza dichiarazione.

A Uvalde, il rapporto del sindaco sugli attentati afferma che l'ufficiale ha chiesto il permesso di sparare all'aggressore, ma non l'ha saputo in tempo

“Al momento in cui abbiamo annunciato le nostre azioni iniziali, le informazioni che avevamo su questo particolare ufficiale provenivano da due precedenti dichiarazioni che l’ufficiale aveva rilasciato agli investigatori”, ha detto in una nota. “A nostra insaputa, poco prima che rilasciassimo l’azione iniziale, l’ufficiale ha rilasciato agli investigatori una terza dichiarazione che era diversa dalle prime due”.

Inoltre, il video in corridoio della risposta è “eccitante”, ha detto Tony Plohetski, un giornalista dell’Austin American-Statesman che ha visto il filmato di sorveglianza.

Il video inizia poco dopo che l’uomo armato è entrato nella scuola alle 11:33. Nel video, l’uomo armato di 18 anni entra in classe e “sente una grandine di spari”, ha detto Plohetski. Pochi minuti dopo, un gruppo di agenti delle forze dell’ordine entra nella stanza e il fuoco viene nuovamente scambiato.

“Vedi agenti di polizia che vengono effettivamente fatti saltare in aria. Uno di loro ha effettivamente battuto la testa”, ha detto, e sospetta una ferita.

Durante l’ora successiva del video, gli agenti si radunano sulla scena e si dotano di elmetti, fucili d’assalto, scudi balistici e lacrimogeni. Ma non prendono provvedimenti.

“Stanno praticamente in piedi lì per un’ora mentre questi minuti ticchettano”, ha detto. “Non è fino alle 12:50 che vediamo quegli agenti di polizia entrare in quell’aula, sfondare la porta e abbattere l’aggressore”.

Il giornalista ha affermato che il video aumenta le domande sulla risposta delle agenzie locali, statali e federali sulla scena.

“Per quanto riguarda il motivo per cui questo è stato fatto e perché la polizia non ha agito con un maggiore senso di urgenza, non credo che abbiamo ancora la verità”, ha detto.

“Questo video, quando sarà finalmente rilasciato al pubblico, sarà molto inquietante per molte persone e penso che aggiungerà davvero profondità alla tragedia avvenuta quel giorno”.

Eric Levenson della CNN ha contribuito a questo rapporto.

Leave a Comment