Il del 6 gennaio ha dimostrato la sua opinione? Una spartizione sequenziale delle principali affermazioni e prove presentate

Attraverso testimonianze dal vivo, video e materiale mai visto prima, il comitato ha tentato di disegnare un’immagine ex presidentepiano di rimanere al potere e il ruolo che ha svolto il 6 gennaio.
La vicepresidente Liz Cheney (R-WY) ha usato le sue osservazioni di apertura durante il primo giugno. riunione per definire l’ordine del giorno della commissione. Qui è alcuni punti chiave Cheney ha detto che il comitato esaminerà ciò che ha scoperto finora durante le audizioni. Il pannello prevede di riunirsi di nuovo per ulteriori deliberazioni a settembre.

“Il presidente Trump ha chiamato una folla, ha radunato la folla e ha alimentato le fiamme di questo attacco”.

Durante la sua settima riunione, il comitato ha fornito nuove informazioni sulla riunione “low-key” dello Studio Ovale tenutasi nel 2020. il 18 dicembre, dopo che l’allora presidente Donald Trump aveva twittato ciò che il rappresentante. ”, esortando i sostenitori il 6 gennaio. vieni a Columbia Island. In un discorso quel giorno, Trump ha detto alla folla di “marciare” in Campidoglio e che avevano bisogno di “combattere come un inferno”. L’appello all’azione arriva dopo settimane di false affermazioni di Trump sui risultati elettorali.

Tramite settima sessioneIl rivoltoso Stephen Ayres, che si è dichiarato colpevole di violazione di domicilio al Campidoglio il 6 gennaio, ha testimoniato che non sarebbe nemmeno entrato nell’edificio finché non avesse sentito Trump parlare sull’ellisse.

“Beh, in pratica, sai, il presidente ha fatto incazzare tutti e ha detto a tutti di scendere”, ha detto Ayres, che ha perso casa e lavoro. “Quindi in pratica abbiamo semplicemente seguito quello che ha detto.”

“Mentre la violenza era in corso, il presidente Trump non è riuscito a prendere provvedimenti immediati per fermare la violenza e indirizzare i suoi sostenitori a lasciare il Campidoglio.

Il comitato ne ha approfittato udienza finale serie, che descrive in dettaglio 187 minuti, l’ex presidente Trump ha rifiutato di agire mentre il Campidoglio era sotto attacco, nonostante avesse appreso dell’attacco pochi minuti dopo essere tornato alla Casa Bianca.
Il dannoso dossier di Trump rivelato dal comitato del 6 gennaio e quali sono le prospettive

Testimoni hanno testimoniato che Trump ha ignorato la sicurezza del suo vicepresidente, funzionari chiave e una sessione generale del Congresso per più di tre ore, nonostante abbia assistito alla violenza su Fox e abbia ricevuto ripetute suppliche da parte di aiutanti e alleati repubblicani di richiamare la folla. .

E secondo una testimonianza video mai vista prima mostrata durante l’udienza di giovedì, Trump non si è rivolto a nessuna delle sue forze dell’ordine o funzionari della sicurezza nazionale mentre si svolgevano le rivolte.

“Scoprirai che Donald Trump ei suoi consiglieri sapevano che in realtà ha perso le elezioni… Il presidente Trump ha fatto pressioni in modo corrotto sulle legislature statali e sui funzionari elettorali per modificare i risultati delle elezioni”.

Il comitato ha mostrato l’allora presidente e la sua squadra hanno continuato a spingere le false affermazioni elettorali anche dopo che sono stati presentati risultati secondo cui le loro cospirazioni non avevano senso.

Diversi ex consiglieri di Trump hanno testimoniato al comitato di aver cercato di dire all’allora presidente che non c’erano prove credibili di significative frodi elettorali e si sono rifiutati di sostenere il suo piano per annullare le elezioni.

Sapevano esattamente chi era Trump
Pannello utilizzato quarta sessione dettagliare l’impatto personale e pubblico che la campagna di pressione di Trump ha avuto sui funzionari elettorali. Il segretario di Stato della Georgia Brad Raffensperger, un repubblicano, ha detto al comitato che lui e la sua famiglia avevano affrontato minacce che credeva fossero tentativi di costringerlo a dimettersi perché non voleva partecipare alle elezioni di richiamo.
Anni terza sessioneil comitato ha sottolineato come L’avvocato di Trump, John Eastman sapeva che il suo piano per cercare di bloccare le elezioni sarebbe fallito se fosse arrivato alla Corte Suprema, ma l’avvocato di destra ha continuato ad alimentare le speranze di Trump.

“Il presidente Trump ha fatto di tutto per diffondere informazioni false e fuorvianti… e ha investito milioni di dollari in fondi elettorali diffondendo deliberatamente informazioni false…”.

Anni seconda sessionecomitato ha presentato una serie di teorie del complotto spinte dai consiglieri di Trump per convincere i legislatori statali ad aiutarlo a respingere le elezioni.

Alcune delle teorie includevano le accuse secondo cui Dominion Voting Systems ha scambiato i voti di Trump per i voti di Biden, un camion carico di schede inviate da New York alla Pennsylvania e gli operatori elettorali della Georgia che hanno scansionato decine di migliaia di schede che provenivano dalla valigia. (Tutte queste affermazioni sono state respinte.)

Lo ha scritto Fredreka Schouten della CNN durante la seconda udienza circa $ 250 milioni Il comitato ha affermato che ciò che è stato sollevato dopo le elezioni è andato in gran parte al comitato di azione politica dell’ex presidente e non agli sforzi di “integrità elettorale” propagandati dai suoi donatori.

“Scoprirai che il presidente Trump ha pianificato in modo corrotto di sostituire il procuratore generale degli Stati Uniti in modo che il Dipartimento di giustizia degli Stati Uniti diffondesse le sue affermazioni elettorali false e rubate”.

Durante il quinto incontrola commissione ha descritto il 2021 mese di gennaio. udienza in cui l’allora presidente ha preso in considerazione la possibilità di sostituire il procuratore generale ad interim Jefferey Rosen con Jeffrey Clark, un alto funzionario del Dipartimento di giustizia che è diventato un sostenitore delle false accuse di frode elettorale di Trump.
Rosen, che ha sostituito Bill Barr dopo le sue dimissioni nel 2020. a dicembre, ha indagato sulle accuse di frode elettorale e, non avendo trovato nulla che potesse modificare i risultati, rifiutato di usare i poteri Dipartimento di Giustizia per aiutare Trump a ribaltare le elezioni. Rosen ha testimoniato al comitato che quando è arrivato nel 2021 3 gennaio all’udienza, Trump ha detto: “Non sei nemmeno d’accordo con le accuse di frode elettorale, e quest’altro ragazzo può almeno fare qualcosa al riguardo”, ha testimoniato Rosen. Trump sta valutando l’installazione di Clark.

Il vice di Rosen, Richard Donoghue, ha testimoniato che a lui e a un altro alto funzionario del Dipartimento di Giustizia era stato detto dall’allora presidente che avrebbero dovuto “dire semplicemente che le elezioni erano state truccate e lasciare il resto della sua volontà. [him] e deputati repubblicani”.

“… ci concentreremo sugli sforzi del presidente Trump per fare pressione sul vicepresidente Mike Pence affinché si rifiuti di contare i voti elettorali il 6 gennaio… privatamente e pubblicamente”.

Durante un 6 gennaio, discorso in ellisseTrump ha invitato l’allora vicepresidente Mike Pence a “fare la cosa giusta” dichiarando illegali i voti elettorali degli stati del campo di battaglia e restituendoli ai loro governi statali affinché i funzionari repubblicani ricertificassero il voto per Trump.

I consiglieri di Trump hanno ripetutamente affermato il suo piano per rimuovere Pence il 6 gennaio l’elezione era illegale, ma ha cercato di farlo comunque e il comitato ha mostrato un video di rivoltosi del Campidoglio che esprimevano rabbia nei confronti di Pence per non aver eseguito gli ordini di Trump.

Il comitato ha anche appreso dalla testimonianza dell’ex aiutante della Casa Bianca di Trump, Cassidy Hutchinson, di aver sentito il suo capo, il capo dello staff di Trump, Mark Meadows, dire che Trump sembrava essere d’accordo con un suggerimento registrato da alcuni rivoltosi quel giorno che Pence dovesse essere richiamato. impiccato

“Ricordo (il consigliere della Casa Bianca) Pat (Cipollone) ha detto qualcosa del tipo: ‘Mark, dobbiamo fare qualcosa di più, stanno letteralmente chiedendo l’impiccagione del vicepresidente'”, ha detto. detto al collegio. “E Mark ha detto qualcosa del tipo: ‘Hai sentito Pat, pensa che Mike se lo meriti, non pensa che stiano facendo qualcosa di sbagliato.’

Giovedì, il comitato ha mostrato quanto fosse diventata terribile la situazione della sicurezza per Pence durante le rivolte, con un funzionario della sicurezza della Casa Bianca che ha testimoniato che i membri della sicurezza di Pence avevano iniziato a dire addio ai loro cari.

Leave a Comment