I repubblicani stanno iniziando ad sottomettersi alla disintegrazione l’aborto

Candidati repubblicani di fronte a un duro controllo della realtà da parte degli elettori del Kansasstanno ammorbidendo la loro posizione anti-aborto una volta intransigente mentre si avvicinano alle elezioni generali, riconoscendo che i divieti severi sono impopolari e che la questione potrebbe essere una forza trainante nelle campagne autunnali.

Negli stati oscillanti e persino negli angoli conservatori del paese, diversi repubblicani hanno cambiato la loro retorica sui divieti di aborto con una nuova enfasi sul sostegno alle eccezioni. Alcuni hanno notevolmente smesso di discutere i dettagli. Ora che la Corte Suprema ha avanzato quello che è stato a lungo un argomento teorico, sono iniziate aspre battaglie negli stati dominati dai repubblicani. realtà.

In Pennsylvania, Doug Mastriano, un candidato repubblicano fermamente contrario all’aborto alla carica di governatore, ha recentemente iniziato a dire che “il popolo della Pennsylvania” “deciderà come sarà l’aborto” nello stato, non il governatore. In Minnesota, a marzo Scott Jensen, medico di famiglia. dicendo che “cercare di vietare l’aborto“come governatore, detto nel video ha annunciato prima del voto del Kansas di sostenere alcune esenzioni: “Se prima non ero chiaro, voglio essere chiaro ora”.

I consulenti elettorali del Senato repubblicano e della Camera hanno affermato giovedì che mentre credono ancora che l’inflazione e l’economia attireranno gli elettori nel GOP, i candidati dovranno parlare di aborto I democratici attaccano che la posizione del partito è estrema. Hanno iniziato a consigliare ai repubblicani di sostenere i divieti che fanno eccezioni per le gravidanze derivanti da stupro o incesto, o quelle che minacciano la vita della madre. Hanno incaricato i candidati di enfatizzare la cura delle donne durante e dopo la gravidanza.

“Se vogliamo mettere fuori legge l’aborto, dobbiamo fare alcune cose per ridurre la necessità di aborti e per tenere le donne fuori pericolo”, ha detto il rappresentante Nancy Mace della Carolina del Sud, che ha vinto l’esenzione. per stupro e incesto nella legge sull’aborto del suo stato come rappresentante statale. Ora, dice, i repubblicani devono spingere per ampliare l’accesso alle cure ginecologiche e ostetriche, alla contraccezione, compresa la contraccezione di emergenza, e persino a proteggere il diritto delle donne a lasciare i loro stati e ad abortire senza timore di essere perseguite.

La corrispondenza da sola non può alleviare il GOP dal rombo di notizie dopo la decisione della Corte Suprema, inclusa la storia di Una vittima di stupro di 10 anni che hanno attraversato i confini di stato per abortire, e i titoli dei giornali sulle donne che li hanno affrontati gravi problemi di salute con nuove restrizioni o divieti di vasta portata.

Giovedì il governatore della Florida Ron DeSantis che ha evitato di parlare di aborto ultimamenteha estromesso l’avvocato dello stato della contea di Hillsborough che si è rifiutato di perseguire le persone che tentano di eseguire aborti proibiti nuovo divieto statale di 15 settimaneattirando un rabbioso rimprovero da parte dei Democratici.

La ricalibrazione per alcuni è iniziata prima che gli elettori del Kansas profondamente repubblicano votassero martedì contro la rimozione dei diritti di aborto dalla costituzione dello stato. Da quando la Corte Suprema ha ribaltato Roe v. Wade, rimuovendo il diritto costituzionale a un giusto processo, molti repubblicani sono stati lenti a dettagliare ciò che verrà dopo. Nella loro fretta di approvare la legislazione a lungo promessa, i legislatori guidati dai repubblicani hanno imparato quanto sia difficile mettere fuori legge l’aborto.

“Il movimento pro-vita è stato colto alla sprovvista dalla Corte Suprema”, ha affermato Brandon Steele, un delegato del West Virginia che ha spinto per un divieto totale dell’aborto in una sessione speciale della legislatura che ha posto fine al processo. una settimana in cui la maggioranza repubblicana è stata costretta. “Senza discorsi, nessuna indicazione su cosa fare, i legislatori hanno dovuto iniziare a dire cosa avrebbero effettivamente fatto”. Si poteva vedere la confusione nella stanza.

“Abbiamo scoperto cosa è veramente pro-vita e cosa è pro-vita, solo per essere eletti non solo in West Virginia, ma in tutto il paese”, ha detto il signor Steele.

In Indiana, una sessione speciale del legislatore statale che stava considerando un divieto di aborto quasi totale ha acceso un acceso dibattito sull’opportunità di includere eccezioni e fino a che punto tali eccezioni dovrebbero applicarsi.

“Per alcuni è molto in bianco e nero: se sei a favore della vita senza eccezioni o se sei a favore della scelta senza alcuna restrizione”, ha affermato il senatore dello stato Kyle Walker, repubblicano dell’Indiana, che ha affermato che l’aborto dovrebbe essere legale almeno per il momento. primo trimestre di gravidanza. “Quando sei nella zona grigia, sei costretto ad accettare mentalmente dove sono i tuoi limiti”.

Per mesi, i repubblicani hanno sostenuto che il diritto all’aborto sarà una nota a piè di pagina in una campagna di medio termine alimentata dall’inflazione più alta degli ultimi 40 anni, dalla criminalità, dall’immigrazione e da un presidente democratico i cui indici di approvazione si aggirano intorno al 40%.

Questa è ancora la linea pubblica, anche dopo il referendum del Kansas, quando gli elettori hanno dovuto affrontare un unico problema piuttosto che i molti fattori che peseranno a novembre.

Ma la realtà sulla campagna elettorale è diversa. Sarah Longwell, una sondaggista repubblicana, ha affermato nei suoi focus group che oscillare gli elettori, quando gli viene chiesto di quali questioni si preoccupano, solleva l’inflazione e l’economia. Ma quando si tratta di discutere di aborto, si accende la vera passione. Dimostra che se i Democratici possono portare avanti la campagna per mantenere la questione in primo piano e al centro, troveranno un pubblico, ha detto.

La signora Mace è d’accordo, dicendo che l’aborto è in aumento e che i repubblicani devono rispondere.

In Minnesota, il dottor Jensen, il candidato repubblicano che dovrebbe affrontare il governatore Tim Walz, ha suggerito che dopo il crollo di Roe, è stato spinto a chiarire le sue opinioni comunicando con gli elettori. posizione sull’aborto.

“Quando Roe v. Wade è stato ribaltato, l’abbiamo detto al Minnesota e in pratica abbiamo detto a tutti che ci saremmo impegnati nella conversazione”, ha detto. “Durante quella conversazione, ho appreso che dovevo approfondire la mia posizione.

Questi miglioramenti includevano un programma di congedo familiare e di maternità, un credito d’imposta di $ 2.500 per adozione di bambini e un migliore accesso al controllo delle nascite, compresi i contraccettivi orali da banco con un tetto massimo. E come Adam LaxaltCandidato al Senato del GOP in Nevada, ha detto il dottor Jensen protezione dell’aborto già in Minnesota per risolvere questo problema, non quest’anno.

Il signor Walz ha detto che sarebbe rimasto offeso e non avrebbe accettato alcun ammorbidimento della linea repubblicana.

“Li prendo in parola”, ha detto del dottor Jensen e del suo amico Matt Birk, un ex giocatore della NFL e attivista per i diritti contro l’aborto. “Se ne hanno la possibilità, lo renderanno un crimine mentre noi cerchiamo di proteggerlo”. Quindi ovviamente quello è diventato un tema importante, penso che capovolgerli fosse in risposta a questo.

Il voto del Kansas significa che circa il 65% degli elettori a livello nazionale rifiuterebbe l’abrogazione dei diritti di aborto, comprese le maggioranze in più di 40 dei 50 stati. Analisi del New York Times.

I repubblicani credono che il loro partito possa assumere il ruolo di democratici moderati, in parte trasmettendo empatia per le donne incinte e offrendo esenzioni ai divieti di aborto, mentre etichettano i democratici come estremisti quando si tratta di regolamentare l’aborto. Se i democratici insistono nel fare dell’aborto un fulcro centrale delle loro campagne, dicono che rischiano di non avere contatti con gli elettori in un’economia incerta.

Ma i repubblicani moderati devono ancora fare i conti con una base di sostegno fondamentale che rimane fermamente contraria all’aborto. Giovedì gli oppositori dell’aborto hanno affermato che i candidati repubblicani non dovrebbero leggere troppo nel voto del Kansas, un referendum su un’unica questione la cui lingua gli elettori di entrambe le parti hanno criticato come fonte di confusione.

“Indipendentemente da ciò che la classe di consulenza dice ai candidati, sarebbe saggio riconoscere che la comunità del diritto alla vita è un collegio elettorale importante e un’importante fascia demografica”, ha avvertito Penny Nance, CEO e presidente di Concerned Women. America, un’organizzazione conservatrice che si oppone al diritto all’aborto.

Dopo il voto del Kansas, i Democratici hanno intensificato gli sforzi per incastrare i loro oppositori tra una base conservatrice che vuole un’azione rapida per vietare tutti gli aborti e un elettorato più ampio che non vuole nulla del genere. La rappresentante Elaine Luria, una democratica moderata che corre in un distretto di tendenza repubblicana nel sud-est della Virginia, ha pubblicato un nuovo annuncio contro la sua avversaria repubblicana, Jen Kiggans, dipingendola come “troppo estrema” sull’aborto. La signora Luria inizialmente ha detto che avrebbe fatto una campagna per il suo lavoro nel distretto ea sostegno della Marina, che è una forza importante nella regione, ma il panorama è cambiato. La campagna della sig.ra Kiggans non ha risposto a una richiesta di commento.

Un gruppo affiliato alla Democratic Governors Association sta già promuovendo osservazioni sull’aborto. Tudor Dixon nel Michigan, che questa settimana ha vinto la nomina repubblicana a governatore.

“Se prendi Tudor Dixon in parola quando si tratta di divieti di aborto, ci ha detto esattamente chi è. posto, intitolato “Nessuna eccezione”, contiene clip della signora Dixon che evidenziano la sua opposizione a varie eccezioni legate all’aborto. La signora Dixon è stata inequivocabile sulla sua posizione quest’estate, scrivi su Twitter“La mia unica eccezione è proteggere la VITA della madre.

In una lunga dichiarazione che delinea la sua opposizione ad an voto previsto in Michigan Nel tentativo di proteggere i diritti all’aborto, la signora Dixon ha anche insistito che la sua razza sarebbe stata definita da lavoro, scuole, criminalità e “possibilità di permettersi gas e generi alimentari”.

Per i repubblicani, un problema potrebbe essere un grosso problema che si sono lasciati alle spalle durante la stagione primaria.

A maggio, Mastriano è stato inequivocabile in Pennsylvania quando ha sostenuto gli elettori delle primarie repubblicane: “Quel bambino merita il diritto alla vita, sia che sia stato concepito per incesto o stupro o che ci siano altre preoccupazioni per la madre”.

Il mese scorso, ha detto che non dipendeva da lui. “Le eccezioni dipendono da te. Decidi tu quanto presto. Ed è nelle mani della gente”, ha detto alla radio di Philadelphia. “Questo è un fatto. Questa non è evasione”.

Mitch Smith, Viaggio Gabriele e Reid J. Epstein contribuito alla rendicontazione.

Leave a Comment