I dati sull’svalutazione negli Stati Uniti saranno “disordinati”: 5 mestruazioni discernere su Bitcoin questa settimana

Bitcoin (BTC) inizia un’altra settimana in una posizione precaria vicino a $ 20.000 in vista di un nuovo shock macroeconomico.

Probabilmente, la più grande criptovaluta ha registrato i suoi migliori guadagni settimanali da marzo, lottando per mantenere i livelli recentemente recuperati.

Le aree di resistenza chiave rimangono in alto, con dati sull’inflazione in arrivo entro la fine della settimana, che potrebbero portare a nervosismi per gli asset rischiosi ovunque nei prossimi giorni.

Allo stesso tempo, il sentiment del mercato delle criptovalute sta mostrando segni di ripresa, con le metriche on-chain che continuano a evidenziare quello che dovrebbe essere l’ultimo minimo di prezzo per la macro di Bitcoin.

Con dati contrastanti ovunque, Cointelegraph esamina più da vicino i possibili fattori trainanti dei movimenti del mercato nella prossima settimana.

La media mobile a 200 settimane sta causando mal di testa

Circa $ 20.850, 10 giugno. la chiusura della settimana non è stata affatto speciale per BTC/USD, ma la coppia ha comunque ottenuto il miglior guadagno di sette giorni degli ultimi mesi.

Alla chiusura di domenica, Bitcoin era di 1.600$ in più rispetto a inizio settimana, segnando un rialzo che non si vedeva da marzo.

Tuttavia, la fortuna non è durata poiché le ore sono diventate negative dopo la chiusura della settimana. Nel momento in cui scriviamo, BTC/USD si attestava a $ 20.400, dati da Cointelegraph Markets Pro e TradingView. mostrato

Grafico a candela di 1 ora BTC/USD (Bitstamp). Fonte: TradingView

La capacità di Bitcoin di mantenere i livelli attuali potrebbe essere cruciale nel decidere il sentiment quest’estate, poiché l’allentamento delle azioni globali darebbe alla criptovaluta la possibilità di cancellare alcune delle perdite degli ultimi mesi.

Quindi i commentatori, incluso il gruppo di trading Decentrader, hanno osservato con interesse il grafico settimanale.

Altri erano meno entusiasti, notando che BTC/USD era ancora al di sotto della cruciale media mobile a 200 settimane (WMA) a circa $ 22.500.

Nei precedenti mercati ribassisti, il 200 WMA ha agito come livello di supporto generale e Bitcoin è sceso brevemente al di sotto per raggiungere i macro. Ma questa volta sembra diverso poiché $ 22.500 sono fuori classifica da un mese.

Nel frattempo, il famoso trader TechDev ha sostenuto una prospettiva più ottimistica per il resto del 2022. prospettiva del periodo.

Durante il fine settimana ha affermato che Bitcoin dovrebbe terminare completamente la sua “fase di riaccumulo” dopo il recupero di altri importanti WMA entro la fine dell’anno.

“BTC fluttuazione da 32 a 35 mila probabilmente confermando la fine dell’accumulo e una correzione per quest’anno+”, TechDev detto Seguaci di Twitter

“È molto probabile che ciò accada quando entrambi gli EMA da 100 W e 50 W sono in questo intervallo. 100 W sono attualmente 34,8 K e 50 W sono 37,2 K.

altrove continua la liquidazione patrimoniale La pressione di vendita è stata aumentata dalla piattaforma di prestito di criptovalute Celsius.

Il dollaro ritorna implacabile mentre i mercati asiatici scivolano

11 luglio Le azioni asiatiche sono scese in ribasso quando i macro hanno iniziato la settimana in modo cupo notizie sui disordini sociali in Cina.

I mercati hanno sentito la tensione quando i manifestanti hanno chiesto il rilascio di fondi congelati nel mezzo di uno scandalo che ha coinvolto funzionari bancari e autorità locali accusati di aver utilizzato in modo improprio le app di monitoraggio del COVID-19.

Nel momento in cui scriviamo, l’indice Shanghai Composite è sceso dell’1,5%, mentre l’Hang Seng di Hong Kong è sceso del 3,1%.

L’Europa è andata leggermente meglio, con il FTSE 100 e il DAX tedesco in rialzo marginale, mentre gli Stati Uniti devono ancora aprire.

Ma prima del ritorno di Wall Street, l’indice del dollaro USA (DXY) aveva già fatto nuove mosse al rialzo, invertendo una scia che era più fresca alla fine della scorsa settimana.

DXY 11 luglio si attesta a 107,4, a soli 0,4 punti dai massimi ventennali di pochi giorni fa.

Analizzando la situazione, un analista della società commerciale The Rock ha descritto il DXY come “approssimativamente estremo” in termini di crescita per l’anno.

“Sulla base del rally estremo di quest’anno, il DXY è ora in aumento del 16% all’anno”. ha scritto:

“Questo è tanto estremo quanto lo è stato storicamente, e sfortunatamente di solito coincide con uno stress finanziario significativo nei mercati, una recessione o entrambi”.

Bitcoin ha avuto successo cisterna la tradizionale correlazione inversa con il DXY la scorsa settimana, in rialzo con l’indice.

Grafico a candele a 1 giorno dell’indice del dollaro USA (DXY). Fonte: TradingView

L’inflazione potrebbe portare a una “settimana disordinata”

Se ciò non bastasse, il vecchio tema dell’inflazione potrebbe essere un altro test di resilienza del mercato questa settimana.

Indice dei prezzi al consumo (CPI) negli Stati Uniti scansione il 13 giugno, e il dato mensile dovrebbe essere addirittura superiore a quello dell’anno scorso.

Maggiore è l’inflazione e più si discosta da quelle già elevate aspettative, più le attività rischiose tendono a reagire in attesa della reazione dei decisori politici.

Quindi per l’analista macro Alex Krueger, la probabile traiettoria per questa settimana è chiara.

“Sarà disordinato”, ha riassunto su Twitter.

Il CPI, pur respingendo molti indicatori chiave di inflazione, ha anche attirato l’attenzione dei commentatori mainstream durante il fine settimana, dicendo che i numeri di questa settimana potrebbero mettere un gatto tra i piccioni.

“Con l’inflazione del CPI statunitense della prossima settimana che dovrebbe avvicinarsi al 9%, alcuni si affretteranno a sottolineare che questa misura è retrograda”, ha affermato l’economista Mohamed El-Erian. reagito:

“Sì… ma cattura il dolore provato da molti, specialmente dalle fasce meno fortunate della società; e incide sulle aspettative di inflazione.

Nel frattempo, qualsiasi reazione a scatti potrebbe certamente spaventare i mercati Bitcoin contro altri asset rischiosi, o almeno causare una volatilità significativa, come si vede in precedenti eventi CPI.

MACD suggerisce un prezzo inferiore

Con più metriche di prezzo Bitcoin che lampeggiano “in basso” o addirittura ha raggiunto il minimo storiconon mancano i segnali che indicano che gli investimenti in BTC a prezzi correnti hanno un rapporto rischio/rendimento storicamente ineguagliato.

Questa settimana, l’ultimo indicatore che si è unito alla mandria è la convergenza/divergenza media mobile (MACD) del grafico settimanale.

MACD segue efficacemente le tendenze dei grafici che sono già in corso. Ciò significa che la media mobile esponenziale (EMA) a 26 periodi viene sottratta dall’EMA a 12 periodi.

Quando il valore risultante è inferiore a zero, Bitcoin si trova solitamente in uno scenario ribassista, il che significa che anche il recente viaggio a 17.600$ potrebbe essere lo stesso se i tassi storici si ripetessero.

Nel frattempo, il commentatore Matthew Hyland notato una struttura MACD simile è ancora visibile sul grafico a 3 giorni.

L’analista di mercato Kevin Svenson: “Il MACD a 3 giorni rimane a un livello elevato aggiunto:

“Nonostante il ritiro, rimarrò positivo qui a medio termine.

Come riportato di recente da Cointelegraph, il Relative Strength Index (RSI) di Bitcoin è già “ipervenduto”. livelli della storia.

Nel frattempo, la scorsa settimana, un trader 15 luglio, chiamato la data principale per cui la funzione del grafico successiva chiamerà un fondo costituito da due MA separate.

Record dell’indice di cripto-paura e avidità di 2 mesi

Come modesto vantaggio, l’investitore medio di criptovalute sta lentamente riguadagnando fiducia, secondo dati recenti.

Imparentato: Le 5 migliori criptovalute da tenere d’occhio questa settimana: BTC, UNI, ICP, AAVE, QNT

Basandosi sulla forza precedente, il sentimento del mercato delle criptovalute ha raggiunto il livello più alto dall’inizio di maggio durante il fine settimana ed è ora a 22/100.

Ancora in territorio di “grande paura”, Indice di paura e avidità delle criptovalute La rinascita è in netto contrasto con gli eventi degli ultimi due mesi, che l’hanno vista scendere a 8/100, al di sotto anche di alcuni dei precedenti minimi del mercato ribassista.

Indice di paura e avidità delle criptovalute (screenshot). Fonte: Alternative.me

Le opinioni e le opinioni qui espresse sono esclusivamente quelle dell’autore e non riflettono necessariamente quelle di Cointelegraph.com. Ogni fase di investimento e trading comporta dei rischi, quindi dovresti fare le tue ricerche prima di prendere una decisione.