Enjoy Technology dell’emerito CEO a motivo di Apple Ron Johnson ha palese

Ron Johnson durante una tavola rotonda all’evento Evolve New York della CNBC nel 2019. 19 giugno

Astrid Stawiarz CNBC

Goditi la tecnologiauna startup retail fondata dall’ex Mela e il CEO di JC Penney Ron Johnson ha presentato istanza di protezione dal fallimento secondo il Capitolo 11 giovedì, pochi mesi dopo il debutto in borsa.

La liquidità dell’azienda è stata ridotta e la sua attività ha risentito della mancanza di manodopera. Enjoy, che gestisce negozi al dettaglio di dispositivi mobili, è diventata pubblica in ottobre dopo la fusione con una società di acquisizione per scopi speciali, o SPAC.

Divertiti, disse nel caso che intende vendere i suoi beni alla società di riparazione tecnologica statunitense Asurion.

Asurion ha accettato di stanziare 55 milioni Finanziamenti in USD per consentire a Enjoy di continuare a operare mentre si riorganizza per proteggersi dalla bancarotta dai creditori, afferma la dichiarazione. Enjoy si aspetta che l’offerta di Asurion sia sufficiente per pagare tutti i creditori garantiti e non garantiti.

Enjoy e Asurion non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento.

Johnson, che è anche CEO di Enjoy, ha fondato l’azienda nel 2014. È noto soprattutto per aver contribuito a costruire l’attività di vendita al dettaglio di Apple e per aver tentato senza successo di ribaltare la catena di grandi magazzini JC Penney. Ha lavorato lì dal 2011 al 2013, quando la sua strategia ha alienato i clienti chiave del rivenditore.

L’anno scorso, le offerte SPAC erano di gran moda, Enjoy è diventato pubblico attraverso una fusione con la società di assegni neri Marquee Raine Acquisition Corp. All’epoca, l’accordo aveva un valore aziendale totale di circa $ 1,2 miliardi. DOLLARO STATUNITENSE.

Ma più recentemente, Enjoy ha sofferto quando gli investitori nella SPAC hanno iniziato a ritirare i loro soldi, lasciando l’attività con meno contanti, mostrano i documenti del tribunale.

Goditi gli annunci per soli $ 523.000 in contanti. La società ha affermato di aver già iniziato a licenziare circa 400 dipendenti con sede nel Regno Unito, ovvero circa il 18% della sua forza lavoro totale.

Goditi numerose società di capitale di rischio, tra cui Kleiner Perkins e Andreessen Horowitz come sostenitori iniziali. La scorsa primavera, l’azienda ha iniziato a valutare alternative strategiche.

Le sue azioni, che costano meno di 20 centesimi per azione, sono scese di oltre il 96% quest’anno, comprese le perdite di giovedì.

Leave a Comment