Coppia persone sono state uccise quanto a una quanto a quattro negozi 7-Eleven nel della California

Due persone sono state uccise e altre tre ferite in sparatorie in quattro località 7-Eleven nel sud. California lunedì mattina presto, hanno detto i funzionari durante gli attacchi, che la polizia ritiene possano essere correlati.

Le sparatorie sembrano seguire a rapine prima dell’alba o tentate rapine in quattro minimarket l’11 luglio. o l’11/7, il giorno in cui il marchio nazionale 7-Eleven festeggia il suo 95° compleanno regalando Slurpees in omaggio.

“I nostri cuori sono con le vittime e i loro cari”, ha detto 7-Eleven in una dichiarazione. “Stiamo raccogliendo informazioni su questa terribile tragedia e stiamo collaborando con le forze dell’ordine locali”.

Si ritiene che almeno tre delle quattro sparatorie coinvolgano lo stesso pistolero solitario. Non è stato immediatamente chiaro agli investigatori cosa avesse provocato le sparatorie a Riverside, Santa Ana, Brea e La Habra o perché le violenze si fossero verificate l’11 luglio.

“Penso che l’unica persona che risponderebbe sarebbe il sospettato”, ha detto Ryan Railsback, un portavoce del dipartimento di polizia di Riverside, dove la prima sparatoria è avvenuta intorno all’1:50 del mattino. “Non può essere una coincidenza quell’11 luglio 7-11”.

La sparatoria a Riverside, che ha lasciato la vittima in condizioni critiche, non è stata ancora ufficialmente collegata alle altre, ha detto Railsback, “sebbene sembrino tutte molto, molto simili”.

In quel caso, l’uomo armato ha rapinato l’impiegato e ha brandito una pistola, poi ha puntato la pistola contro il cliente, ha aperto il fuoco ed è fuggito, ha detto Railsback.

“Non sembra che il sospetto abbia sparato al cliente”, ha detto Railsback. «Sembra che l’impiegato gli abbia dato tutto quello che aveva chiesto.

La seconda sparatoria è avvenuta verso le 3:20 del mattino, a circa 15 miglia di distanza a Santa Ana, hanno detto le autorità.

L’Associated Press ha contribuito alla segnalazione.

Leave a Comment