Come mai tutti indossano vestiario firmati dalla NASA

Una volta che inizi a notarli, è difficile smettere.

Era parecchi tendenza pezzi sul fenomeno degli ultimi anni. Il collegamento multimediale della NASA Bert Ulrich, che sovrintende all’uso dei loghi della NASA in film, televisione e abbigliamento, conferma che la domanda di abbigliamento a marchio NASA è lungi dallo scomparire, almeno in base al numero di accordi di logo che ha approvato. È stato nel suo ruolo per più di due decenni, quindi ha visto la tendenza al ribasso. (La maggior parte del traffico)
Alcuni degli ultimi boom delle vendite possono essere ricondotti a un luogo sorprendente: la casa di moda di lusso americana Coach, che ha debuttato Marchio di abbigliamento della NASA 2017Ulrich ha detto alla CNN Business.

L’autobus inizialmente si è rivolto alla NASA per chiedere se poteva usare il logo “verme”, un design retrò utilizzato dall’agenzia spaziale dal 1975 al 1992. La NASA, che ha vietato l’uso del worm dopo il suo ritiro negli anni ’90, ha cambiato idea. del resto, consentendo all’allenatore di utilizzare il logo, ha detto Ulrich.

E “verme” da allora tornato all’uso ufficiale e ne ha cementato la diffusione cultoalmeno tra gli irriducibili fan dello spazio.
Chris Evans indossa un cappello con sopra un

Con l’arrivo della linea di abbigliamento da ginnastica, le cose sono decollate.

“Fino al 2017 ne abbiamo fatti cinque o 10 [logo approvals] una settimana Ora siamo al punto in cui stiamo facendo una media di 225 uscite a settimana”, ha detto Ulrich.

L’anno scorso ci sono state “oltre 11.000 richieste”, ha detto, un massimo storico.

Non tutte queste richieste sono approvate, ha aggiunto Ulrich. Ma il motivo per cui così tanti sono interessati ai loghi della NASA su tutto Sneakers Vans i cappelli da camionista potrebbero avere qualcosa a che fare con il fatto che queste aziende non sono tenute a concedere in licenza il logo. È tutto gratis e la NASA non guadagna un centesimo.
Gli accordi di licenza di solito non funzionano in questo modo, ma poiché la NASA è un’agenzia governativa, gran parte delle sue risorse, comprese foto, loghi e persino progettazione tecnologica – sono pubblicamente disponibili. Se un’azienda vuole stampare i loghi della NASA su magliette o tazze da caffè, tutto ciò che deve fare è inviare un’e-mail. una lettera al Dipartimento del Commercio della NASA, in conformità con i requisiti di legge. Di solito finisce nella cassetta delle lettere di Ulrich.
Il compito di Ulrich è solo quello di assicurarsi che il logo venga utilizzato in un modo approvato dall’agenzia spaziale linee guida estetiche. Ad esempio, i colori non approvati potrebbero non essere utilizzati. E, naturalmente, la NASA vuole assicurarsi che il suo marchio non venga utilizzato da nessuno sfavorevole scopi, ad esempio in modo da suggerire che la NASA stia approvando un’azienda o un prodotto. Se una società abusa del logo, l’ufficio legale della NASA invierà spesso una lettera di cessazione e desistenza, ha affermato Ulrich.
Dopo che Coach ha rilasciato la sua linea di abbigliamento della NASA, designer di fascia alta tra cui Heron Preston e più recentemente Balenciaga hanno rilasciato le proprie linee. La cantante pop Ariana Grande aveva a canzone e l’intera linea di merchandising sulla NASA. Anche Adidas, Swatch, Vans e molti altri sono stati presentati negli ultimi dieci anni.
Attraverso questa lente, il fenomeno può essere spiegato attraverso quello che chiameremo “effetto Miranda Preistly”. Ricordati che scena nel 2006 in Il diavolo veste Prada, in cui Priestly, il personaggio di Meryl Streep, veste verbalmente il suo giovane stagista ignorante della moda? Spiega che il maglione blu che indossa è in realtà ceruleo ed è tanto un prodotto di magnati industriali ossessionati dalla moda quanto qualsiasi cosa in passerella. Fondamentalmente, ha detto Priestly, i designer e i media di moda curano le tendenze e anche i consumatori meno attenti alla moda sono influenzati da tali decisioni.
Un ospite che indossa un giubbotto bomber della NASA durante la London Fashion Week - Collezioni uomo Matthew Miller 2017.  7 gennaio  a Londra, Inghilterra.
Ma questa è solo metà della storia, secondo Jahn Hall, direttore creativo dell’agenzia di design con sede a Brooklyn consorzioche è per scenario e stile varie marche.

Prima di Coach, i bambini compravano le magliette della NASA dai negozi vintage perché gli piaceva l’atmosfera nostalgica, l’atmosfera nostalgica della classica americana, ha detto Hall.

“Inizi con i bambini in città come New York che comprano vecchie cose Disney o vecchie magliette della NASA, e poi all’improvviso qualcuno, come un ‘cacciatore di fighi’ nel settore della moda come Urban Outfitters, lo vede e all’improvviso dice: ” Noi. dovrebbe capovolgere alcune magliette con il marchio della NASA “, ha detto Hall. “È una sorta di ingegneria inversa delle tendenze.

Probabilmente è stato solo quando i “cool kids” hanno iniziato a indossare le magliette della NASA per le strade che i marchi di stilisti le hanno raccolte e le hanno restituite.

Hall, il direttore creativo con sede a Brooklyn, ha affermato di ritenere che mettere il logo della NASA sul design riguardi più ciò che il logo rappresenta che esprimere l’amore per lo spazio.

Rappresenta “un ottimismo americano così fondamentale che possiamo fare qualsiasi cosa”, ha detto.

Ha aggiunto che è politicamente agnostico e può essere commercializzato a giovani liberali e conservatori rurali che fanno appello alla stessa nostalgia.

“Le persone che lavorano per marchi come Heron Preston e Balenciaga sono affascinate dalla fantasia dei viaggi nello spazio come chiunque altro. Nessuno è immune da questo livello di nostalgia, quindi ha senso che questi marchi vogliano incorporarlo nelle loro collezioni. ” Egli ha detto.

Nota che questo è successo con altri loghi e franchise, come Balenciaga che fa progetti con I Simpson o Coach con Topolino.

“Questi simboli duraturi parlano a tutti, indipendentemente dallo stato socioeconomico. Non tutti possono relazionarsi con Heron Preston o Target, ma tutti ottengono l’America moderna da marchi come NASA, Disney, Peanuts e The Simpsons”, ha affermato. “Cose come la NASA agiscono come questo magico equalizzatore.

Leave a Comment