Che l’insulina è un’altra volta dunque costosa per finta i diabetici negli Stati Uniti?

Il figlio di Nicole Smith-Holt, Alec, è morto nel 2017. dalla chetoacidosi diabetica, una condizione che si verifica quando il corpo non ha abbastanza insulina.

Alec aveva il diabete di tipo 1. Il 26enne è stato recentemente ritirato dal piano di assicurazione sanitaria dei suoi genitori ed era a corto di circa $ 300 rispetto ai $ 1.300 di cui aveva bisogno per pagare i suoi farmaci per l’insulina, ha detto sua madre.

Per aspettare fino al giorno di paga successivo per acquistare la medicina, avrebbe somministrato la dose rimanente di insulina.

“Purtroppo, il suo corpo è stato trovato tre giorni prima del suo giorno di paga”, ha detto Smith-Holt, di Richfield, Minnesota.

Immagine: Nicole Smith-Holt con suo figlio Alec.
Nicole Smith-Holt con suo figlio Alec.Per gentile concessione di Nicole Smith-Holt

Nei cinque anni trascorsi dalla morte di Alec, non è cambiato molto: l’alto costo dell’insulina resta un ostacolo significativo alla cura di molti americani.

Studio pubblicato questo mese sulla rivista Health Affairs ha rilevato che il 14% delle persone che assumono insulina negli Stati Uniti sperimenta livelli “catastrofici” di spesa per la droga, il che significa che spendono dopo aver pagato per altri beni essenziali come cibo e alloggio. almeno il 40% del reddito residuo da insulina.

Lo studio, che ha coperto il 2017 e il 2018, non ha incluso altri costi associati alla cura del diabete, come monitor della glicemia, pompe per insulina o altri farmaci.

Sebbene i produttori di farmaci offrano spesso programmi che possono ridurre il costo dell’insulina sia per i pazienti assicurati che per quelli non assicurati, l’onere finanziario può comunque essere devastante per alcuni.

Le persone senza assicurazione possono sborsare centinaia di dollari al mese o più per farmaci che in genere richiedono più fiale al mese, ha affermato il dottor Robert Gabbay, scienziato capo dell’American Diabetes Association, un gruppo di difesa del diabete.

Per risparmiare denaro, alcuni pazienti razionano o saltano le dosi di farmaci, ha affermato Krutika Amin, direttrice dell’Affordable Care Act Program presso l’organizzazione no profit KFF, nota anche come Kaiser Family Foundation. Ma questo approccio aumenta i costi a lungo termine, ha detto, quando vengono ricoverati in ospedale o inviati al pronto soccorso.

Perché l’insulina è ancora inaccessibile

Ma perché l’insulina, un farmaco che è stato utilizzato per più di 100 anni, rimane inaccessibile per molte persone negli Stati Uniti?

I costi elevati possono essere attribuiti in parte al processo “sempreverde” mediante il quale le aziende farmaceutiche apportano miglioramenti incrementali ai loro prodotti che possono prolungare la vita dei loro brevetti, ha affermato il dottor Kevin Riggs, medico dell’Università dell’Alabama a Birmingham-Heersink . Scuola di Medicina. È coautore dello studio pubblicato New England Journal of Medicine 2015 che racconta la storia della droga del secolo.

I miglioramenti possono includere la manipolazione della molecola o la modifica del sistema di somministrazione, come l’uso di penne per insulina anziché fiale.

Estensione dei brevetti può essere scoraggiante Riggs ha affermato che i produttori di farmaci con diritti esclusivi sulla loro insulina potrebbero essere addebitati qualunque siano i prezzi di mercato. Poiché le catene di approvvigionamento sono diventate più complesse nel corso degli anni, i costi sono aumentati.

“E questo significa che quei prezzi sono impazziti”, ha detto.

E anche quando i brevetti scadono (come molti fanno), Riggs ha affermato che il grande investimento necessario per produrre insulina e ottenerne l’approvazione dalle autorità di regolamentazione statunitensi potrebbe rendere l’azienda meno attraente per i produttori di farmaci generici.

Eric Tichy, presidente della divisione di soluzioni per forniture farmaceutiche presso la Mayo Clinic di Rochester, Minnesota, è d’accordo, affermando che la barriera all’ingresso per la produzione di insulina è “piuttosto alta”.

“L’insulina è una molecola proteica, quindi è molto più complicata piccole molecole”, ha detto Tichy. “Quindi sono solo poche aziende a farcela, e se più aziende entrano nel mercato, in qualche modo si abbassano i prezzi”.

Eli Lilly, Novo Nordisk e Sanofi dominano il mercato statunitense dell’insulina, ma ciò non ha ancora impedito ad altri gruppi di provare a crearne uno proprio.

Foto: Penne per insulina di marca Sanofi Lantus.
Penne per insulina marca Sanofi Lantus. Alex Flynn/Bloomberg tramite Getty Images.

Civica Rx, un produttore di farmaci senza scopo di lucro. pubblicato a marzo che prevedeva di produrre e vendere versioni generiche di insulina ai consumatori per non più di $ 30 per flaconcino e non più di $ 55 per una scatola di cinque cartucce di penne.

Proprio di recente, ha annunciato il governatore della California Gavin Newsom questo mese che ha approvato un budget che avrebbe fornito $ 100 milioni allo stato per iniziare a produrre la propria insulina a basso costo.

I dettagli sul piano dello stato per la produzione di insulina sono ancora scarsi, ma Tichy lo ha paragonato a quello dell’imprenditore tecnologico Mark Cuban. Costo più compagnia farmaceutica, che offre alcuni farmaci generici a uno sconto vendendo i farmaci con un ricarico fisso del 15% e una tariffa fissa di $ 3. Farmacia offre medicine diabetici, ma non vende insulina.

Nel frattempo, i legislatori statali e federali stanno lavorando per approvare una legislazione che abbasserebbe i costi per i pazienti che assumono insulina.

Secondo l’American Diabetes Association, almeno 22 stati hanno approvato leggi che richiedono che il co-pagamento dell’insulina sia di $ 100 o meno per una fornitura di 30 giorni.

A marzo, La Camera ha approvato la legge Limiterebbe il costo mensile dell’insulina a $ 35 per coloro che hanno un’assicurazione sanitaria privata, anche se da allora la legislazione è stata criticata dai gruppi di difesa perché la politica non abbasserebbe il costo minimo dell’insulina.

Sebbene la polizza sia ottima, non aiuta davvero le persone che non sono assicurate, ha detto Smith-Holt.

Sta spingendo affinché più stati adottino l’Alec Smith Insulin Affordability Act, che fornirebbe ai pazienti una fornitura di insulina di emergenza per 30 giorni per $ 35. C’era già un account firmato la legge In Minnesota, dove vive Smith-Holt.

Ne ha menzionato anche un altro offerta Al Senato, che non ha ancora votato, per incoraggiare le case farmaceutiche ad abbassare i prezzi di listino dei loro farmaci, riducendo così le spese vive dei non assicurati.

Nessuno dovrebbe essere “costretto a decidere tra la vita e la morte”, ha detto.

Seguito NBC SALUTE abilitato Twitter & Facebook.

Leave a Comment