Bevan James Eyles: Può farti assuefare e divertirti

Veterano dell’Ironman Bevan James Eyles c’è stato un momento in cui un collega gli ha detto che, nonostante i loro migliori sforzi, l’industria stava fallendo perché c’erano più persone inattive e in aumento di peso.

Un istruttore di fitness globale si è reso conto che gran parte del suo lavoro è con persone che vogliono fare esercizio, ma che dire di quelle che non lo fanno?

Quel momento di lampadina ha portato al suo ultimo libro, Ti farò appassionare all’esercizioper le persone che non condividono la sua passione per lo sport.

Un folto gruppo di adulti partecipa a una lezione di yoga all'aperto in un parco

Foto: 123RF

Le persone a cui piace fare esercizio tendono a condividere “l’infrastruttura” che rende comune l’esercizio, dice Eyles a Jesse Mulligan.

“Tendono ad avere delle priorità nella loro vita, tendono ad avere un movimento che gli piace molto, tendono ad avere una comunità attorno ad esso, tendono a seguire percorsi di crescita.

Bevan James Eyles.

Bevan James Eyles.
Foto: Sito web di Bevan James Eyles

“Ora, le persone che non si esercitano non hanno quell’infrastruttura, e poi quando cercano di iniziare ad allenarsi, stanno sbagliando tutto perché lo stanno facendo troppo duramente, sono semplicemente perse”. e confuso.

“Una cosa che dico spesso, non è che queste persone non abbiano provato a fare esercizio, hanno spesso provato e fallito molte volte, ed è in parte perché il nostro settore non è abbastanza grande da offrire loro soluzioni.

Il primo passo per rendere l’esercizio una priorità nella tua vita è concentrarti su ciò che puoi fare invece di guardare ai risultati fisici come un segno di successo, dice.

“Devi scegliere un livello di esercizio che sei sicuro di essere in grado di fare ora. Quindi se sono cinque minuti a piedi, per me è una vittoria, è una vittoria perché uscirai dalla porta e lo farai.

“Se pensi che cinque minuti non mi daranno risultati fisici, questo ti scoraggerà.

“Stiamo cercando di insegnarti quali abitudini e comportamenti fai prima di iniziare ad allenarti?” E se riusciamo a eliminare lo stress dalla preoccupazione per l’esercizio o per il tempo che occuperà nella mia giornata, renderemo più probabile che lo farai.

La seconda lezione di Eyles è che devi trovare un movimento che ti piaccia.

“Se riesci a trovare un movimento che ti piace, è più probabile che tu lo faccia.”

“Quando stai imparando a trovare una mossa che ti piace, ti ho dato regole e strategie [in the book] che ti fa entrare e ti dà il permesso di vedere che sei un principiante, sai che sarebbe facile per te almeno mettere i piedi nell’acqua e poi uscire provando quella mossa.

Il pensiero positivo in avanti può anche farti muovere, dice.

“Una delle strategie è pensare all’esercizio, pensare al motivo per cui sarà difficile e spaventoso, allontanarsi da esso e sentire la resistenza. [to instead think] come mi sentirò dopo questo?

“In generale, se gestisci bene e gestisci bene la tua parte del viaggio, non ti pentirai mai di aver fatto esercizio, ti sentirai sempre benissimo”.

“E se pensi a quel contributo nella tua mente, impari a muoverti effettivamente verso l’esercizio, ed è quello che vogliamo fare, perché hai quell’esperienza, vogliamo usare quell’esperienza”.

Ti farò ammirare la copertina del quaderno.


Foto: Fornito

Quando hai una brutta giornata, non renderla più grande di quanto non sia in realtà, dice.

“Quello che ho imparato con noi [five kilometre running] le band, specialmente quando abbiamo iniziato, hanno avuto una brutta giornata e la gente se ne sarebbe andata.

“Mi ha fatto capire che molte persone che lottano con l’esercizio hanno fallito… Hanno questa storia con cui si allenano, ed è praticamente quello che stanno cercando di dimostrare in primo luogo, quindi se hanno un brutto giorno è la prova che ti stai esercitando.

“Quindi dobbiamo insegnare alle persone che sono in quel viaggio di avvio come gestire una brutta giornata, perché accadrà”.

Leave a Comment